Salutamassòreta

Salutamassòreta

Copyright

L'intero contenuto del sito, comprendente scritti, disegni, vignette, illustrazioni, fotografie non può essere né copiato né replicato su altri siti web, riviste, giornali, CD-ROM o altri tipi di supporto senza il consenso dell'Autore. L'autorizzazione deve essere richiesta per iscritto, via-posta elettronica, direttamente a francescodotti@alice.it e si ritiene accettata solo dopo esplicito assenso scritto dell'Autore.
Il silenzio, pertanto, non significa "assenso" e non dà diritto ad alcuna autorizzazione.
Grazie

The entire contents of the site, including writings, drawings, cartoons, illustrations, photographs can not be copied or replicated on other websites, magazines, newspapers, CD-ROM or other medium without the permission of the Author. The permit must be obtained in writing, via e-mail directly to francescodotti@alice.it and it is considered accepted only after explicit written consent of the Author.
The silence, therefore, does not mean "consent" and does not entitle it to any authorization.

Thanks

Thanks

Avvertenza

Alcuni testi o immagini inseriti in questo blog potrebbero essere tratti da internet e, pertanto, considerati di pubblico dominio. Qualora, però, la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'Autore, vogliate comunicarlo via email.
Saranno immediatamente rimossi.
L'Autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link, né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.
Creative Commons License
Tutte le opere e le immagini di questo blog sono pubblicate sotto una Licenza Creative Commons.

Sardus Pater



Ho preso quest'immagine di vecchio patriarca da un bellissimo libro fotografico che mi ha prestato l'amico Roberto. Il libro, dal titolo "Sardegna, paesaggi umani", con testi dell'antropologo Giulio Angioni, è una raccolta di immagini straordinarie in B/N e a colori con le quali la fotografa tedesca Marianne Sin-Pfältzer , attraverso un viaggio a metà tra gli anni Cinquanta e Settanta del Novecento, ci racconta una Sardegna che non c'è più. 
Il disegno, titolato "Sardus Pater due", è realizzato a matita grassa su carta vigliacca da macellai (la stessa utilizzata per i gessetti) e in velocità, perché devo assolutamente restituire il libro all'amico. Anche se, per essere sinceri, essendo quasi trascorso un anno dal prestito e contando sui probabili vuoti di memoria che affliggono gli amici di una certa età, avrei preferito far finta di nulla e tenerlo con gli altri, peraltro tutti da me acquistati regolarmente nel corso degli anni, nella mia fornitissima libreria. Ma proprio ieri, durante un disteso dialogo telefonico con Roberto, prima di congedarsi egli mi ha ricordato con vigore che ho ancora il suo libro e che lo rivuole indietro a tutti i costi. Questa volta m'è andata male... 
Ciao Roberto, uno di questi giorni te lo riporto. Stai sereno...

Nessun commento: