Salutamassòreta

Salutamassòreta

Copyright

L'intero contenuto del sito, comprendente scritti, disegni, vignette, illustrazioni, fotografie non può essere né copiato né replicato su altri siti web, riviste, giornali, CD-ROM o altri tipi di supporto senza il consenso dell'Autore. L'autorizzazione deve essere richiesta per iscritto, via-posta elettronica, direttamente a francescodotti@alice.it e si ritiene accettata solo dopo esplicito assenso scritto dell'Autore.
Il silenzio, pertanto, non significa "assenso" e non dà diritto ad alcuna autorizzazione.
Grazie

The entire contents of the site, including writings, drawings, cartoons, illustrations, photographs can not be copied or replicated on other websites, magazines, newspapers, CD-ROM or other medium without the permission of the Author. The permit must be obtained in writing, via e-mail directly to francescodotti@alice.it and it is considered accepted only after explicit written consent of the Author.
The silence, therefore, does not mean "consent" and does not entitle it to any authorization.

Thanks

Thanks

Avvertenza

Alcuni testi o immagini inseriti in questo blog potrebbero essere tratti da internet e, pertanto, considerati di pubblico dominio. Qualora, però, la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'Autore, vogliate comunicarlo via email.
Saranno immediatamente rimossi.
L'Autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link, né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.
Creative Commons License
Tutte le opere e le immagini di questo blog sono pubblicate sotto una Licenza Creative Commons.

Tomba dei Giganti Is Concias

Da tempo mi avevano parlato della Tomba dei Giganti "Is Concias", che si trova a una ventina di chilometri da Cagliari, sulle prime pendici montuose che abbracciano il Golfo degli Angeli, ed ero curioso di visitarla.

 Panorama del Golfo degli Angeli e della Sella del Diavolo

Siccome mi ero stufato di fare vignette sulle tragedie economiche nostrane, autoterrorizzandomi sulla fine dei miei scarsi risparmi bancari, ho pensato che aria e sole mi avrebbero rigenerato nel fisico ma soprattutto nello spirito.
E così stamattina, approfittando della bella giornata piena di sole e ancora calda nonostante siamo più vicini a Natale che a Pasqua, dopo aver messo i soliti 5 euri di benzina nella Panda "giallo ottimista", ho preso moglie e macchina fotografica e siamo partiti tutti insieme per l'escursione alla Tomba. In fondo, ho pensato, quale mèta più idonea per me, che ormai sono più vicino alla... tomba che alla culla, di una visita a una Tomba dei Giganti
La stradina, stretta ma dal fondo abbastanza buono e asfaltato, ha cominciato a inerpicarsi quasi subito tra le balze montane snodandosi in una serie infinita di curve e curvette tra la fitta vegetazione di lentischi, querce, lecci e corbezzoli (gli alberi, non l'esclamazione...), e dopo alcuni chilometri il megalitico Monumento mi è apparso in tutta la sua bellezza.

 Cielo, mio marito... montagne e rocce!

Mi sono arrampicato qua e là, saltando come un camoscio stambeccato da una roccia all'altra e scattando le solite foto che vi mostro, sperando che siano di vostro gradimento.



Tomba ed Esedra (vedi Wikipedia) con fungo

Esedra con bètilo (vedi Wikipedia) all'ingresso 

Ingresso e bètilo

Esedra e ingresso con moglie

Rocce e dintorni

Quercia e dintorni

Per le descrizioni più dettagliate sul percorso da seguire e sul bel Monumento megalitico, vi rimando al solito sito de "Il Portale Sardo", che ne sa più di me:

http://www.ilportalesardo.it/archeo/quartucciu.htm

4 commenti:

bluoso ha detto...

Ciao Francesco, il tuo servizio è straordinario, foto che dimostrano la bellezza di un ambiente che mi sembra incontaminato ed è 'cosa' preziosa. Mi piace pensarti a 'caccia' di bellezze, immagino che la tua giornata vissuta così sia davvero 'piena'. Naturalmente splendide anche le tue vignette 'politiche', sei ispiratissimo in questo momento di crisi... Serena notte e buon inizio di dicembre. Con affetto. Luigi.

CeccoDotti ha detto...

Carissimo Luigi, mi fa piacere risentirti ogni tanto. E' un periodo difficile, questo, in cui sento messa a rischio addirittura la mia sopravvivenza. Ciò probabilmente scatena la mia creatività più critica, e mi spinge a disegnare vignette invece dei "soliti" acquerelli.
Ma non per questo ho dimenticato la pittura, alla quale torna sempre il mio pensiero e il proposito di, prima o poi, riprenderla dedicandole il tempo che merita.
Qua, piuttosto che a dicembre sembra d'essere in primavera inoltrata: anche oggi è una bellissima giornata, un po' umida, ma calda e soleggiata. Se non altro è un gran risparmio di combustibile per il riscaldamento!
Un abbraccio e a presto, Francesco

bluoso ha detto...

Caro Francesco, se si tratta di salute ti faccio col cuore il mio augurio grande. Se in questo momento ti fa bene 'sfogarti', buttar fuori la preoccupazione, spero che presto tu possa ritrovare il modo per coltivare anche il tuo talento pittorico. Approfitta della buona temperatura ed esci, il contatto con la bellezza dell'ambiente dovrebbe farti bene, succede così a me... Ciao e a presto, luigi.

CeccoDotti ha detto...

Caro Luigi, tranquillizzati! Non si tratta di salute, fortunatamente.
Mi riferivo, invece, alla "sopravvivenza pensionistica" mia e di tanti altri come me. Di questo passo, il "fine mese" diventerà per molti un traguardo sempre più irraggiungibile... Senza contare i giovani, che stanno già da anni col culo per terra!
Eppure ci sono ancora dirigenti d'aziende parastatali, vedi Finmeccanica, che lo Stato "premia" con liquidazioni da capogiro: per esempio, i 4 milioni e passa di euri liquidati al presidente Guarguaglini, che ha mollato la poltrona dirigenziale. Quattro milioni e più, quando ci sono anziani costretti a campare ancora oggi con 500 euri al mese! Questa è la vergogna! Non basterebbero 10 vite, a questi sciagurati, per consumare tutto quel denaro. E poi hanno il coraggio di nominare "l'equità". Vergogna!
Queste, sono le cose che mi fanno imbestialire. Ma purtroppo posso solo scriverlo e disegnarlo.
Vabbe'... lasciamo stare, tanto, prima che cambi qualcosa...
L'altro giorno ho portato 5-6 acquerelli in una Galleria. Sono piaciuti, ma c'è la crisi e con le vendite sono fermi. La gallerista mi ha consigliato di lasciarli per tutto il periodo natalizio, e poi vediamo che succede. Non saranno certo quei pochi soldi ricavabili dalla loro eventuale vendita ad "arricchirmi", ma se non altro potrebbero essere una spinta a riprendere con la pittura. Ho già la casa piena di cartelle con oli, oli su carta e cartone, acrilici, tempere, chine e acquerelli... dovrei forse aggiungerne altri al mucchio che ho?
E' anche questo, che mi frena e mi fa andare via la voglia.
Bah... vedremo... poi ti saprò dire.
Se domani fa bel tempo esco di nuovo. Mi farà senz'altro bene.
Intanto ti ringrazio e ti auguro un magnifico fine settimana!
Con affetto, Francesco