Salutamassòreta

Salutamassòreta

Copyright

L'intero contenuto del sito, comprendente scritti, disegni, vignette, illustrazioni, fotografie non può essere né copiato né replicato su altri siti web, riviste, giornali, CD-ROM o altri tipi di supporto senza il consenso dell'Autore. L'autorizzazione deve essere richiesta per iscritto, via-posta elettronica, direttamente a francescodotti@alice.it e si ritiene accettata solo dopo esplicito assenso scritto dell'Autore.
Il silenzio, pertanto, non significa "assenso" e non dà diritto ad alcuna autorizzazione.
Grazie

The entire contents of the site, including writings, drawings, cartoons, illustrations, photographs can not be copied or replicated on other websites, magazines, newspapers, CD-ROM or other medium without the permission of the Author. The permit must be obtained in writing, via e-mail directly to francescodotti@alice.it and it is considered accepted only after explicit written consent of the Author.
The silence, therefore, does not mean "consent" and does not entitle it to any authorization.

Thanks

Thanks

Avvertenza

Alcuni testi o immagini inseriti in questo blog potrebbero essere tratti da internet e, pertanto, considerati di pubblico dominio. Qualora, però, la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'Autore, vogliate comunicarlo via email.
Saranno immediatamente rimossi.
L'Autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link, né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.
Creative Commons License
Tutte le opere e le immagini di questo blog sono pubblicate sotto una Licenza Creative Commons.

Attività illecite e Pil



Secondo l'Istat, pare che nel calcolo del Pil - che più o meno sarebbe il valore totale, in soldoni, dei beni e dei servizi prodotti in un Paese e destinati al consumo - si debbano conteggiare anche le attività illegali: e cioè droga, prostituzione, contrabbando e chissà cos'altro, che a conti fatti varrebbero circa 200 miliardi di euro all'anno. E se lo dice l'Istat, si vede che è vero.
fonte:  http://www.ilgiornale.it/news/economia/sorpresa-pil-cresce-grazie-evasione-e-droga-1050372.html
A questo punto verrebbe da chiedersi come mai a nessuno viene in mente, una volta che ne è stata accertata l'esistenza e considerato il fatto che risulta difficile debellarle, di tassare queste attività. Almeno qualche euro si raccatterebbe e non si andrebbero a cercare sempre nelle solite tasche. E sapete a quali tasche mi riferisco.
E poi, a proposito di tasse e di ciò che lo Stato ci dovrebbe restituire in cambio come "servizi al cittadino", oggi ne ho sentita un'altra che mi giunge nuova. In pratica, esclusi quei servizi pubblici essenziali previsti dal Contratto Collettivo Nazionale Regioni e Autonomie Locali, la Polizia Municipale può richiedere il pagamento di alcune prestazioni rese a privati, o ad organizzazioni, associazioni, comitati, società ecc.
fonti:  http://www.comune.osimo.an.it/comune/uffici/articlefiles/2734-REGOLAMENTO_PM_SERVIZI_CONTO.pdf
http://livesicilia.it/2014/08/27/concerti-scorte-e-rilievi-dellinfortunistica-arrivano-i-servizi-a-pagamento-dei-vigili_531493/
Infine, già che ci siete, a proposito di chiacchiere su lavoro, politiche industriali e rilanci di economie, la cui soluzione tutti pare abbiano in tasca, guardatevi anche questo: 

fonte "Servizio Pubblico" del 21/09/2014:  http://www.rai.tv/dl/RaiTV/programmi/media/ContentItem-7843cfc9-1e59-4378-b473-d20a5dbec393.html
Parla del trasporto pubblico in Italia,
con particolare riferimento a Roma "capitale", caro Renzi. E cioè di quel "servizio al cittadino" che tutti noi paghiamo, e che dovrebbe funzionare alla grande visto che è pure vicinissimo ai palazzi del "potere".

2 commenti:

Tomaso ha detto...

Belle le tue vignette caro Francesco.
Al primo momento fanno veramente ridere!!!
Ahimè molti poi credo che piangeranno.
Ciao coro amico coraggio e sempre avanti.
Tomaso

Cecco Dotti ha detto...

Grazie, caro Tomaso!
Mi basta che facciano ridere.
Il coraggio ce lo facciamo così...
Un caro saluto e a presto,
Francesco

P.S.
Lo sai che mi fa ancora male la gola e non riesco a guarire?
Stai a vedere che questa volta "tiro il calzino" (come si dice da noi in Toscana), e chi s'è visto s'è visto...