Salutamassòreta

Salutamassòreta

Copyright

L'intero contenuto del sito, comprendente scritti, disegni, vignette, illustrazioni, fotografie non può essere né copiato né replicato su altri siti web, riviste, giornali, CD-ROM o altri tipi di supporto senza il consenso dell'Autore. L'autorizzazione deve essere richiesta per iscritto, via-posta elettronica, direttamente a francescodotti@alice.it e si ritiene accettata solo dopo esplicito assenso scritto dell'Autore.
Il silenzio, pertanto, non significa "assenso" e non dà diritto ad alcuna autorizzazione.
Grazie

The entire contents of the site, including writings, drawings, cartoons, illustrations, photographs can not be copied or replicated on other websites, magazines, newspapers, CD-ROM or other medium without the permission of the Author. The permit must be obtained in writing, via e-mail directly to francescodotti@alice.it and it is considered accepted only after explicit written consent of the Author.
The silence, therefore, does not mean "consent" and does not entitle it to any authorization.

Thanks

Thanks

Avvertenza

Alcuni testi o immagini inseriti in questo blog potrebbero essere tratti da internet e, pertanto, considerati di pubblico dominio. Qualora, però, la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'Autore, vogliate comunicarlo via email.
Saranno immediatamente rimossi.
L'Autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link, né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.
Creative Commons License
Tutte le opere e le immagini di questo blog sono pubblicate sotto una Licenza Creative Commons.

Olbia stazzo

Ecco di nuovo uno stazzo gallurese. 
Ormai sapete cosa sono gli stazzi, e non sto a ripetervelo, ma questo si trova sulla strada che da Olbia conduce a San Teodoro (la vecchia SS 125) e d'estate viene utilizzato come "stazione" per i mezzi antincendio e il personale di servizio.
In realtà vi confesso che non è proprio come l'ho dipinto, infatti la strada in primo piano non esiste (al suo posto ce n'è una, asfaltata e trafficatissima), e il mare sullo sfondo è invero molto più lontano. Tanto lontano che... non si vede neppure. Ma io ho voluto immaginarlo lo stesso, anche per avere un... aiutino per lo sfondo.
Ah, mi stavo dimenticando di dirvi quale tecnica ho usato. 
Dunque... vediamo un po'... per il cielo e qualche pezzo dello sfondo, l'acquerello; per il resto, invece, le tempere, utilizzate sia come "guazzetto" (tipo il pesce in umido, per avere un'idea), sfruttandone le trasparenze, che "a corpo", e quindi più dense e coprenti. 
Il formato è abbastanza piccolo: circa cm. 10x 10, e la carta... non me lo ricordo.

2 commenti:

Giada ha detto...

Secondo me quando si fa un paesaggio,è molto bello metterci del proprio. Io all'inizio facevo una cosa quasi fotografica, ma adesso ho scoperto che è molto più divertente fare qualche modifica, tipo "licenza poetica".
Questo stazzo che hai postato qui mi piace molto!

CeccoDotti ha detto...

E' vero, talvolta la realtà può anche essere "migliorata" da un po' di fantasia.
E ogni tanto mi abbandono volentieri a queste... licenze.
Un caro saluto, Francesco