Salutamassòreta

Salutamassòreta

Copyright

L'intero contenuto del sito, comprendente scritti, disegni, vignette, illustrazioni, fotografie non può essere né copiato né replicato su altri siti web, riviste, giornali, CD-ROM o altri tipi di supporto senza il consenso dell'Autore. L'autorizzazione deve essere richiesta per iscritto, via-posta elettronica, direttamente a francescodotti@alice.it e si ritiene accettata solo dopo esplicito assenso scritto dell'Autore.
Il silenzio, pertanto, non significa "assenso" e non dà diritto ad alcuna autorizzazione.
Grazie

The entire contents of the site, including writings, drawings, cartoons, illustrations, photographs can not be copied or replicated on other websites, magazines, newspapers, CD-ROM or other medium without the permission of the Author. The permit must be obtained in writing, via e-mail directly to francescodotti@alice.it and it is considered accepted only after explicit written consent of the Author.
The silence, therefore, does not mean "consent" and does not entitle it to any authorization.

Thanks

Thanks

Avvertenza

Alcuni testi o immagini inseriti in questo blog potrebbero essere tratti da internet e, pertanto, considerati di pubblico dominio. Qualora, però, la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'Autore, vogliate comunicarlo via email.
Saranno immediatamente rimossi.
L'Autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link, né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.
Creative Commons License
Tutte le opere e le immagini di questo blog sono pubblicate sotto una Licenza Creative Commons.

Aumenti benzina

Altri due centesimi di accise sulla già carissima benzina. Naturalmente, più IVA! Praticamente, si tassano le tasse. E in Italia questa sembra essere la regola. Tanto, che ci vuoi fare? Resisti fin che puoi, magari mettendo i soliti 20 euro nel sempre più asciutto serbatoio e alla fine, anche se usi la bicicletta o vai a piedi, arrivi a un certo punto che la benzina la devi mettere. E allora ogni sforzo per non cedere all'infame ricatto diventa vano.
Il fatto è che oltre settant'anni di aumenti idrocarburici che ci piovono costantemente sulla gobba cominciamo a sentirli. 
Li stiamo pagando dalle Guerre Puniche, intervallati dalla pensione di reversibilità da pagare alla mamma di Muzio Scevola, continuando con le alluvioni, gli aumenti per far fronte agli immigrati, i beni culturali, le missioni militari e i terremoti.
E poi si lamentano perché si vendono meno macchine. Per forza! Con cosa dovremmo farle camminare: a scoregge? 
Meno male che a dicembre finirà il Mondo: voglio proprio vedere a gennaio che scusa s'inventeranno! 

Nessun commento: