Salutamassòreta

Salutamassòreta

Copyright

L'intero contenuto del sito, comprendente scritti, disegni, vignette, illustrazioni, fotografie non può essere né copiato né replicato su altri siti web, riviste, giornali, CD-ROM o altri tipi di supporto senza il consenso dell'Autore. L'autorizzazione deve essere richiesta per iscritto, via-posta elettronica, direttamente a francescodotti@alice.it e si ritiene accettata solo dopo esplicito assenso scritto dell'Autore.
Il silenzio, pertanto, non significa "assenso" e non dà diritto ad alcuna autorizzazione.
Grazie

The entire contents of the site, including writings, drawings, cartoons, illustrations, photographs can not be copied or replicated on other websites, magazines, newspapers, CD-ROM or other medium without the permission of the Author. The permit must be obtained in writing, via e-mail directly to francescodotti@alice.it and it is considered accepted only after explicit written consent of the Author.
The silence, therefore, does not mean "consent" and does not entitle it to any authorization.

Thanks

Thanks

Avvertenza

Alcuni testi o immagini inseriti in questo blog potrebbero essere tratti da internet e, pertanto, considerati di pubblico dominio. Qualora, però, la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'Autore, vogliate comunicarlo via email.
Saranno immediatamente rimossi.
L'Autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link, né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.
Creative Commons License
Tutte le opere e le immagini di questo blog sono pubblicate sotto una Licenza Creative Commons.

Riconversione industriale



"Noi, nel primo giorno di governo, ad esempio, daremo cittadinanza ai figli degli immigrati, proporremo una legge sui partiti, sulla trasparenza degli atti pubblici, sulle incompatibilità; proporremo norme contro la corruzione come il falso in bilancio e l'autoriciclaggio''
Lo afferma Pier Luigi Bersani, in un passaggio del suo intervento pubblicato sul sito del partito dove annuncia che l'apertura della campagna elettorale del Pd sarà giovedì  a Roma con i giovani al primo voto.


http://it.euronews.com/flashnews/1785496-bersani-sicittadinanza-figli-immigrati/


Se le cose stanno davvero così, ci toccherà passare tutta la prossima legislatura bersaniana (sei mesi al massimo se è da solo, tre se gli si aggregano Monti & Co.) a discutere dei punti programmatici che il Pd ha messo al primo posto del suo manifesto elettorale. Perché se da noi i tempi per dichiarare operante una legge restano quelli che tutti conosciamo, per l’approvazione di quelle sui partiti, sulla trasparenza degli atti pubblici, sulle incompatibilità, sulla corruzione, sul falso in bilancio e sull’autoriciclaggio, vuol dire che passeremo degli anni a “pettinare le acciughe” o ad “asciugare gli scogli” insieme a Bersani. Durante i quali andremo a chiedere l’elemosina alla Grecia.
Per fare un esempio, è così importante, per un Paese socialmente ed economicamente in agonia come il nostro, quello sulla cittadinanza ai figli degli immigrati? Per non parlare degli altri. Non sarebbe stato meglio, invece, se il Pd avesse subito parlato di temi come disoccupazione, lavoro, tasse e di come rilanciare i consumi? Perché, credo, è questo che ci sta più a cuore in questo momento. La cittadinanza ai figli degli immigrati, anche se è giusto darla, non può aspettare ancora un po’? Alla “riscossa civica e morale” è giustissimo pensarci, ma ora non ci dovrebbero essere altre priorità?

6 commenti:

Tomaso ha detto...

Il grande teatrino continua cara Francesco...
Tomaso

CeccoDotti ha detto...

La trama della commedia e gli attori sono sempre gli stessi...
Basta non andare più a teatro!
Un caro saluto, Francesco

Elio ha detto...

Ciao Cecco, scusa la lunga assenza, ma naturalmente sono andato a vedere tutti i post precedenti. Forte la vignetta del MCU, ma che non sia veramente la soluzione? Tanto, in ogni caso una grande parte dei politici vi è collegata e si avrebbero meno omicidi. Quello che mi sorprende è che siano state presentate più di 100 liste per le prossime elezioni. Ma come possiamo noi elettori scegliere chi votare? Anche se una grande parte sarà eliminata per vari motivi (compresa la copia illegale del simbolo) ne resteranno sempre troppe. Mi piacerebbe solo sapere quale è quella dove si metterà il Berlusca per evitare di votarla, sempre che poi il consolato inoltri il mio voto. Ho sempre avuto un dubbio su questo argomento. Buon proseguimento per il 2013.

Lubumba ha detto...

Sentiiii maaaa...
ma come mi commenti, invece, la frase del Cavaliere : "... ma lei ha fatto le scuole serali? ..."
o forse e meglio stendere un velo pietoso pure su di lui???

Potremmo andare per mari e per Monti ... ma non credo che troveremo un politicante interessato veramente ai problemi sociali ed economici del nostro povero paese... ahime' ...

CeccoDotti ha detto...

Ciao Elio, non ti preoccupare per le assenze. Quelle degli Amici sono sempre giustificate. Eppoi, non posso mica restarmene sempre nel mio buco come un ragno ad aspettare le visite di tutti! Bisogna che anch'io di tanto in tanto ricambi.
Per le liste, che ci vuoi fare? Se fossimo in un Paese serio non saremmo neppure qui a parlarne. Per Berlusconi, invece, anche se ho sempre dichiarato apertamente la mia neutralità politica, mi sento di affermare che spesso gli mettono in bocca cose che non ha mai detto, e che invece vengono interpretate a seconda di come spira il vento in quel momento. Mi spiego meglio: stamani, in una intervista televisiva, gli hanno chiesto testualmente: "Mario Draghi sarebbe un candidato buono per il Quirinale? Lei lo voterebbe?" Risposta di Berlusconi: "Assolutamente sì! Se ci fosse una maggioranza che lo proponesse, io lo voterei."
Ora, da qui a dire (come stanno scrivendo su tutti i giornali) che Berlusconi "vuole" Draghi al Quirinale, ce ne corre. Se ti vuoi togliere lo sfizio di vedere il filmato (e sentire l'intervista integrale), questo è il link: http://www.migliorblog.it/59872-berlusconi-show-negli-studi-di-la7-foto-e-video.htm E' come se mi chiedessero, per esempio, se mi piacerebbe che la Juventus vincesse lo scudetto e, se dico di sì, poi scrivessero sui giornali che Francesco Dotti ha detto che lo scudetto lo vincerà la Juve. Mi sembra che ci sia una bella differenza. Detto questo, a parte gli errori che ha fatto, o che gli hanno fatto fare, Berlusconi, tra i politici che abbiamo, lo ritengo uno dei più simpatici. Eppoi, quando ti deve spiegare le cose o ti deve dire qualcosa, non se lo va a leggere sui foglietti (come fanno quasi tutti) e parla in modo talmente chiaro che tutti lo capiscono. Anch'io, che sono scemo. Poi, da qui a dargli il voto ce ne passa. Ma non vale solo per lui, però.
L'unica cosa da fare oggi, con questi politici, sarebbe non andare a votare. Però non mi sembra giusto. E' uno dei pochi diritti che ancora ci restano...
Buon proseguimento d'anno anche a te e scusami se mi sono dilungato troppo. Avrei potuto farci un post.
Buona notte e un caro saluto, Francesco

CeccoDotti ha detto...

Ariecco Lubumba, marito di Labomba e babbo di Labimba!
Quanto tempo!...
L'ho sentita anch'io codesta frase. E se gli avesse chiesto, invece, se si era diplomato alla ScuolaRadioElettra, come l'avresti messa? Eh?! Me lo dici come l'avresti messa?
Qui, se dovessimo stendere veli, non basterebbe un grossista di... burka! Ma siccome il velo, come è noto, è trasparente e quindi lascia intravedere cosa c'è sotto, ecco che improvvisamente diventa "pietoso". Perciò, dico io, e se noi invece del velo stendessimo una bella lastra di cemento armato precompresso, che ne dici? Così, chi s'è visto s'è visto.
Infine, concordo pienamente con il tuo chiarissimo finale epilogato (o epilogo finalistico) dicendoti che hai ragione da vendere. Che vuoi di più?
Ciao, stammi bene, e salutami tanto quella scorfana di Labimba.
Buenas noches, gute nacht, gud nait e, naturalmente, many greetings to your sister.
In pratica: Salutamassòreta!
A big hug from Cecco e poi Dotti, alias Puntocom