Salutamassòreta

Salutamassòreta

Copyright

L'intero contenuto del sito, comprendente scritti, disegni, vignette, illustrazioni, fotografie non può essere né copiato né replicato su altri siti web, riviste, giornali, CD-ROM o altri tipi di supporto senza il consenso dell'Autore. L'autorizzazione deve essere richiesta per iscritto, via-posta elettronica, direttamente a francescodotti@alice.it e si ritiene accettata solo dopo esplicito assenso scritto dell'Autore.
Il silenzio, pertanto, non significa "assenso" e non dà diritto ad alcuna autorizzazione.
Grazie

The entire contents of the site, including writings, drawings, cartoons, illustrations, photographs can not be copied or replicated on other websites, magazines, newspapers, CD-ROM or other medium without the permission of the Author. The permit must be obtained in writing, via e-mail directly to francescodotti@alice.it and it is considered accepted only after explicit written consent of the Author.
The silence, therefore, does not mean "consent" and does not entitle it to any authorization.

Thanks

Thanks

Avvertenza

Alcuni testi o immagini inseriti in questo blog potrebbero essere tratti da internet e, pertanto, considerati di pubblico dominio. Qualora, però, la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'Autore, vogliate comunicarlo via email.
Saranno immediatamente rimossi.
L'Autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link, né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.
Creative Commons License
Tutte le opere e le immagini di questo blog sono pubblicate sotto una Licenza Creative Commons.

La Fiat se ne va?

Io non credo che l'eccellente e versatile Dott. Marchionne voglia portare la Fiat da un'altra parte. Va bene lasciare Confindustria, ma addirittura l'Italia!...
Come cliente Fiat, mi sentirei tradito (per non parlare degli operai....).
E con me anche la mia fedele Panda "giallo ottimista" che in questi quattro anni, in perfetta sicurezza elettromeccanica e consumando pochissimo in discesa, mi ha scarrozzato in lungo & largo per la Sardegna e la Penisola, e mi è stata anche di validissimo aiuto nel recente trasloco dalle Isole Fiji.

4 commenti:

wheatgerm ha detto...

great blog

Elio ha detto...

Ciao Cecco, non ti ho dimenticato. Sono andato a vedermi sia le vignette che le foto dei post precedenti. Non buttarti giù troppo, le foto sono buone. Io mi chiedo : quando si capirà che questi sbalzi di tempo sono dovuti al fatto che l'uomo non rispetta la natura?
Per quanto riguarda la Fiat, penso si tratti più che altro di un ricatto, visto che la proposta indecente di mettere a zero il contratto di lavoro, non è stata accettata. Qui in Francia è la stessa cosa, ma in un altro modo. Socialisti e Verdi stanno mettendosi d'accordo per eliminare gradualmente il nucleare. Areva, la più grande industria nucleare d'Europa, ha annunciato 2.000 licenziamenti. Forse per togliere 2.000 voti alla sinistra? Vedremo come andrà a finire nel maggio 2102.
Buona serata e, tieni presente, che, anche se non lo dico sempre, le tue vignette mi piacciono molto. Quindi datti pure alla fotografia, ma ogni tanto facci ridere. Ciao.

CeccoDotti ha detto...

Ciao carissimo, bentornato!
Io non m'intendo né di politica né di economia. La prima, la vedo unicamente come un servizio al popolo; mentre l'altra, ahimè, sono anni che la pratico e ormai mi ci sono abituato e non ci faccio più caso.
Per il tempo (atmosferico) sono d'accordo con te: ormai la Natura è stata violentata per troppo tempo, e ora giustamente ci restituisce tutto con gli interessi. Per le fabbriche, le merci, e i consumi in genere, è chiaro che non puoi comprarti ogni anno tutte le cose che vengono prodotte. Che sono troppe, e che generalmente servono per fare arricchire chi le produce. Basterebbe accontentarsi tutti di un po' meno cose. Così ci sarebbe un giusto consumo, un equilibrio tra produzione e consumi, con minori "rimanenze" e invenduti, e tutti, forse, saremmo più felici. Invece, tutti vogliamo tutto, troppo, e subito, senza rinunciare a nulla. Questo in teoria. Ma se volessimo potrebbe diventare anche la pratica. Io ho dell'abbigliamento vario che non cambio da diversi anni, e mi metto sempre più o meno le solite cose. Ho il computer da quattro anni, che funziona benissimo, la macchina da quattro (e vado quasi sempre a piedi o in bici), non vado in vacanza, non sono mai stato all'estero (non ho neppure il passaporto!); insomma, potrei farti un elenco infinito di cose che non ho, che non faccio, e che non desidero neppure. Ma non mi manca nulla, sto bene così e quando penso a qualche desiderio da realizzare mi viene in mente solo quello di avere una casa per conto mio, con un garage per la bici (che ora invece è coperta da un telone in cortile). Abito in un piccolo condominio dove andiamo d'accordo tra noi, in una città che mi offre tutto quello che mi serve, circondato da persone simpatiche e affabili. Perché mi dovrei complicare la vita con desideri irrealizzabili, o sognando cose inutili? Di notte dormo benissimo e non ho incubi, né debiti. Però quel poco che ho lo difendo con orgoglio e con forza perché me lo sono conquistato anno dopo anno, e quando dei politici incapaci e rapaci me lo vogliono portare via, allora sì che m'incazzo come una jena!! Tutto qui.
Ma in fondo la vita è bella anche così!
Ciao Elio, un caro saluto, un abbraccio e buon inzio settimana, Francesco

CeccoDotti ha detto...

Hi Wheatgerm, I had not seen your comment. Sorry.
Thank you very much: your it is a much appreciated comment!!
Best wishes,
Francesco