Salutamassòreta

Salutamassòreta

Copyright

L'intero contenuto del sito, comprendente scritti, disegni, vignette, illustrazioni, fotografie non può essere né copiato né replicato su altri siti web, riviste, giornali, CD-ROM o altri tipi di supporto senza il consenso dell'Autore. L'autorizzazione deve essere richiesta per iscritto, via-posta elettronica, direttamente a francescodotti@alice.it e si ritiene accettata solo dopo esplicito assenso scritto dell'Autore.
Il silenzio, pertanto, non significa "assenso" e non dà diritto ad alcuna autorizzazione.
Grazie

The entire contents of the site, including writings, drawings, cartoons, illustrations, photographs can not be copied or replicated on other websites, magazines, newspapers, CD-ROM or other medium without the permission of the Author. The permit must be obtained in writing, via e-mail directly to francescodotti@alice.it and it is considered accepted only after explicit written consent of the Author.
The silence, therefore, does not mean "consent" and does not entitle it to any authorization.

Thanks

Thanks

Avvertenza

Alcuni testi o immagini inseriti in questo blog potrebbero essere tratti da internet e, pertanto, considerati di pubblico dominio. Qualora, però, la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'Autore, vogliate comunicarlo via email.
Saranno immediatamente rimossi.
L'Autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link, né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.
Creative Commons License
Tutte le opere e le immagini di questo blog sono pubblicate sotto una Licenza Creative Commons.

Chat e sesso


Oggi ho letto di una signora inglese la quale ha scoperto che il proprio marito la tradiva, a quanto pare solo virtualmente, su Internet. Non ho capito la storia dell'avatar e come funzionino queste diavolerie virtuali nonostante, forse, io le stia utilizzando anche in questo momento. Ancora oggi, infatti, a 62 anni suonati, mi chiedo come sia possibile che uno parli dentro un filo, qui, e dall'altro capo si senta la voce, là. Anche a migliaia di chilometri di distanza.
Così, quando leggo queste notizie, o a tarda notte, con mia moglie, saltellando insonni da un canale tivvù all'altro prima di andare a letto, ci capita di vedere procaci ragazzotte che si strusciano sulle puppe il filo del telefono, mi chiedo se davvero possa esistere gente capace di eccitarsi a distanza, e magari per telefono, davanti a spettacoli simili. E se in certe occasioni mi è capitato di sentire una certa animazione nelle mutande, alla fine scoprivo che si era solo spostato il pannolone.
Perciò, non perché sono un ipocrita puritano, moralista falso, bugiardo e bacchettone, ma più semplicemente perché, scusate tanto, sarò anche all'antica, ma io preferisco di gran lunga la vecchia maniera.
Anche se in questi anni, ahimè, mi è calata un po' la ram e non ho più il modem di una volta.
Vuoi mettere?

Francesco Dotti

Nessun commento: