Salutamassòreta

Salutamassòreta

Copyright

L'intero contenuto del sito, comprendente scritti, disegni, vignette, illustrazioni, fotografie non può essere né copiato né replicato su altri siti web, riviste, giornali, CD-ROM o altri tipi di supporto senza il consenso dell'Autore. L'autorizzazione deve essere richiesta per iscritto, via-posta elettronica, direttamente a francescodotti@alice.it e si ritiene accettata solo dopo esplicito assenso scritto dell'Autore.
Il silenzio, pertanto, non significa "assenso" e non dà diritto ad alcuna autorizzazione.
Grazie

The entire contents of the site, including writings, drawings, cartoons, illustrations, photographs can not be copied or replicated on other websites, magazines, newspapers, CD-ROM or other medium without the permission of the Author. The permit must be obtained in writing, via e-mail directly to francescodotti@alice.it and it is considered accepted only after explicit written consent of the Author.
The silence, therefore, does not mean "consent" and does not entitle it to any authorization.

Thanks

Thanks

Avvertenza

Alcuni testi o immagini inseriti in questo blog potrebbero essere tratti da internet e, pertanto, considerati di pubblico dominio. Qualora, però, la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'Autore, vogliate comunicarlo via email.
Saranno immediatamente rimossi.
L'Autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link, né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.
Creative Commons License
Tutte le opere e le immagini di questo blog sono pubblicate sotto una Licenza Creative Commons.

Crocifisso di classe


Sono passati duemila anni, e questo poveraccio non lo lasciano ancora pace. Mi chiedo chi glielo abbia fatto fare di sacrificarsi per noi, che poi lo ripaghiamo così male.
Non vi piace la Croce in classe? Non guardatela. Ma non toglieteci un simbolo al quale siamo affezionati e che non dà fastidio a nessuno. A prescindere, o meno, dalla tanto sbandierata "laicità dello Stato" come giustificazione.
Che facciamo, allora: togliamo le croci anche dalle bandiere? Perché con la croce ce ne sono parecchie.
Francesco Dotti (pro Croce, e non solo nelle scuole)

2 commenti:

luigi ha detto...

Tralascio altre considerazioni, mi domando soltanto come mai una persona pacifica che ha fatto del bene a quanti si sono rivolti a lui e pure a qualcuno che nemmeno glielo aveva chiesto e che alla fine, pur angosciato e chiedendo se proprio era necessario, ha accettato di farsi crocifiggere, come mai, ripeto, dia così tanto fastidio. Un caro saluto.

CeccoDotti ha detto...

Carissimo, ormai il buon Gesù è diventato, per molti, come la spesa al supermercato, le ferie, il bollo dell'auto e tutto il resto. Cioè ci si è fatta l'abitudine e ci si pensa solo quando se ne ha bisogno. Per il resto, e cioè per l'esempio, profondo, grande, immenso di amore che ci ha dato senza chiederci nulla in cambio, e per gli insegnamenti che da Lui ci derivano dal Vangelo, ahimè ce ne fottiamo. Che ci vuoi fare? Per questo l'Uomo, me compreso, è e resta il peggior esperimento biogenetico che sia mai stato fatto. Vista l'evoluzione della sua specie, che è sotto gli occhi di tutti.
Con affetto, Francesco