Salutamassòreta

Salutamassòreta

Copyright

L'intero contenuto del sito, comprendente scritti, disegni, vignette, illustrazioni, fotografie non può essere né copiato né replicato su altri siti web, riviste, giornali, CD-ROM o altri tipi di supporto senza il consenso dell'Autore. L'autorizzazione deve essere richiesta per iscritto, via-posta elettronica, direttamente a francescodotti@alice.it e si ritiene accettata solo dopo esplicito assenso scritto dell'Autore.
Il silenzio, pertanto, non significa "assenso" e non dà diritto ad alcuna autorizzazione.
Grazie

The entire contents of the site, including writings, drawings, cartoons, illustrations, photographs can not be copied or replicated on other websites, magazines, newspapers, CD-ROM or other medium without the permission of the Author. The permit must be obtained in writing, via e-mail directly to francescodotti@alice.it and it is considered accepted only after explicit written consent of the Author.
The silence, therefore, does not mean "consent" and does not entitle it to any authorization.

Thanks

Thanks

Avvertenza

Alcuni testi o immagini inseriti in questo blog potrebbero essere tratti da internet e, pertanto, considerati di pubblico dominio. Qualora, però, la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'Autore, vogliate comunicarlo via email.
Saranno immediatamente rimossi.
L'Autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link, né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.
Creative Commons License
Tutte le opere e le immagini di questo blog sono pubblicate sotto una Licenza Creative Commons.

Parco Molentargius

Dovete sapere che alcuni giorni fa, mentre imbiancavo una parete di casa con della tempera rigorosamente lavabile, mi era venuto in mente di stenderne un velo leggero sopra uno spezzone di cartoncino con l'intenzione, prima o poi, di trasformarlo nel solito quadruccio. Così oggi, reduce dal consueto giretto all'interno del Parco di Molentargius, ispirato dall'arrivo della primavera che tutto satura di colori e profumi, sono rientrato a casa e ho dato libero sfogo ai rimasugli di ricordi che la mia ormai labile memoria era riuscita a fissare di quelle immagini. 
Ho preso il cartoncino, ho schizzato a matita i contorni di un panorama ormai a me familiare e poi ho provato a usare l'acquerello. Giusto per vedere cosa ne sarebbe venuto fuori. Ebbene, il fondo di tempera lavabile che avevo steso sul cartoncino, pur avendo reso il foglio quasi impermeabile all'acqua, non solo mi ha permesso di ottenere ugualmente le velature come se fosse un normale foglio per acquerello, ma ha accelerato l'essiccamento del colore sottostante e addirittura ha aumentato incredibilmente la scorrevolezza del pennello sul supporto (per ottenere ciò, i più esperti sono soliti usare il fiele di bue mischiato all'acqua).
E anche se il risultato finale, come sempre, è stato per me deludente, è valsa comunque la pena di provarci...

Distinti saluti,
il Pittore

Nessun commento: