Salutamassòreta

Salutamassòreta

Copyright

L'intero contenuto del sito, comprendente scritti, disegni, vignette, illustrazioni, fotografie non può essere né copiato né replicato su altri siti web, riviste, giornali, CD-ROM o altri tipi di supporto senza il consenso dell'Autore. L'autorizzazione deve essere richiesta per iscritto, via-posta elettronica, direttamente a francescodotti@alice.it e si ritiene accettata solo dopo esplicito assenso scritto dell'Autore.
Il silenzio, pertanto, non significa "assenso" e non dà diritto ad alcuna autorizzazione.
Grazie

The entire contents of the site, including writings, drawings, cartoons, illustrations, photographs can not be copied or replicated on other websites, magazines, newspapers, CD-ROM or other medium without the permission of the Author. The permit must be obtained in writing, via e-mail directly to francescodotti@alice.it and it is considered accepted only after explicit written consent of the Author.
The silence, therefore, does not mean "consent" and does not entitle it to any authorization.

Thanks

Thanks

Avvertenza

Alcuni testi o immagini inseriti in questo blog potrebbero essere tratti da internet e, pertanto, considerati di pubblico dominio. Qualora, però, la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'Autore, vogliate comunicarlo via email.
Saranno immediatamente rimossi.
L'Autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link, né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.
Creative Commons License
Tutte le opere e le immagini di questo blog sono pubblicate sotto una Licenza Creative Commons.

Parlamentari e stipendi

Siccome pare che i nostri parlamentari si siano risentiti per i dati "fuorvianti" emersi a proposito dei loro miseri stipendi, sul sito del Dipartimento per la Funzione Pubblica:


ho trovato le seguenti tabelle comparative con gli altri parlamentari europei, che riporto qui sotto, e che potrete leggere meglio scaricandole in PDF direttamente da qui:



Mentre questa è per i Senatori:



Per i Deputati e i Senatori, le seguenti voci riportate in tabella con l'asterisco sono esenti da imposte. 
I particolari di ciascuna voce, corrispondenti a lettere dell'alfabeto messe tra parentesi, li trovate nella legenda, in fondo a ciascuna tabella.

Esenti da imposte - Deputati:

- Diaria mensile/indennità di residenza;
- Trasporto (valori mensili) - per trasferimenti inferiori a Km. 100 la cifra mensile è pari a € 1.107,90;
- Spese di segreteria e di rappresentanza;
- Spese telefoniche mensili;
- Dotazione informatica mensile

Esenti da imposte - Senatori:

- Diaria mensile/indennità di residenza;
- Trasporto (valori mensili) per qualsiasi chilometraggio;
- Spese di segreteria e di rappresentanza;
- Spese telefoniche mensili (vedi trasporto);
- Dotazione informatica mensile (dato non disponibile)


Siccome è stata creata appositamente una Commissione sul "livellamento retributivo Italia - Europa", da una sua relazione datata 31 dicembre 2011, oltre alle numerose pagine piene zeppe di testo talvolta incomprensibile (come quello che vi metto di seguito e che fa parte della "Premessa", il cui significato del primo comma - evidenziato in rosso - avrei tanto piacere che qualcuno mi spiegasse perché non l'ho proprio capito), troverete anche, nella Tav. 6, a pag. 18, interessanti informazioni su Previdenza e Pensioni.

... In particolare, la normativa stabilisce che:
 
- le determinazioni della Commissione “si applicano a decorrere dalle prossime elezioni, nomine o rinnovi e, comunque, per i compensi, le retribuzioni e le indennità che non siano stati ancora determinati alla data di entrata in vigore del presente decreto” (art. 1, comma 6 del DL98);

 
- la Commissione pubblichi i propri risultati entro il 1° luglio di ogni anno. In prima applicazione, “tenuto conto dei tempi necessari a stabilire la metodologia di calcolo e a raccogliere le informazioni rilevanti, la ricognizione e la individuazione riferite all'anno 2010 sono provvisoriamente effettuate entro il 31 dicembre 2011 ed eventualmente riviste entro il 31 marzo 2012”...


In pratica, fino a quando non si saranno messi tutti d'accordo, se ne riparlerà a marzo prossimo.


Buon proseguimento di serata...


Stamani, dopo averci pensato quasi tutta la notte e pur mantenendo ancora qualche dubbio, credo di aver capito (anche se "capire", in questo caso,  è una parola grossa...) quel paragrafo-comma evidenziato in rosso, peraltro scritto in un italiano difficilissimo. Perché, diciamolo, si sarebbe potuto scrivere meglio. Non so a voi, ma a me, mentre lo leggo e lo rileggo, a un certo punto mi viene quasi come una fulminazione, e grido ho capito!!! Poi, però, un attimo dopo mi accorgo di averne completamente smarrito il filo logico, e mi ritrovo a brancolare nel buio delle proposizioni, semplici, complesse o ellittiche che siano. Per farla breve, credo che tradotto dal burocratese, voglia dire che "la Commissione applicherà le proprie deliberazioni a partire dalle prossime elezioni e dai conseguenti conferimenti di nomine o rinnovi di cariche; lo stesso vale per quanto riguarda i compensi, le retribuzioni e le indennità che non siano stati ancora determinati alla data di entrata in vigore del presente decreto..."
Ma ho ancora qualche dubbio...

Inoltre, a proposito del nostro debito pubblico, vi rimando a questi interessanti articoli che potrete leggere qui:

http://www.ilcambiamento.it/lontano_riflettori/rivincita_islanda_benessere_partecipazione.html

e qui:

http://www.ilcambiamento.it/lontano_riflettori/rivoluzione_islanda_italia.html  

Le soluzioni non sono certamente facili, ma una "rivoluzione silenziosa" e soprattutto partecipata, ma non violenta, con la quale potremmo fare un fronte comune, forse potrebbe illuminarci.

Nessun commento: