Salutamassòreta

Salutamassòreta

Copyright

L'intero contenuto del sito, comprendente scritti, disegni, vignette, illustrazioni, fotografie non può essere né copiato né replicato su altri siti web, riviste, giornali, CD-ROM o altri tipi di supporto senza il consenso dell'Autore. L'autorizzazione deve essere richiesta per iscritto, via-posta elettronica, direttamente a francescodotti@alice.it e si ritiene accettata solo dopo esplicito assenso scritto dell'Autore.
Il silenzio, pertanto, non significa "assenso" e non dà diritto ad alcuna autorizzazione.
Grazie

The entire contents of the site, including writings, drawings, cartoons, illustrations, photographs can not be copied or replicated on other websites, magazines, newspapers, CD-ROM or other medium without the permission of the Author. The permit must be obtained in writing, via e-mail directly to francescodotti@alice.it and it is considered accepted only after explicit written consent of the Author.
The silence, therefore, does not mean "consent" and does not entitle it to any authorization.

Thanks

Thanks

Avvertenza

Alcuni testi o immagini inseriti in questo blog potrebbero essere tratti da internet e, pertanto, considerati di pubblico dominio. Qualora, però, la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'Autore, vogliate comunicarlo via email.
Saranno immediatamente rimossi.
L'Autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link, né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.
Creative Commons License
Tutte le opere e le immagini di questo blog sono pubblicate sotto una Licenza Creative Commons.

Contributo di solidarietà



L'altra mattina (24 agosto), su "La Repubblica" (quella vera, cioè il quotidiano), a pag. 18, ho letto l'intervista che Roberto Mania ha fatto alla presidente di Confindustria, Signora Marcegaglia, a proposito delle tasse sui ricchi: cioè sul "contributo di solidarietà" oltre i 90 mila e i 150 mila euri.
La risposta è stata: "Guardi, io sono totalmente in disaccordo col contributo di solidarietà inserito nel decreto sulla manovra. Chi prende 90 mila euro, soprattutto se ha figli a carico, non è certo ricco..."
Bene, Signora Marcegaglia, chi prende 90 mila euro non è ricco, dice Lei. E allora, chi ne prende 26 mila - o addirittura di meno - cos'è: un morto di fame? Perché se così fosse sappia che il nostro Paese è pieno di "morti di fame" che mantengono una famiglia con 26 mila euro. Anch'io lo sono stato, quando prendevo 1.300.000 lire e mantenevo, devo dire anche con decorosa dignità, una moglie e due figli. Pagando il libri di scuola, senza sconti o facilitazioni per le famiglie "disagiate", l'affitto di casa, la rata della macchina usata, le bollette e tutto il resto. Ogni tanto mi lamentavo, ma... tanto mi passava il "convento" e ci dovevamo accontentare. Non siamo mai andati in vacanza, al ristorante, all'estero, niente abiti "firmati" - al massimo aspettavamo i saldi quando arrivava la tredicesima. 
Sono stato un "morto di fame", e lo sono ancora perché in tutti questi anni non mi è riuscito neppure fare carriera. E sa cosa Le dico? Che stiamo bene anche così, perché nel frattempo abbiamo mantenuto una linea invidiabile. Senza personal trainer, diete mirabolanti, palestre o footing da infarto, piscine e robe simili. 
E mi sta ancora l'abito di quando mi sono sposato: settembre 1973!
Cordialmente,
Francesco Dotti

13 commenti:

♥Giusy♥ ha detto...

no comment!
che tristezza!
:(

Tomaso ha detto...

l'ITALEA DELLE STRANEZZE NON SI CAPISCE PIÙ NIENTE...
QUANTE VOLTE MI DICO CHE SONO UN ITALIANO FORTUNATO CHE VIVO ALL'ESTERO SE ANCHE QUALCHE NOPSTALGIA CÈ LO.
TOMASO

CeccoDotti ha detto...

A chi lo dici... :(

Ciao

CeccoDotti ha detto...

Ciao Tomaso, sei fortunato sì!
A parte le bellezze, indiscutibili, del nostro Paese, per il resto consolati: non ti sei perso niente...
Ciao, Francesco

Franz ha detto...

e non è la sola ad essere in disaccordo...anche Casini ha avuto la faccia tosta di dire in TV che con 4000€ nette al mese una famiglia con due figli non può vivere........per il resto...no comment.....diverrei volgare!

Angela Maria Russo ha detto...

cari saluti da un'altra morta di fame con stipendio molto al di sotto dei 90.000 euro... molto molto sotto!! Comunque sono convinta di essere molto ma molto più ricca della signora di cui sopra con tutti i suoi tubi innocenti1
ciao

Angela Maria Russo ha detto...

cari saluti da un'altra morta di fame con stipendio molto al di sotto dei 90.000 euro... molto molto sotto!! Comunque sono convinta di essere molto ma molto più ricca della signora di cui sopra con tutti i suoi tubi innocenti!
ciao

CeccoDotti ha detto...

Ciao Angela, e grazie per il tuo, vero, "contributo di solidarietà" per quanto ho scritto.
Lo so che fa rabbia, soprattutto perché ci rendiamo conto della distanza, non solo economica, che ci separa da certe persone.
Alle quali auguro, sinceramente e malgrado tutto, sonni tranquilli.
Ciao e buon fine settimana,
Francesco

CeccoDotti ha detto...

Ciao Franz,
non te la prendere. In questo momento abbiamo altri... casini a cui pensare!
Un abbraccio, Francesco

Carla, i colori...pensieri della mia mente. ha detto...

L'indignazione è sempre tanta tutte le volte che ascoltiamo il tg.
Secondo me questi vivono proprio fuori dalla realtà. Spesso mi chiedo se sanno di che cosa parlano?
Probabilmente sono talmente presi dal loro continuo arraffare che tutto diventa normale, ma il paradosso è che ancora una volta, sanno che ci siamo solo quando hanno bisogno di cassa.Penso sia arrivao il momento di dagliela in testa...ma non solo a qualcuno, ma davvero a tutti.

CeccoDotti ha detto...

Ciao Carla, hanno semplicemente problemi molto diversi dai nostri.
Se moltiplicassimo i soldi che raccattano qua e là ogni anno per il numero degli anni che sono stati presenti nel "panorama istituzionale", risulterebbe che in cassaforte hanno di che vivere per almeno tre vite.
Così spero che quella "cassa", se non in testa, ma almeno su un piede, prima o poi gli ci finisca... forte!
Ciao

maluferre ha detto...

No es más feliz el que más tiene, sino el que sabe administrar lo que tiene. De todas las maneras la persona que dijo ese comentario no está capacitada para hablar en publico porque lo menos que podía hacer era documentarse y saber cual es el sueldo medio de un trabajador.
Saludos amigo.

CeccoDotti ha detto...

Malù tienes razón, la Dama es una empresaria y los trabajadores los vea a distancia. Mucha distancia...
Ciao y buenas noches,
Francisco