Salutamassòreta

Salutamassòreta

Copyright

L'intero contenuto del sito, comprendente scritti, disegni, vignette, illustrazioni, fotografie non può essere né copiato né replicato su altri siti web, riviste, giornali, CD-ROM o altri tipi di supporto senza il consenso dell'Autore. L'autorizzazione deve essere richiesta per iscritto, via-posta elettronica, direttamente a francescodotti@alice.it e si ritiene accettata solo dopo esplicito assenso scritto dell'Autore.
Il silenzio, pertanto, non significa "assenso" e non dà diritto ad alcuna autorizzazione.
Grazie

The entire contents of the site, including writings, drawings, cartoons, illustrations, photographs can not be copied or replicated on other websites, magazines, newspapers, CD-ROM or other medium without the permission of the Author. The permit must be obtained in writing, via e-mail directly to francescodotti@alice.it and it is considered accepted only after explicit written consent of the Author.
The silence, therefore, does not mean "consent" and does not entitle it to any authorization.

Thanks

Thanks

Avvertenza

Alcuni testi o immagini inseriti in questo blog potrebbero essere tratti da internet e, pertanto, considerati di pubblico dominio. Qualora, però, la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'Autore, vogliate comunicarlo via email.
Saranno immediatamente rimossi.
L'Autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link, né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.
Creative Commons License
Tutte le opere e le immagini di questo blog sono pubblicate sotto una Licenza Creative Commons.

Quartu S. Elena

Stasera, di ritorno dalla lezione d'inglese settimanale, m'è venuta voglia di pasticciare su un foglietto questa tecnica "mista". Infatti, ci ho messo dentro davvero un po' di tutto: matita grassa, sudore, pastelli a cera, pastelli di creta, cretelli con pasta, cerelli, cereali, acquerello annacquato con acqua e così via... 
Se non l'aveste riconosciuta, trattasi della bella chiesa parrocchiale di Sant'Elena, a Quartu (sempre Sant'Elena).
Poi, non contento, memore di quanto appreso this afternoon alla english lesson, ho voluto superare me stesso e l'ho tradotto in inglese. Intendo dire l'acquerello. E, credetemi, non è facile. Soprattutto per chi, come me, in inglese è ancora alle prime armi.
Così mi è uscito questo waterell of St. Elena church, with mixture of pastel colour, wax pastel, water, sweat, cereals, grease pastel, palk chastel, pencil, strained gum, chewing gum, e... direi di fermarmi qui.
Don't you like it? Me too.
Cerea...

4 commenti:

luigi ha detto...

Ciao Cecco, che riesci ad inventarti (e a fare) sempre qualcosa di nuovo. Mi piace il tuo coraggio, puoi serenamente rischiare di non essere compreso o addirittura rifiutato ma la tua passione non demorde...
Bello il tuo lavoro, segni e colori - di qualsiasi tipo siano - hanno caratteristiche e forza ben riconoscibili.
Un abbraccio non... inglese, chiaro no?

Franz ha detto...

Bello questo acquerello,come la spiegazione,soprattutto quella in inglese......se mi mandi la foto provo a farlo pure io.....che ne dici?daaiiii...ti pago una cena dal Caddozzone,ahio!

A presto,ciao

Frank d'orecchie

CeccoDotti ha detto...

Che ci vuoi fare, carissimo Luigi, siccome dormo poco allora penso. E quando penso sono guai. Intendo per quelli che mi dovranno leggere. Perché durante le mie levatacce antelucane mi viene in mente di tutto. E poi, quello che mi viene in mente lo scrivo pure.
Ma l'importante è fare qualcosa.
Ti abbraccio, anch'io

CeccoDotti ha detto...

Caro Franz, lo so che i miei acquerelli ti piacciono. Li faccio belli apposta, così me li invidi!
La foto della chiesa l'ho presa, gulp!, da un post sul mio blog, sob!
Più precisamente, è l'ultimo pubblicato a settembre, dal titolo: "Sant'Elena - Quartu".
Te lo apri (come ho fatto io) e poi te lo disegni.
Non pretenderai mica che te lo disegni io?!
Bacini, bacetti dal cugino Frenk La Belva