Salutamassòreta

Salutamassòreta

Copyright

L'intero contenuto del sito, comprendente scritti, disegni, vignette, illustrazioni, fotografie non può essere né copiato né replicato su altri siti web, riviste, giornali, CD-ROM o altri tipi di supporto senza il consenso dell'Autore. L'autorizzazione deve essere richiesta per iscritto, via-posta elettronica, direttamente a francescodotti@alice.it e si ritiene accettata solo dopo esplicito assenso scritto dell'Autore.
Il silenzio, pertanto, non significa "assenso" e non dà diritto ad alcuna autorizzazione.
Grazie

The entire contents of the site, including writings, drawings, cartoons, illustrations, photographs can not be copied or replicated on other websites, magazines, newspapers, CD-ROM or other medium without the permission of the Author. The permit must be obtained in writing, via e-mail directly to francescodotti@alice.it and it is considered accepted only after explicit written consent of the Author.
The silence, therefore, does not mean "consent" and does not entitle it to any authorization.

Thanks

Thanks

Avvertenza

Alcuni testi o immagini inseriti in questo blog potrebbero essere tratti da internet e, pertanto, considerati di pubblico dominio. Qualora, però, la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'Autore, vogliate comunicarlo via email.
Saranno immediatamente rimossi.
L'Autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link, né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.
Creative Commons License
Tutte le opere e le immagini di questo blog sono pubblicate sotto una Licenza Creative Commons.

Quartu S. Elena


 Buongiorno, stamani ho ritagliato la parte bassa perché sovrabbondante. 
Così mi sembra meglio... E voi, che ne pensate?
Questa straduccia che ho fotografato per voi, alle mie spalle prosegue e vi conduce dritti dritti verso il Parco di Molentargius. Di fronte, invece, quelle case che vedete sullo sfondo e opposte alle mie spalle dietro alle quali c'è il parco di Molentargius, appartengono alla città di Quartu S. Elena. Di fronte, però, perché dietro c'è il parco. E davanti, Quartu.
Mi sono spiegato bene?
Era una giornata particolare, di quelle che piacciono a me, con dei nuvoloni minacciosi carichi di un po' di tutto e dai quali ti aspetti sempre qualcosa d'imprevisto, che rendono interessante anche la foto più banale. Specialmente se non vi siete portati dietro l'ombrello o l'impermeabile, o tutt'e due. 
Don't you think? Non credete?

14 commenti:

Tomaso ha detto...

Bella foto caro Francesco, quel contrasto delle nuvole e le profondità dell'immagine seno veramente bellissime.
Buona giornata caro amico.
Tomaso

bluoso ha detto...

Eh! Il mondo suggestivo che ci sta attorno - nel quale siamo immersi - e che ci conquista a volte in modo repentino forse perchè specchio, nei suoi diversi aspetti, di come ci sentiamo noi, dentro.
Così pieni e complicati e tormentosi e tuttavia capaci di farci rasserenare da un venticello birichino che allegramente spazza via le nuvole. Ciao e, ormai, buon inizio di febbraio. Con affetto. Luigi.

Gianni ha detto...

... si è bella , ma come facciamo a dirti che è meglio di prima se non possiamo fare il confronto???

;-)

Anonimo ha detto...

Ti sei spiegato benissimo; sei vicino allo stagno di Molentargius. Però vorrei darti un consiglio "portati i razzi da segnalazione perchè se ti perdi, con quelle indicazioni, mi perdo pure io". Puoi sbagliare strada solo nei pressi dell'ex Bussola, così ci si ritrova a tavola alla Marinella per il prossimo convivium. p.s. non dimenticare l'ombrello e la macchina fotografica.
Alfredo.

CeccoDotti ha detto...

Eccomi qua! Ooopss... Mi ero dimenticato di scaricare i commenti di Tomaso, che ringrazio per le sue belle parole.
Buona giornata anche a te (qua piove da tutto il giorno)
Cia, Francesco

CeccoDotti ha detto...

Carissimo Luigi, grazie anche a te perché sai dare sempre un senso poetico a tutto quello che faccio.
D'altra parte è proprio della tua sensibilità d'Artista, e anche se oggi è una giornata schifosa (piove, governo bunga bunga!) tu l'hai illuminata col sole delle tue parole
(bella frase: anch'io, quando mi ci metto, non scherzo...).
Un forte abbraccio, Francesco

CeccoDotti ha detto...

Caro Gianni, hai ragione. Ma solo perché non hai potuto vedere la prima immagine (cosa ti sei perso!!).
Succede, quando uno non segue costantemente il blog del cognato...
Comunque, cercherò di spiegarti i cambiamenti, che non sono poi molti: nella prima foto si vedeva qualche metro in più del primo piano, in basso. Più strada, più cespugli, e l'orizzonte più in alto di almeno 1/3 rispetto all'immagine attuale. Tutto il resto è rimasto tale e quale. Quale? Quello!
Detto questo, e scusa se è poco, ti saluto con immutato affetto e t'invito a seguirmi con maggior interesse.
Salutamassoreta,
Francesco

CeccoDotti ha detto...

Ciao Alfred, auariù? come direbbe la nostra insegnante d'inglese. Mi fa piacere osservare che mi segui con interesse e che ti preoccupi anche della mia incolumità. Bene. Che si può voler di più dalla vita e dagli Amici?
Cerchiamo piuttosto, ora che le lezioni sono finite e che la bella stagione non dovrebbe tardare, di non perderci di vista e di ritrovarci di tanto in tanto tutti insieme per trascorrere qualche ora in lieta compagnia.
E' stato bello conoscervi.
Un caro saluto a te e a Carla,
Francesco

maluferre ha detto...

No sé si lo explicas bien, porque no conozco la zona...buscaré en la red e intentaré documentarme...;-)
La imagen preciosa, me encanta ese cielo.
Un saludo.

CeccoDotti ha detto...

Bienvenida maluferre,
gracias por tu comentarios. Aquì puedes buscàr la zona:

http://www.comuni-italiani.it/092/051/mappa.html

El nombre es Quartu S. Elena.
Un saludo,
Francisco Gomez y Las Plassas

Costantino ha detto...

Ci credo che le divinità dell'Antica Grecia vivevano sulle nubi.
Se sono come queste,sono belle e (se mi è consentito il termine) ieratiche!

silviomini ha detto...

Io proverei a schiarire un po' il terreno. Per il resto è una foto molto bella, con un cielo davvero drammatico.

Spero non abbia scaricato quanto prometteva :-)

CeccoDotti ha detto...

Ciao silviomini,
grazie per la visita, per il gentile commento, e anche per il consiglio.
Non ho schiarito il terreno proprio perché, lasciandolo così, avrebbe contrastato maggiormente con il cielo. Mi piacciono i forti contrasti, e certe volte uso adottarli anche quando dipingo.
Un caro saluto,
Francesco

CeccoDotti ha detto...

Ciao Costantino, grazie per la visita e grazie anche per aver definito il "mio" cielo addirittura un cielo sacralmente... Olimpico!
Un caro saluto,
Francesco