Salutamassòreta

Salutamassòreta

Copyright

L'intero contenuto del sito, comprendente scritti, disegni, vignette, illustrazioni, fotografie non può essere né copiato né replicato su altri siti web, riviste, giornali, CD-ROM o altri tipi di supporto senza il consenso dell'Autore. L'autorizzazione deve essere richiesta per iscritto, via-posta elettronica, direttamente a francescodotti@alice.it e si ritiene accettata solo dopo esplicito assenso scritto dell'Autore.
Il silenzio, pertanto, non significa "assenso" e non dà diritto ad alcuna autorizzazione.
Grazie

The entire contents of the site, including writings, drawings, cartoons, illustrations, photographs can not be copied or replicated on other websites, magazines, newspapers, CD-ROM or other medium without the permission of the Author. The permit must be obtained in writing, via e-mail directly to francescodotti@alice.it and it is considered accepted only after explicit written consent of the Author.
The silence, therefore, does not mean "consent" and does not entitle it to any authorization.

Thanks

Thanks

Avvertenza

Alcuni testi o immagini inseriti in questo blog potrebbero essere tratti da internet e, pertanto, considerati di pubblico dominio. Qualora, però, la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'Autore, vogliate comunicarlo via email.
Saranno immediatamente rimossi.
L'Autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link, né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.
Creative Commons License
Tutte le opere e le immagini di questo blog sono pubblicate sotto una Licenza Creative Commons.

Fuochi artificiali



Ogni anno è la solita storia: morti, feriti, storpi... ma si fa sempre troppo poco per evitare questa carneficina. In nome del divertimento a tutti i costi. E che costi! Sembrano le immagini che ci giungono dal Medioriente: con la gente che spara per le strade, che dà fuoco alle macchine e ai cassonetti per poi festeggiare un altro anno di merda! Senza contare anche l'odore acre della cordite, che ci ammorba l'aria che respiriamo. Però dobbiamo comprare la macchina "euro 4 o 5", per non inquinare. Ipocriti! Basterebbe proibirli tutti, gli scoppi.
Al pubblico, non si vendono più. Basta. Finito. Se ne consenta la vendita solo in occasioni particolari, e l'utilizzo esclusivamente da parte di personale specializzato. Tutto sotto controllo, come le sigarette quando escono dai depositi, con i camion tallonati dalla Guardia di Finanza. Chi viene beccato a vendere simili ordigni, si multa e gli si chiude il negozio. Quelli che li vendono per la strada, si arrestano e si mettono in galera. Da dove non usciranno se non dopo avere scontato la giusta pena. Se c'è dietro la camorra, si combatte con le leggi, che ci sono, e con l'esercito, se necessario. Ma non ci si convive, per poi stracciarsi le vesti piangendosi addosso. È vergognoso vedere prendere a sassate la polizia e i carabinieri. Certo, direte voi, che vivo nel paese dei sogni e che sono un povero illuso. Ma io, un paese migliore, continuerò sempre a sognarlo. Non me lo può impedire nessuno.
Intanto si proibisce il fumo nei giardini pubblici, mentre invece è consentito bruciare l'immondizia per le strade (è segno di ricchezza, dice De Crescenzo), e si continuano a pubblicizzare gli alcolici mentre gli ubriachi al volante si ammazzano tra loro o per conto terzi. E poi si scrive la cronaca e si continuano a riempire le pagine dei giornali e le "scalette" dei tiggì, piangendo lacrime di coccodrillo.
Perciò, guardiamoci bene nell'unico occhio che c'è rimasto: ma ne valeva proprio la pena, per festeggiare Capodanno, di rimanere un disgraziato per tutta la vita?
Francesco Dotti

Nessun commento: