Salutamassòreta

Salutamassòreta

Copyright

L'intero contenuto del sito, comprendente scritti, disegni, vignette, illustrazioni, fotografie non può essere né copiato né replicato su altri siti web, riviste, giornali, CD-ROM o altri tipi di supporto senza il consenso dell'Autore. L'autorizzazione deve essere richiesta per iscritto, via-posta elettronica, direttamente a francescodotti@alice.it e si ritiene accettata solo dopo esplicito assenso scritto dell'Autore.
Il silenzio, pertanto, non significa "assenso" e non dà diritto ad alcuna autorizzazione.
Grazie

The entire contents of the site, including writings, drawings, cartoons, illustrations, photographs can not be copied or replicated on other websites, magazines, newspapers, CD-ROM or other medium without the permission of the Author. The permit must be obtained in writing, via e-mail directly to francescodotti@alice.it and it is considered accepted only after explicit written consent of the Author.
The silence, therefore, does not mean "consent" and does not entitle it to any authorization.

Thanks

Thanks

Avvertenza

Alcuni testi o immagini inseriti in questo blog potrebbero essere tratti da internet e, pertanto, considerati di pubblico dominio. Qualora, però, la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'Autore, vogliate comunicarlo via email.
Saranno immediatamente rimossi.
L'Autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link, né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.
Creative Commons License
Tutte le opere e le immagini di questo blog sono pubblicate sotto una Licenza Creative Commons.

Rating Italia


 
 Sembra... si dice... pare che il Parlamento nel mese di gennaio abbia speso la cifra di quasi un miliardo di euro.
(vedi puntata di "Porta a Porta" di giovedì 2 febbraio 2012, verso la fine, e cioè a 1:28:37 circa, l'intervento del Professor Tremonti):

http://www.rai.tv/dl/RaiTV/programmi/media/ContentItem-fc58156c-360f-4632-9f33-0d8b7526b387.html#p=0

Spero di aver sentito male, o che, per il fatto che molti di noi ancora non si sono abituati a questo benedetto euro, spesso avviene che discutendo si scambino i milioni coi miliardi. Detto questo, tra accordi con le Regioni, emendamenti vari e altri fattori lunghi e difficili da elencare e per me da spiegare, se il "miliardo" del nostro Signor Bonaventura-Parlamento fosse davvero confermato, un aumento così considerevole della spesa pubblica, in un solo mese, non mi pare proprio la risposta giusta ai nostri problemi. Tanto più che la copertura, parziale, è avvenuta principalmente con aumenti di tasse varie, e il resto con altre da inventare.
Se l'Italia si dovrà salvare così, allora si salvi chi può!
Altro discorso, quello sul "posto fisso". Noioso? dice il Professor Monti. Può darsi, rispondo io. Ma evidentemente solo per quelli che i soldi e un posto già ce li hanno. Per tutti gli altri, invece, cioè per quelli che devono ancora costruirsi la vita, chiedere un mutuo per metter su casa e famiglia, pur se bisogna prendere atto che il mondo è cambiato, credo sia di gran lunga preferibile un posto fisso a una disoccupazione fissa. E se il governo crede di far crescere il lavoro a suon di decreti, pur battezzandoli con nomi tra i più fantasiosi e beneauguranti, secondo me si sbaglia di grosso. Il lavoro cresce se ci sono i presupposti, soprattutto psicologici e in termini di esistenza e di stabilità del proprio posto di lavoro, e perché questa crescita avvenga credo sia indispensabile anche la certezza di poterselo mantenere, a lungo, nel tempo.

Nessun commento: