Salutamassòreta

Salutamassòreta

Copyright

L'intero contenuto del sito, comprendente scritti, disegni, vignette, illustrazioni, fotografie non può essere né copiato né replicato su altri siti web, riviste, giornali, CD-ROM o altri tipi di supporto senza il consenso dell'Autore. L'autorizzazione deve essere richiesta per iscritto, via-posta elettronica, direttamente a francescodotti@alice.it e si ritiene accettata solo dopo esplicito assenso scritto dell'Autore.
Il silenzio, pertanto, non significa "assenso" e non dà diritto ad alcuna autorizzazione.
Grazie

The entire contents of the site, including writings, drawings, cartoons, illustrations, photographs can not be copied or replicated on other websites, magazines, newspapers, CD-ROM or other medium without the permission of the Author. The permit must be obtained in writing, via e-mail directly to francescodotti@alice.it and it is considered accepted only after explicit written consent of the Author.
The silence, therefore, does not mean "consent" and does not entitle it to any authorization.

Thanks

Thanks

Avvertenza

Alcuni testi o immagini inseriti in questo blog potrebbero essere tratti da internet e, pertanto, considerati di pubblico dominio. Qualora, però, la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'Autore, vogliate comunicarlo via email.
Saranno immediatamente rimossi.
L'Autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link, né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.
Creative Commons License
Tutte le opere e le immagini di questo blog sono pubblicate sotto una Licenza Creative Commons.

Urne subito!

 

Che la sinistra avrebbe esultato lo si sapeva già,  come del resto si sapeva che non sarebbe mai stata in grado di proporre alternative credibili al "tiranno", al "satrapo", soprattutto per far uscire l'Italia dalla crisi. E così ha capitolato. 
E' molto più comodo: si sta a guardare e si critica il lavoro degli altri, e poi... non si sbaglia.
C'è solo da sperare che il nuovo Presidente del Consiglio vada dritto per la sua strada, sperando sia quella giusta e che non incroci quella, malmessa e accidentata dei "soliti noti". Perché, è utile ricordarlo, il suo è comunque un governo di tecnocrati e banchieri, e le misure "eccezionali" che sarà costretto a prendere ci auguriamo che questa volta partano dai redditi più alti, e comunque in ragione della capacità contributiva di ognuno di noi, secondo i dettami della Costituzione.

4 commenti:

Elio ha detto...

Ciao, ero rimasto alle pale eoliche e mi sono goduto tutte le vignette fino quest'ultima. Superbo. Come dicevo a tuo cugino, 2 minuti fa, sono molto impegnato con le associazioni di cui faccio parte e quindi non posso avere la regolarità di una volta per visitare i blog di tutti i miei amici. Spero di essere scusato. Buonanotte.

CeccoDotti ha detto...

Tranquillo, ti capisco. Il giramento di pale di questi tempi riguarda un po' tutti. Non ti preoccupare, anch'io ho un sacco di cose da fare e un paio di visite in giro sui blog degli Amici dovrei farmeli. Se non altro per ricambiare la cortesia nei miei confronti.
Ci sentiamo presto, un caro saluto e...
sogni d'oro (se non te li tassano!)
Francesco

Alex ha detto...

"...il suo è comunque un governo di tecnocrati e banchieri..." Appunto, giusta osservazione Cecco. Ma cosa c'entrano con lui le bandiere rosse sventolate Sabato sera? Mah!

CeccoDotti ha detto...

Ciao Alex, benvenuto da me!
Personalmente non ho mai partecipato ad alcuna manifestazione di piazza. Non mi piacciono, si fa solo casino e quasi mai si condivide tutto di tutti. E poi spesso sono pericolose e violente. Me lo dicevano anche i miei, quando ero ancora studente. E così me ne stavo a casa.
Per le "bandiere rosse", anche quelle non le condivido, e soprattutto non condivido le urla, le monetine e le offese. Ci sono molti altri modi, più civili e democratici, per dimostrare il proprio dissenso e si può fare anche sfilando in silenzio per le strade, magari senza esibire appartenenze politiche, ma solo come cittadini. E anche senza stappare bottiglie, brindare, o mangiare fette di mortadella in Parlamento (ricordi la caduta di Prodi? Che vergogna!)
Spero di aver bene interpretato il tuo commento e di non essere uscito "fuori tema".
Un caro saluto e a presto, Francesco