Salutamassòreta

Salutamassòreta

Copyright

L'intero contenuto del sito, comprendente scritti, disegni, vignette, illustrazioni, fotografie non può essere né copiato né replicato su altri siti web, riviste, giornali, CD-ROM o altri tipi di supporto senza il consenso dell'Autore. L'autorizzazione deve essere richiesta per iscritto, via-posta elettronica, direttamente a francescodotti@alice.it e si ritiene accettata solo dopo esplicito assenso scritto dell'Autore.
Il silenzio, pertanto, non significa "assenso" e non dà diritto ad alcuna autorizzazione.
Grazie

The entire contents of the site, including writings, drawings, cartoons, illustrations, photographs can not be copied or replicated on other websites, magazines, newspapers, CD-ROM or other medium without the permission of the Author. The permit must be obtained in writing, via e-mail directly to francescodotti@alice.it and it is considered accepted only after explicit written consent of the Author.
The silence, therefore, does not mean "consent" and does not entitle it to any authorization.

Thanks

Thanks

Avvertenza

Alcuni testi o immagini inseriti in questo blog potrebbero essere tratti da internet e, pertanto, considerati di pubblico dominio. Qualora, però, la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'Autore, vogliate comunicarlo via email.
Saranno immediatamente rimossi.
L'Autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link, né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.
Creative Commons License
Tutte le opere e le immagini di questo blog sono pubblicate sotto una Licenza Creative Commons.

Manovra 2011

Cari Amici, io ho il difetto (o il pregio?) di anticipare quasi sempre, interpretandolo più o meno bene, quello che si vocifera dalle parti di coloro che si dannano per... farci stare meglio. I quali, è arcinoto, ogni giorno ne inventano una diversa che, però, va sempre nella solita direzione che vi lascio immaginare. E siccome questa vignetta che risale addirittura allo scorso mese di febbraio ne è la prova, la rimetto evitando di farne un'altra perché fa caldo.
Quindi, come volevasi dimostrare, l'acutissimo Tremonti ci ha messo davvero poco a trovare la soluzione per - dice lui - risparmiare un po' di soldi: li togliamo - ancora - agli enti locali.
Semplice come bere un bicchiere d'acqua (o di fiele, per noi). 
Poi, se comuni, province e regioni non ce la faranno ad andare avanti, sapranno già in quali tasche infilare le mani. Per questo è sufficiente coniare un decretino - da trasformare in leggina - che consenta loro di aumentare l'aliquota dell'addizionale Irpef che già paghiamo, e i giochi son fatti!
Naturalmente, da qui a tagliarsi gli stipendi e tutto il resto ce ne passeranno di chiacchiere da bar. E statene certi che prima di togliersi un euro dalle loro tasche, a forza di chiacchiere saranno disposti anche ad "azzerarsi la salivazione" - come diceva il buon Paolo Villaggio.
Se proprio si vorrà fare ci penseranno i prossimi governi. Come del resto è sempre stato. 


Sul sito dell'Agenzia dell'Entrate (il primo link qui sotto) potete scaricare, e salvare in Pdf,  l'elenco di tutti i comuni italiani con il relativo importo delle addizionali Irpef. Magari ci trovate anche il vostro, così vi togliete il pensiero (o ve lo mettete...):

http://www.agenziaentrate.gov.it/wps/portal/entrate/cosa_devi_fare/!ut/p/c4/04_SB8K8xLLM9MSSzPy8xBz9CP0os3gnA3-_4BCjYFe_UHcnA09Hd78wT2NHY3dvM_2CbEdFADbT_Z8!/?1dmy&urile=wcm%3Apath%3A/Nsilib/Nsi/Home/CosaDeviFare/Dichiarare/DichiarazioniRedditiPF/730+2011/Addizionale+comunale+730+2011/




Qui, invece, trovate l'importo dell'addizionale 2011 (lo 0,50% del reddito imponibile) per il Comune di Quartu S. Elena:


http://www.globallaboratory.it/pit/addcom/r20/p19/addizionale_comunale_quartu_sant_elena.htm

A proposito degli aumenti di questa addizionale, per i comuni che sono a "stecchetto" può salire fino allo 0,80%. Se, in seguito, verrà anche introdotta l'Imu (Imposta municipale unica), resterà da vedere cosa succede ai proprietari di case, per ora le seconde, fino a quando non decideranno di rimetterla anche per la sola casa dove si abita. Mai mettere limiti all'emergenza, o alla convenienza, lasciando da parte la provvidenza.
Poi ci sono anche le addizionali Regionali. Ve n'eravate scordati? Che potranno aumentare fino all'1,4%, con punte superiori per quelle regioni che non rispettano il Patto di stabilità. Ovvero che "sforano" per sprechi e inefficienze. Insomma, loro spendono male perché non sanno amministrare e i danni li paghiamo tutti noi. Davvero democratico!

E qui (davvero un bel sito, completo di tutto) trovate il testo aggiornato della manovra "correttiva" per il 2011:

http://www.studiocataldi.it/news_giuridiche_asp/news_giuridica_10524.asp

Tra un po' ricomincia la scuola e ci sarà un nuovo salasso per l'acquisto dei libri e di tutto l'occorrente per studiare, per poi finire, una volta "maturati", nelle liste di attesa con tutti gli altri. 

Buon divertimento e... sogni d'oro. Se non ci tassano pure quelli.
Capirete, sono d'oro...

4 commenti:

Tomaso ha detto...

È sempre il solito discorso alla fine che ne accorgiamo che il nostro salvadanaio è sempre vuoto.
Ciao caro Francesco buona giornata.
Tomaso

Costantino ha detto...

Oltre che bravissimo disegnatore,fotografo,acuto e pungente vignettista,anche un
pochino profetico!
Ciao,Costantino

CeccoDotti ha detto...

Caro Costantino, che vuoi che ti dica... prima di andare in pensione con la minima, ho fatto il vice-oracolo a Delfi per diversi anni per conto di un certo Febo Apollo e una certa praticaccia l'ho acquisita.
Ora non posso far finta di nulla gettando così alle urtìche tutto quello che ho imparato, non ti pare?
Grazie per tutti i complimenti che mi fai, e che spero meritati.
Un caro sallustio e buon fine settimacchia,
Francesco

CeccoDotti ha detto...

Salvadanaio, Tomaso?!
Quale? Mai avuto un salvadanaio, neppure da bambino. Figuriamoci da pensionato. Per metterci cosa?
Ciao e buona giornata anche a te
Francesco