Salutamassòreta

Salutamassòreta

Copyright

L'intero contenuto del sito, comprendente scritti, disegni, vignette, illustrazioni, fotografie non può essere né copiato né replicato su altri siti web, riviste, giornali, CD-ROM o altri tipi di supporto senza il consenso dell'Autore. L'autorizzazione deve essere richiesta per iscritto, via-posta elettronica, direttamente a francescodotti@alice.it e si ritiene accettata solo dopo esplicito assenso scritto dell'Autore.
Il silenzio, pertanto, non significa "assenso" e non dà diritto ad alcuna autorizzazione.
Grazie

The entire contents of the site, including writings, drawings, cartoons, illustrations, photographs can not be copied or replicated on other websites, magazines, newspapers, CD-ROM or other medium without the permission of the Author. The permit must be obtained in writing, via e-mail directly to francescodotti@alice.it and it is considered accepted only after explicit written consent of the Author.
The silence, therefore, does not mean "consent" and does not entitle it to any authorization.

Thanks

Thanks

Avvertenza

Alcuni testi o immagini inseriti in questo blog potrebbero essere tratti da internet e, pertanto, considerati di pubblico dominio. Qualora, però, la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'Autore, vogliate comunicarlo via email.
Saranno immediatamente rimossi.
L'Autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link, né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.
Creative Commons License
Tutte le opere e le immagini di questo blog sono pubblicate sotto una Licenza Creative Commons.

Violenze e omicidi



Parola d'ordine: violenza. Sugli uomini, sulle donne, sui bambini. E sugli anziani. 
Si stupra, si sevizia e si uccide per rabbia, per rapina e, talvolta, per il gusto di farlo. A tutto ciò fa da corollario criminalità diffusa e vandalismo. Proprio un bel quadretto!
E i colpevoli? Mah... quando li acchiappano, se li acchiappano, non sempre pagano per i loro delitti e spesso la fanno franca. Alla faccia di chi resta a piangere per gli affetti per sempre perduti.


2 commenti:

Tomaso ha detto...

Cara Francesco, intanto si cerca di sopravvivere!!! Fino quando non ti trovi in una simile situazione...
È DESOLANTE PENSARCI CARO AMICO.
Tomaso

CeccoDotti ha detto...

Carissimo, io sono allenato.
E' da quando ero piccolo che pratico lo "sport" della sopravvivenza!
A questo punto, però, mi viene un dubbio: è meglio che a porre fine alla nostra esistenza, subito, con poche sofferenze, sia un pazzo furioso che ci accoltella per la strada, oppure che sia lo Stato a farlo, piano piano, goccia dopo goccia, facendoci soffrire poco per volta?
Mah... forse lancerò il sondaggio sul web. Vediamo come risponde la gente.
Un caloroso abbraccio,
Francesco