Salutamassòreta

Salutamassòreta

Copyright

L'intero contenuto del sito, comprendente scritti, disegni, vignette, illustrazioni, fotografie non può essere né copiato né replicato su altri siti web, riviste, giornali, CD-ROM o altri tipi di supporto senza il consenso dell'Autore. L'autorizzazione deve essere richiesta per iscritto, via-posta elettronica, direttamente a francescodotti@alice.it e si ritiene accettata solo dopo esplicito assenso scritto dell'Autore.
Il silenzio, pertanto, non significa "assenso" e non dà diritto ad alcuna autorizzazione.
Grazie

The entire contents of the site, including writings, drawings, cartoons, illustrations, photographs can not be copied or replicated on other websites, magazines, newspapers, CD-ROM or other medium without the permission of the Author. The permit must be obtained in writing, via e-mail directly to francescodotti@alice.it and it is considered accepted only after explicit written consent of the Author.
The silence, therefore, does not mean "consent" and does not entitle it to any authorization.

Thanks

Thanks

Avvertenza

Alcuni testi o immagini inseriti in questo blog potrebbero essere tratti da internet e, pertanto, considerati di pubblico dominio. Qualora, però, la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'Autore, vogliate comunicarlo via email.
Saranno immediatamente rimossi.
L'Autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link, né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.
Creative Commons License
Tutte le opere e le immagini di questo blog sono pubblicate sotto una Licenza Creative Commons.

Alimentazione dottrinaria


Devo dire che non ho condiviso per nulla l'idea di ospitare a Porta a Porta il Sig. Karol Racz. Indipendentemente dal fatto che questo signore sia colpevole o innocente.
Ma tutti sappiamo che pur di aumentare lo "share" si fa di tutto, e quindi anche porta-a-porta-chi-ti-pare è giusto che si adegui. D'altra parte, anche se ci fa poco onore, siamo un popolo di "guardoni" incalliti. Questo chi fa televisione lo sa, e da tempo vi ha provveduto con adeguate inquadrature addestrandoci alla lacrima spuntante dall'occhio umido dell'intervistato-disperato, alle urla e alle sovrapposizioni vocali degli ospiti nei variegati tele-pollai e a tutto il vasto panorama che la telemonnezza da tempo ci ammannisce.
È possibile che non si possa far nulla? Certo che si può: basta spegnere l'odioso elettrodomestico e mettersi a leggere un buon libro. Oppure, se non abbiamo libri, guardare l'oblò della lavatrice spenta. Fate la prova. È così bello il silenzio...
Francesco Dotti (teleabbonato pentito)

3 commenti:

Vincenzo Cucinotta ha detto...

Caro Francesco,
siamo d'accordo: in un post ho definito la TV il male assoluto, anche se ammetto che qualcosa continuo a vedere, soprattutto qualche buon film e qualche trasmissione di vera informazione come Report.
Non certo robaccia come Porta a porta. Una parte della soluzione del problema di queste trasmissioni è non vederle, ma comunque mi rattrista sapere che tanti, malgrado tutto, continuino a vederla.
Come va la gamba? A presto, Enzo

catone ha detto...

Il silenzio è meditazione, ma è proprio quello che LORO non vogliono.Teleimbonitori, giornalisti prezzolati, politici corrotti e corruttori vogliono un popolo di consumatori e sudditi plagiati e plaudenti.
Un saluto

CeccoDotti ha detto...

Ciao carissimi, sto sinceramente pensando di non rinnovare l'abbonamento alla tivvù dell'anno prossimo. Devo solo trovare il modo. Quest'anno, purtroppo, non ci ho potuto far nulla e mi sono dovuto appecoronare anch'io.
Concordo su Report, una trasmissione davvero interessante. Di Porta a Porta, però, non butterei via proprio tutto, anche se spesso mi è capitato di restare davvero deluso. Come ieri sera.
La gamba è ancora lì (meno male!) e migliora di giorno in giorno. Ancora un po' e finalmente mi leveranno l'odiato "ponteggio". L'appuntamento - segnatevelo - è per il giorno 3 aprile, alle ore 08.00, nella Sala Gessi dell'ospedale. Darò un rinfresco, stapperemo qualche bottiglia di Eparema Reserve e, naturalmente, siete tutti invitati.
Vi aspetto!