Salutamassòreta

Salutamassòreta

Copyright

L'intero contenuto del sito, comprendente scritti, disegni, vignette, illustrazioni, fotografie non può essere né copiato né replicato su altri siti web, riviste, giornali, CD-ROM o altri tipi di supporto senza il consenso dell'Autore. L'autorizzazione deve essere richiesta per iscritto, via-posta elettronica, direttamente a francescodotti@alice.it e si ritiene accettata solo dopo esplicito assenso scritto dell'Autore.
Il silenzio, pertanto, non significa "assenso" e non dà diritto ad alcuna autorizzazione.
Grazie

The entire contents of the site, including writings, drawings, cartoons, illustrations, photographs can not be copied or replicated on other websites, magazines, newspapers, CD-ROM or other medium without the permission of the Author. The permit must be obtained in writing, via e-mail directly to francescodotti@alice.it and it is considered accepted only after explicit written consent of the Author.
The silence, therefore, does not mean "consent" and does not entitle it to any authorization.

Thanks

Thanks

Avvertenza

Alcuni testi o immagini inseriti in questo blog potrebbero essere tratti da internet e, pertanto, considerati di pubblico dominio. Qualora, però, la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'Autore, vogliate comunicarlo via email.
Saranno immediatamente rimossi.
L'Autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link, né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.
Creative Commons License
Tutte le opere e le immagini di questo blog sono pubblicate sotto una Licenza Creative Commons.

Rating Italia



E... ditemi un po': quelli ancora in corso di festeggiamenti, saranno i primi o gli ultimi 150 anni dell'Unità d'Italia?
 

Lu Brandali - stazzo

Questo è un vecchio "stazzo" o, meglio, un ben più modesto e piccolissimo rifugio di qualche pastore, costruito sulla sommità di una pietra granitica di notevoli dimensioni.
Ormai quasi diroccato, ha solo una stanza, una porta, una finestra e, in un angolo, un piccolo caminetto.
Si trova nel territorio di Santa Teresa di Gallura - che io, contrariamente al nuovo nome "Santa Teresa Gallura" appioppatogli da qualche anno, preferisco continuare a chiamare romanticamente così -, lungo una stradetta "bianca" nei pressi del villaggio nuragico di "Lu Brandali", sulla collina che domina la baia di Santa Reparata.
La "stradetta", se in questi anni non l'hanno rimessa a posto e uno la vuole percorrere tutta in macchina per poi andare dal meccanico a sostituire gli ammortizzatori (e non solo), dopo qualche chilometro di buche e scossoni finalmente sbuca sulla litoranea per Vignola-Castelsardo.
E' uno di quegli acquerelli di qualche anno fa, dipinto velocemente sul posto, quando ancora andavo in giro con la mia valigetta piena zeppa di colori & pennelli e avevo più fantasia...
 

Università e ricerca

"Mettersi al passo con la modernità, rispettando le disponibilità di bilancio degli Atenei": questa una delle ricette di Mariastella Gelmini per riformare l'Università italiana.
In tempi di crisi, bisogna risparmiare su tutto. Non sarà per questo che il figlio del nostro amico s'è accattato l'ultimo modello del "vespino" 50?

Riforma economica 2011

Sembra che il ministro Tremonti abbia intenzione di fare sul serio. Ho letto che ha in mente di tagliare un sacco di privilegi alla "casta" ministeriale: dalle auto blu (le metterà verdi?...) ai voli "di Stato", per continuare coi vitalizi, le pensioni, i compensi dei pubblici amministratori, la riduzione dei parlamentari, i tagli ai finanziamenti dei partiti, e tante altre cose che hanno sempre a che vedere con la vituperata "casta" ormai quotidianamente sulla bocca di tutti.
Pare che sulle sforbiciate tremontiane annunciate ore rotundo tutti gli interessati siano d'accordo (figuriamoci noi, che siamo anni che lo diciamo!), almeno a parole. Come sempre. 
Non resta che aspettare per vedere se lo saranno anche nei fatti...
Io, comunque, non ci credo fino a quando lo vedo. E voi?

Guardia Vecchia - La Maddalena

Prima che finisca il periodo delle celebrazioni per l'Unità d'Italia, voglio mettere questo acquerello di Guardia Vecchia. Anticamente usato come prigione, il Forte San Vittorio (questo era il suo nome in origine) ha "ospitato" nelle sue celle Vincenzo Sulis, avventuroso capopopolo che ha segnato la Storia della Sardegna dell'Ottocento.
Oggi Guardia Vecchia è una importante stazione meteorologica militare, oltre che centrale operativa per le emergenze in mare, che fa capo alla Capitaneria di Porto - Guardia Costiera di La Maddalena.

Idrovora del Rollone

E' da un paio di giorni - forse anche tre, probabilmente quattro - che cerco di tirar fuori un acquerello "decente" dall'idrovora del "Rollone", a me tanto cara, e questo è ciò che ne è venuto fuori. La difficoltà maggiore è stata quella di farlo entrare tutto intero sul piano dello scanner. 
Infatti, siccome era troppo largo, ho dovuto scansionarlo in due parti che successivamente ho riunito. Con scarsi risultati, che non vi sto a spiegare ma che senza dubbio l'occhio attento di qualcuno tra voi noterà subito. 
Anzi, a questo punto ve li spiego perché mi costa poco: a  causa forse di qualche ignota regolazione dei parametri dello scanner, oltre a quelli di Maastricht, l'intensità dei toni della parte sinistra è uscita maggiore rispetto a quella di destra, e perciò risulta leggermente più scura.
Mi dispiace, e, esso difetto, non fa che aumentare i miei dubbi sulle mie capacità di... operatore compiuteristico. O di pittore... Fate voi.

Molentargius

L'altra mattina, verso il presto, mi sono ri-fatto la ri-passeggiata al Parco del Molentargius, divenuta ormai la mia mèta obbligata da quando ho scoperto l'idrovora del "Rollone".
Così ho scattato le solite foto, preso appunti, camminato, osservato il volo degli uccelli, buttato giù di getto qualche schizzo - naturalmente dell'idrovora - fino a quando il sole, ormai trasformatosi in un rovente piatto di rame, non si è levato alto sull'orizzonte. "Perbacco! mi sono detto, sono partito verso il presto e verso il tardi sono ancora qui!" 
Tra l'altro, al mio rientro a casa, mentre stavo scaricando le foto, mia moglie - che era senza occhiali -, vedendo la "miniatura" di questa sul computer ha bofonchiato: "E... chi sarebbe quella bionda? Tu... con la scusa dell'idrovora e delle passeggiate!!..."  
Poi, inforcati gli occhiali e accorgendosi che ero io, che per il caldo birbone mi ero tolto la maglietta, "bionda", e me l'ero messa sul capo dopo averla bagnata con l'acqua, ha soggiunto: "Ma lo sai che sei proprio brutto?!"





... e queste sono le foto che ho scattato.  
Naturalmente spero che siano migliori di quella del sottoscritto...

Idrovora del Rollone

Ieri sera, prima di cena, mi sono fatto la solita passeggiata all'interno del Parco di Molentargius e, cammina, cammina, sono arrivato fino all'idrovora del Rollone (chiamata così forse per le grandi ruote che formano l'idrovora, anticamente azionate dal vapore).  
Oggi, l'idrovora funziona elettricamente e il suo scopo è quello di aspirare l'acqua dal mare e poi, attraverso una serie di canali, inviarla alle vasche delle saline.
Quindi, come vi stavo dicendo, mi sono fatto questa passeggiata portandomi dietro, al posto della immancabile macchina fotografica, un piccolo taccuino "autocostruito"  (dei semplici fogli A4 tagliati a metà e tenuti insieme da un paio di graffette metalliche) per vedere se ero ancora capace di disegnare, e ho buttato giù di getto questo schizzo... 
Già, proprio così. Infatti, è un periodo, questo, in cui non ho molta voglia di lavorare, né con la penna, né coi colori, e sono molto dispiaciuto. Comunque, mi capita spesso. 
Anche in passato sono rimasto mesi interi senza fare quasi nulla, e poi, senza neppure accorgermene, ho ripreso a lavorare di buona lena. Sarà così anche questa volta?...

Lele Vianello - L'Arte del Fumetto


Ieri, su YouTube  http://youtu.be/ISaBDs5Mc4khttp://youtu.be/ISaBDs5Mc4k  , caricato da "UNGIORNODALEONI1", ho trovato questo splendido video che si riferisce a Lele Vianello.
Così, sperando di non fare torto ad alcuno, ho pensato di inserirlo perché anche altri possano conoscere uno dei maggiori collaboratori del grande Hugo Pratt. 
Un segno, il mio, che vuole essere un modestissimo omaggio a un caro Amico, oltre che ad un grande Autore di fumetti, che mi ha insegnato molte cose: prima fra tutte l'Amicizia.

Grazie Lele, e buon lavoro.

P.S. Se gli Autori del video non fossero d'accordo sulla pubblicazione del loro lavoro sul mio blog, sarà sufficiente che mi avvisino ed io lo rimuoverò immediatamente.

Grazie, Francesco Dotti


... e questo è il ritratto-caricatura che ho fatto oggi al mio Amico Lele

L'Isola che non c'è


Giappone: l'Isola che non c'è... più

Brunetta vs precari

Renato Brunetta, l'Harry Sfotter della Funzione Pubblica, dopo la caduta di stile per non aver ascoltato la voce dei precari bollati come "la parte peggiore dell'Italia", non solo non si pente per la figura bruttissima che ha fatto andandosene via, ma addirittura persevera ribadendo le accuse. 
È una sua caratteristica, quella di inviperirsi quando gli si chiede ragione delle cose che non vanno, anche se, in apparenza, vorrebbe apparire disponibile e sempre aperto al dialogo.
Che dipenda dal fatto che, in fondo, non saprebbe cosa rispondere alle domande sensate che gli vengono rivolte? 

l'Acqua in bottiglia

 

Ancora a proposito di acqua... (traduzione a cura del MoVimento 5 Stelle di Palermo, e tratto da Youtube: 


Una storia interessante, che ci dovrebbe far riflettere

Referendum 12 giugno


Ricordatevi che domenica e lunedì si vota per i quattro referendum.

- 2 sono per l'Acqua: Scheda rossa e scheda gialla

Scheda rossa
Si vota SI' perché l'acqua resti pubblica, e non venga affidata ai privati;
Si vota NO per lasciare le cose come stanno;


Scheda gialla
Si vota SI' per cancellare la norma che prevede un guadagno dei privati: cioè che, in base al capitale investito, poi decidono la tariffa da farci pagare. 
In pratica, siccome il profitto è la differenza tra il valore del prodotto venduto e quanto è costato per produrlo, la differenza ce la metteranno nelle bollette, o da qualche altra parte...;
Si vota NO per lasciare le cose come stanno;

- 1 per il Nucleare: Scheda grigia

Si vota SI' se siamo contro le Centrali Nucleari in Italia;
Si vota NO per lasciare tutto com'è, e aspettare che, prima o poi, ci fottano di nuovo...;

 - 1 sul Legittimo impedimento: Scheda verde chiaro

Riguarda le disposizioni che prevedono, per chi è impegnato in attività di governo, la possibilità di non comparire nelle aule di giustizia. 

Si vota SI' per cancellare queste disposizioni (ovvero, in caso di cancellazione si deve andare in Tribunale lo stesso anche se "stiamo governando");
Si vota NO per lasciare tutto com'è, e si va in Tribunale... quando si può.


Detto questo, spero di essermi espresso con la solita chiarezza che mi contraddistingue da lustri, e auguro a tutti Voi una serena votazione. 
L'importante è che andiate tutti a votare, comunque votiate.
Sempiternamente Vostro,
Francesco Dotti



Allarme cetrioli

C'è allarme in tutta Europa per la probabilità di contrarre il batterio dell'Escherichia Coli attraverso il consumo di cetrioli provenienti da chissà dove. Vero? Falso? Boh!
Ma se in questo caso la provenienza resta incerta, sicura - dato il crollo verticale delle vendite - è invece la destinazione: non si dice, infatti, che "il cetriolo va sempre in culo all'ortolano"?

Calciopoli

Se risulterà tutto vero, ancora una volta la realtà supera la fantasia. 
In ogni caso è triste pensare, sempre se verranno confermate le accuse, che lo Sport - quello vero - ha subito un'altra sconfitta, dura, bruciante, da chi invece avrebbe dovuto preservarne i valori universali.
Senza contare che stiamo parlando di persone che non dovrebbero avere problemi di soldi...