Salutamassòreta

Salutamassòreta

Copyright

L'intero contenuto del sito, comprendente scritti, disegni, vignette, illustrazioni, fotografie non può essere né copiato né replicato su altri siti web, riviste, giornali, CD-ROM o altri tipi di supporto senza il consenso dell'Autore. L'autorizzazione deve essere richiesta per iscritto, via-posta elettronica, direttamente a francescodotti@alice.it e si ritiene accettata solo dopo esplicito assenso scritto dell'Autore.
Il silenzio, pertanto, non significa "assenso" e non dà diritto ad alcuna autorizzazione.
Grazie

The entire contents of the site, including writings, drawings, cartoons, illustrations, photographs can not be copied or replicated on other websites, magazines, newspapers, CD-ROM or other medium without the permission of the Author. The permit must be obtained in writing, via e-mail directly to francescodotti@alice.it and it is considered accepted only after explicit written consent of the Author.
The silence, therefore, does not mean "consent" and does not entitle it to any authorization.

Thanks

Thanks

Avvertenza

Alcuni testi o immagini inseriti in questo blog potrebbero essere tratti da internet e, pertanto, considerati di pubblico dominio. Qualora, però, la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'Autore, vogliate comunicarlo via email.
Saranno immediatamente rimossi.
L'Autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link, né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.
Creative Commons License
Tutte le opere e le immagini di questo blog sono pubblicate sotto una Licenza Creative Commons.

Come proteggere le proprie immagini sul web

Cari Amici, siccome ultimamente ho trovato un sacco di mie immagini (foto, disegni, acquerelli e vignette) sparpagliate per il web e scopiazzate a mia insaputa e, sempre a mia insaputa, utilizzate da chicche & ssìa (testate giornalistiche, blog, forum, portali politici, maghi & cartomanti, ortofrutta & carrozzieri), girovagando per la rete ho trovato un sito che mi ha risolto egregiamente il problema e il cui curatore ringrazio sentitamente.
Il link è il seguente:

http://www.ideepercomputeredinternet.com/2011/01/come-disabilitare-il-destro-del-mouse.html 

Però, pur avendo disabilitato inizialmente il tasto destro del mouse e impedito di scaricare direttamente l'immagine, mi sono accorto che lo "scopiazzatore" avrebbe potuto ugualmente scaricarla cliccandoci sopra col tasto sinistro del mouse (che di solito apre l'immagine in una pagina con lo sfondo nero).
A questo punto ho chiesto soccorso a quello smanettone di mio cognato - che mille ne fa e duemila ne pensa -, il quale, in un battibaleno, mi ha risolto definitivamente il problema.
Così, dato che non sono quell'egoista che pensate che io sia, vi spiego come si fa elencandovi una per una tutte le operazioni nel riquadro sottostante.
Ricordatevi di cancellare esattamente simboli, lettere e numeri, come ho evidenziato, facendo molta attenzione a rispettare gli spazi e le virgolette, e attenzione a quello evidenziato in "giallo", perché c'è anche il pezzettino finale (quello con </a> sempre evidenziato in giallo) che va cancellato, altrimenti combinate un casino. Risolvibile, ma sempre un casino è!
Dove (in verde, tra le parentesi tonde) c'è scritto "Messaggio a piacere", potete scrivere, per esempio: "Vietato copiare". Oppure quello che volete. 
Anche W l'Inter!
Insomma, c'è scritto tutto, proprio tutto, e sbagliare è quasi impossibile.
Ah, dimenticavo: io uso Blogger e qui funziona. Su altri "creatori" di blog non lo so. Caso mai fate una prova sugli ultimi post del mio blog. Vi accorgerete che invece della solita "manina" c'è solo una freccia, che però non apre un tubo. Questo non l'ho bloccato in modo che possiate leggere meglio le istruzioni (se ci cliccate sopra col tasto sinistro ve le ingrandisce).
Buon divertimento!


Per farvi un esempio delle "scopiazzature" che ho trovato in giro sulla rete (assai numerose!), vi faccio vedere le pagine che hanno esposto una mia vignetta. Che, oltre a essere stata presa senza il mio consenso, è stata MODIFICATA ARBITRARIAMENTE.
Questa è la vignetta dell'Italia in vendita, com'era nella sua veste originale:

Si vedono il titolo, la cornice e, cosa molto importante, la FIRMA!

Mentre, nelle pagine che seguono, così appare sui vari magazine/blog/testate varie che l'hanno utilizzata, alle cui Redazioni ho scritto per avere chiarimenti:




Oggi è il 22 aprile, la vignetta è ancora lì, senza la mia firma, e da "Il Messaggero.it" ancora nessuna risposta...


Naturalmente, come vi dicevo, ho scritto alle varie Redazioni e, mentre alcune correttamente mi hanno risposto scusandosi e rimuovendo la vignetta, da altre sono ancora in attesa di una risposta.

La differenza tra l'originale e quanto invece è stato pubblicato è evidente, e credo che non vi siano dubbi neppure sulle arbitrarie modifiche apportate. 
Infine, questo è quanto stabilisce la protezione del Copyright di Creative Commons, sotto la cui licenza pubblico i miei lavori sul mio portale:


Quindi, anche se esiste una certa libertà di utilizzo delle opere d'ingegno, essa dovrebbe avvenire nel rispetto di determinate condizioni, come stabilito dalle leggi vigenti. 
Che poi, stringendo, alla fine sono quelle della civile e felice convivenza tra individui della stessa specie e del rispetto per il lavoro altrui.
Basterebbe solo leggersi attentamente anche quello che ho scritto sul mio portale. 
Perché, porca puttana! credo che non farebbe piacere a nessuno lambiccarsi il cervello per giornate intere per inventarsi qualcosa di simpatico, perdendo ore diurne & notturne per disegnarlo e colorarlo, e poi vederselo portar via con un colpo di mouse!
Aggiungo anche un'altra cosa, da non sottovalutare: e cioè che potrei anche aver precedentemente venduto i diritti di utilizzo delle mie illustrazioni a qualcuno, ferma restando la proprietà del mio lavoro che continuo a mantenere sul mio portale.
Perciò, chi in seguito la prende abusivamente non commette solo un illecito nei miei riguardi ma anche nei confronti del mio cliente. 
Andrà a finire che, a costo di penalizzare le mie immagini, d'ora in poi ci metterò sopra un retino trasparente e le pubblicherò talmente piccole da farvi cadere gli occhi sulla tastiera del computer!
In sintesi: "Se vi serve qualcosa, prima chiedetemelo!"

Francesco Dotti (molto incazzato)

12 commenti:

Francesca ha detto...

Prendo questo suggerimento...Grazie!!!
Buonanotte Francesco...

CeccoDotti ha detto...

Ciao Francesca!
Mi raccomando, segui tutte le indicazioni alla lettera. Poi, fammi sapere.
Un caro saluto e buona giornata

Lubumba ha detto...

cognato!
"Questo non l'ho bloccato in modo che possiate leggere meglio le istruzioni (se ci cliccate sopra col tasto sinistro ve le ingrandisce)"

ma poi preso dalla foga ... hai bloccato anche questo!!!

Buonagiornata... ^__^

CeccoDotti ha detto...

E' vero!
Nella foga dell'impedirscopiazz avevo bloccato anche le istruzze (il primo rettangolazzo in alto).
Ora le ho ripristinate, sono libere di essere scopiazz e guardatevele pure in formato maggiorato fisico.
Grazie, cognatone bello (si fa per dire...), sempre attento e vigile, ma non urbano.
Un abbraccione

Mire ha detto...

Mi hai risolto gran parte dei miei problemi! In effetti è una paura che ho da parecchio anche sul mio blog dove posto miei lavori! °___° Adotterò questi metodi pure io che non si sa mai!

Grazie ancora! =)

CeccoDotti ha detto...

Ciao Mire,
sono lieto di esserti stato d'aiuto. D'altra parte anch'io sono stato aiutato da altri :-) e non ho fatto altro che aggiungere gli ulteriori consigli di "quel gran genio di mio cognato, lui saprebbe cosa fare..."
E infatti...:-)
Buona Primavera (qui, oggi, è una giornata da mare!)
Francesco

TheJoe ha detto...

Quella della paternità delle foto online è una gran brutta storia, la trattai anche sul mio blog, ma alla fine non ha soluzione se non penalizzando gli utilizzatori tutti.
Anche così facendo sarebbe uno scherzo per la redazione del messaggero leggere la sorgente della pagina e copiarsi l'url, oppure scattare uno screenshot dello schermo e ritagliare solo la foto.
Purtroppo siamo sempre li: quelli piccoli faticano a stare a galla, quelli grandi ci sguazzano che è un piacere.

CeccoDotti ha detto...

Ciao TheJoe,
grazie per l'intervento, e la disamina che fai purtroppo non ci dà scampo. In effetti, le scappatoie ci sono e metterle in pratica, per chi le conosce, è il classico gioco da ragazzi.
Eppure basterebbe un minimo di correttezza per chi usa le immagini altrui: cioè citare almeno la fonte. Renderebbe giustizia all'Autore, e ne placherebbe, anche se in parte, la legittima incazzatura.
Grazie ancora e un cordiale saluto,
Francesco

Massimo Ronzulli ha detto...

Capisco la necessità di molti di proteggere alcuni contenuti, se posso cercherò di trovare una soluzione al problema, ma allo stato attuale l'unico modo che ho visto con cui proteggono il copyright e l'applicazione di un testo trasversale sull'immagine con il nome dell'autore; infatti e-bay per agevolare il riutilizzo delle immagini lo ha proibito.

CeccoDotti ha detto...

Ciao Massimo, scusa per il ritardo nel risponderti ma la tua email mi era finita tra lo spam :)
So che, malgrado tutte le precauzioni si possano prendere, "cuccare" un'immagine non è poi così complicato. E non ho pubblicato l'altro tuo commento, più "tecnico", perché avrebbe suggerito ai "cuccatori" come fare (anche se io ci ho provato, ma non ci sono riuscito). A mio avviso, oltre a bloccare il tasto dx del mouse evitando il "salva immagine con nome" o "copia", il vecchio metodo di sovrapporvi un retino in trasparenza (o watermark) funziona sempre, anche se magari toglie originalità all'immagine.
Grazie per l'intervento e... torna presto!
Buona domenica e un caro saluto,
Francesco

Massimo Ronzulli ha detto...

Anche il watermark non è la soluzione finale, ma per decodificare l'immagine codificata è necessario avere serie competenze informatiche e matematiche.
In questi giorni ho effettuato delle ricerche e sono giunto alla conclusione che il metodo più affidabile sia proprio quello.
Giunto a questa conclusione ne ho analizzati alcuni free e il migliore risulta essere uMark; ma "ricordate" che per utilizzarlo per immagini successivamente da vendere è necessario acquistare una licenza (come già detto "credo che non farebbe piacere a nessuno lambiccarsi il cervello per giornate intere per inventarsi qualcosa di simpatico, perdendo ore diurne & notturne per disegnarlo e colorarlo, e poi vederselo portar via con un colpo di mouse!").
Esiste inoltre anche un progetto in "C" free sotto GNU, ma non programmando in tale linguaggio ho preferito evitare di approfondire (anche poiché è necessario scaricare il compilatore e per farlo funzionare occorre eseguire dei codici da riga di comando ms-dos). Forse in futuro mi dedicherò anche a quello, o se proprio qualcuno ne fa espressa richiesta potrei anche vedere di occuparmene subito a tempo perso.

CeccoDotti ha detto...

Ciao Massimo, ho letto con interesse il tuo commento e sono anche andato a vedere il sito del produttore di uMark per capirne di più. Tutto sommato, almeno per quello che devo fare io, mi accontento del "mio" watermark. Costruito con Photoshop, su due livelli, ci scrivo quello che voglio e lo posso cambiare quando mi pare. Quando mi serve, non faccio altro che trascinarlo e posizionarlo in qualsiasi punto dell'immagine e poi unisco i livelli. Non ho capito invece la prima parte del tuo commento, relativamente al watermark e la "decodifica di un'immagine codificata". Volevi dire che il watermark, una volta inserito, si può togliere "decodificando" l'immagine? In che senso? Ma senza dubbio ho capito male io. Peggio ancora per i codici di riga Ms-dos e lo GNU, dei quali ho solo sentito parlare ma senza mai approfondire. Riesco invece, ma unicamente con l'aiuto di mio cognato, a fare qualcosina con l'HTML relativamente all'impaginazione dei post, la sostituzione dei font e gli sfondi sul blog. E mi fermo qui...
Ho visto che mi hai aggiunto su Google+ ma tempo fa mi ero cancellato (o almeno credo di averlo fatto), perché lo avevo trovato molto simile a Facebook. Dove peraltro non mi sono mai iscritto perché non mi piace per niente.
Scusa se mi sono dilungato, grazie per la visita, un caro saluto e a presto,
Francesco