Salutamassòreta

Salutamassòreta

Copyright

L'intero contenuto del sito, comprendente scritti, disegni, vignette, illustrazioni, fotografie non può essere né copiato né replicato su altri siti web, riviste, giornali, CD-ROM o altri tipi di supporto senza il consenso dell'Autore. L'autorizzazione deve essere richiesta per iscritto, via-posta elettronica, direttamente a francescodotti@alice.it e si ritiene accettata solo dopo esplicito assenso scritto dell'Autore.
Il silenzio, pertanto, non significa "assenso" e non dà diritto ad alcuna autorizzazione.
Grazie

The entire contents of the site, including writings, drawings, cartoons, illustrations, photographs can not be copied or replicated on other websites, magazines, newspapers, CD-ROM or other medium without the permission of the Author. The permit must be obtained in writing, via e-mail directly to francescodotti@alice.it and it is considered accepted only after explicit written consent of the Author.
The silence, therefore, does not mean "consent" and does not entitle it to any authorization.

Thanks

Thanks

Avvertenza

Alcuni testi o immagini inseriti in questo blog potrebbero essere tratti da internet e, pertanto, considerati di pubblico dominio. Qualora, però, la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'Autore, vogliate comunicarlo via email.
Saranno immediatamente rimossi.
L'Autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link, né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.
Creative Commons License
Tutte le opere e le immagini di questo blog sono pubblicate sotto una Licenza Creative Commons.

Imu 2013


Che farà l'Imu? Slitterà a data da destinarsi, sarà momentaneamente sospesa, o verrà rimodulata equamente a seconda delle false dichiarazioni di reddito tra gli aventi diritto? Per ora, le uniche risposte certe dovrebbero essere: boh! mah! bah! chissà!
In ogni caso, a parte le ulteriori, ultimissime decisioni che il governo prenderà, tra una ribollita e un piatto di polpette diacce alla bucaiola, durante il ritiro conventuale dai toscofrati, pare - e dico pare - che la prima rata di giugno non si dovrà pagare. E allora? 
Già si vocifera che, grazie al calo dello spread natalizio tra i panettoni farciti alla bile e quelli con vaselina e bulloni da sei, la pagheremo a dicembre con la Tares. Mentre i più maligni azzardano che in attesa della copertura finanziaria e le nuove delibere comunali sulle future aliquote, potrebbe anche essere convertita per decreto in bombole d'ossigeno di cui i meno abbienti con figli a carico al di sotto dei 26 anni disporranno per rilanciare i consumi a giorni alterni. 
Le proposte in campo, si sa, trattandosi dei nostri politici, sono come sempre fantafumose, anzi, di più, e lasciano tutti col fiato sospeso.
Quelli che ancora ne hanno. Di fiato...

Nessun commento: