Salutamassòreta

Salutamassòreta

Copyright

L'intero contenuto del sito, comprendente scritti, disegni, vignette, illustrazioni, fotografie non può essere né copiato né replicato su altri siti web, riviste, giornali, CD-ROM o altri tipi di supporto senza il consenso dell'Autore. L'autorizzazione deve essere richiesta per iscritto, via-posta elettronica, direttamente a francescodotti@alice.it e si ritiene accettata solo dopo esplicito assenso scritto dell'Autore.
Il silenzio, pertanto, non significa "assenso" e non dà diritto ad alcuna autorizzazione.
Grazie

The entire contents of the site, including writings, drawings, cartoons, illustrations, photographs can not be copied or replicated on other websites, magazines, newspapers, CD-ROM or other medium without the permission of the Author. The permit must be obtained in writing, via e-mail directly to francescodotti@alice.it and it is considered accepted only after explicit written consent of the Author.
The silence, therefore, does not mean "consent" and does not entitle it to any authorization.

Thanks

Thanks

Avvertenza

Alcuni testi o immagini inseriti in questo blog potrebbero essere tratti da internet e, pertanto, considerati di pubblico dominio. Qualora, però, la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'Autore, vogliate comunicarlo via email.
Saranno immediatamente rimossi.
L'Autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link, né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.
Creative Commons License
Tutte le opere e le immagini di questo blog sono pubblicate sotto una Licenza Creative Commons.

Bulli e... Pipe



Dice che i figli devono fare le loro esperienze. Che è giusto che provino, in quella fase di transizione tra la pubertà e l'adolescenza, a vivere l'esaltante spregiudicatezza della trasgressione e della contestazione. Ma siccome, dico io, questi giovani "bulli" non vivono nella foresta amazzonica - nella quale, tuttavia, esistono delle regole anche tra le scimmie - ma in un contesto sociale nel quale è necessario un equilibrio tra i membri che lo compongono (altri esseri umani di pari dignità), le loro "esperienze" non devono assolutamente danneggiare coloro con i quali convivono. In parole povere: se ti vuoi ubriacare o drogare per forza fallo pure, ma dopo non investirmi con la macchina e non rompermi i coglioni. Io lo so che, in fondo, la colpa non è tua, aspirante bulletto da strapazzo, ma dei tuoi genitori. Che se ne fregano di te e dei tuoi bisogni. Di quelli veri, però. Dei genitori che, anziché fornirti i mezzi necessari per "capire" e "riordinare" il tuo disorientamento e le tue insicurezze, per onorare il Consumismo a tutti i costi, le vacanze a Ibiza che "fanno trend", i telefonini-ultima-generazione, il televisore al plasma grande quanto una parete e il suv, ti hanno messo al mondo per poi lasciarti in mezzo alla strada. E magari una mattina vai a scuola e dai quattro cazzotti all'insegnante perché ti ha rimproverato. Ricordati che non resterai eternamente giovane e che la vita, quella "vera", quella che c'è fuori dalla pleistèscion, dai videogiochi, dalla discoteca e dalle pubblicità televisive, è complicata e te la devi costruire giorno dopo giorno. Non serve a nulla "sballarsi" per non pensare e continuare a vivere così, alla giornata, fino al prossimo rincoglionimento totale. Perché poi, di colpo, ti ritrovi adulto e quando ti accorgi che non hai nulla in mano è troppo tardi.
Francesco Dotti

Nessun commento: