Salutamassòreta

Salutamassòreta

Copyright

L'intero contenuto del sito, comprendente scritti, disegni, vignette, illustrazioni, fotografie non può essere né copiato né replicato su altri siti web, riviste, giornali, CD-ROM o altri tipi di supporto senza il consenso dell'Autore. L'autorizzazione deve essere richiesta per iscritto, via-posta elettronica, direttamente a francescodotti@alice.it e si ritiene accettata solo dopo esplicito assenso scritto dell'Autore.
Il silenzio, pertanto, non significa "assenso" e non dà diritto ad alcuna autorizzazione.
Grazie

The entire contents of the site, including writings, drawings, cartoons, illustrations, photographs can not be copied or replicated on other websites, magazines, newspapers, CD-ROM or other medium without the permission of the Author. The permit must be obtained in writing, via e-mail directly to francescodotti@alice.it and it is considered accepted only after explicit written consent of the Author.
The silence, therefore, does not mean "consent" and does not entitle it to any authorization.

Thanks

Thanks

Avvertenza

Alcuni testi o immagini inseriti in questo blog potrebbero essere tratti da internet e, pertanto, considerati di pubblico dominio. Qualora, però, la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'Autore, vogliate comunicarlo via email.
Saranno immediatamente rimossi.
L'Autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link, né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.
Creative Commons License
Tutte le opere e le immagini di questo blog sono pubblicate sotto una Licenza Creative Commons.

Quartu S. Elena

Stamani, finalmente è spuntato il sole! 
Dopo giorni e giorni di cieli che viravano dal grigio fumo di Londra al grigio topo, finalmente una giornata a colori!! Perciò mi sono fiondato fuori dal mio abituro e ho gironzolato senza mèta per Quartu S. Elena a scattare qualche foto che corro subito a mostrarvi. 
Spero che vi piacciano. A me, sì.

 Questa è Via Bonaria, una strada del Centro storico lunga un centinaio di metri, che snodandosi tra tipiche abitazioni campidanesi conduce nella centrale Piazza Azuni.

 E questa è Piazza Azuni. La piazza, anche se non si vede c'è. Fidatevi. 
Sullo sfondo, svettano il bel campanile - rivestito di maioliche colorate, caratteristica ornamentale ereditata dagli arabi e dagli spagnoli - e la cupola della chiesa parrocchiale di S. Elena, i cui lavori di ristrutturazione sono quasi terminati.

Questa è ancora la Piazza Azuni, in una veduta più ampia che si apre sulla Via Eligio Porcu - strada centralissima e ricca di negozi - e, sullo sfondo, a sinistra, introduce la Piazza S. Elena.

 Qui siamo nella Piazza S. Elena, proprio di fronte alla parrocchiale. 
A questo punto, cari Amiche e stimate Amici, vi meraviglierò. Come? Semplice: li vedete quegli orribili cavi tesi che si stagliano sul cielo azzurro? Bene, questi cavi, che mi davano fastidio, ho deciso di toglierli di mezzo. Non tutti, però, perché altrimenti stanotte sarei ancora stato lì a lavorare. Ho deciso di togliere quelli più in alto, e vi farò vedere il risultato di questa modifica scendendo nei particolari del mio certosino lavoro di cesellatore di azzurri cieli, ecc. ecc.

  In questa immagine e in quella successiva, fortemente ingrandita, vi mostro ciò che rimane dei cavi, durante la complicatissima opera di... smacchiamento.

Complicatissima, perché nel punto in cui i cavi finivano sulla cupola ho dovuto ricostruire praticamente molti dei pixel che formavano l'immagine. Ore e ore di lavoro, ma alla fine sono soddisfatto perché nell'immagine sotto potete vedere il risultato. Che, non perché l'abbia fatto io, mi sembra abbastanza buono.


E questo è il risultato finale. Vi è piaciuto il mio lavoro?

6 commenti:

Tomaso ha detto...

Risultata veramente buono caro Francesco, solo che è solo nella foto, tutti quelli che passeranno vedranno sempre quelli odiati cavi...
Buona serata caro amico.
Tomaso

♥Giusy♥ ha detto...

che bel lavoro!
e che pazienza!
..ma ne è valfa la pena!
^_^ buona serata!

Giusy

CeccoDotti ha detto...

Ciao Tomaso, grazie!
Lo so, i cavi nella realtà restano dove sono, ma io ho provato a far vedere quanto sarebbe più bello se non ci fossero.
Un caro saluto,
Francesco

CeccoDotti ha detto...

Ciao Giusy e grazie per la visita.
In effetti mi ci è voluta tutta la mia pazienza, ma questi "lavoretti" mi piacciono e il tempo mi passa così in fretta che non me ne accorgo.
Grazie per il commento, un caro saluto,
Francesco

maluferre ha detto...

Te ha costado trabajo, pero ha merecido la pena. La imagen se ve mucho mejor.
Gracias por comentar el sitio donde estás, pues así voy conociendo un poquito más de tu tierra.
Un saludo.

Costantino ha detto...

Il progresso....è un groviglio di fili e cavi,ma anche la possibilità di eliminarli, almeno virtualmente....