Salutamassòreta

Salutamassòreta

Copyright

L'intero contenuto del sito, comprendente scritti, disegni, vignette, illustrazioni, fotografie non può essere né copiato né replicato su altri siti web, riviste, giornali, CD-ROM o altri tipi di supporto senza il consenso dell'Autore. L'autorizzazione deve essere richiesta per iscritto, via-posta elettronica, direttamente a francescodotti@alice.it e si ritiene accettata solo dopo esplicito assenso scritto dell'Autore.
Il silenzio, pertanto, non significa "assenso" e non dà diritto ad alcuna autorizzazione.
Grazie

The entire contents of the site, including writings, drawings, cartoons, illustrations, photographs can not be copied or replicated on other websites, magazines, newspapers, CD-ROM or other medium without the permission of the Author. The permit must be obtained in writing, via e-mail directly to francescodotti@alice.it and it is considered accepted only after explicit written consent of the Author.
The silence, therefore, does not mean "consent" and does not entitle it to any authorization.

Thanks

Thanks

Avvertenza

Alcuni testi o immagini inseriti in questo blog potrebbero essere tratti da internet e, pertanto, considerati di pubblico dominio. Qualora, però, la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'Autore, vogliate comunicarlo via email.
Saranno immediatamente rimossi.
L'Autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link, né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.
Creative Commons License
Tutte le opere e le immagini di questo blog sono pubblicate sotto una Licenza Creative Commons.

Riforma del Catasto



Bene, tra un po' chi ha avuto la sfiga di essersi comprato una casa - o di averla ereditata - è probabile che si debba preparare a subire altri salassi. Perché siccome non bastavano tutti quelli che negli anni, a partire dallo Stato per finire con gli Enti locali, si sono inventati per colpire i proprietari di abitazioni (anche coloro che possiedono solo quella in cui vivono), ora si preparano a "riordinare" le rendite catastali. In pratica, il nuovo calcolo non terrà più conto dei vani ma dei metri quadrati; inoltre verrà valutata anche la zona censuaria (cioè dov'è situata l'abitazione).
Così l'anziano pensionato che da quando era ragazzo ha trascorso la sua esistenza in un vecchio stabile, che prima era in periferia ma che adesso è divenuta zona centrale e magari anche considerata "di pregio", secondo alcuni misteriosi "algoritmi" che partorirà l'Agenzia delle Entrate è probabile che si vedrà algoritmicamente aumentare la rendita catastale e da lì anche le tasse. D'altra parte, questi modelli matematici che prevedono l'inserimento di una serie di valori in base ai quali alla fine si elabora una soluzione, gli algoritmi appunto, essendo solo dei freddi calcoli deduttivi sono certo che non terranno conto neppure delle condizioni economiche dello sfortunato proprietario. Il quale, per giunta, non potrà neppure protestare perché così è stato deciso e la seduta è tolta!

fonte:
http://www.ilgiornale.it/news/interni/allarme-casa-superstangata-vista-938341.html 

Così mi viene in mente l'esempio dei genitori di un amico, che negli anni Cinquanta andarono a vivere nell'estrema periferia della loro città, dove certe strade non erano neppure asfaltate, non c'erano negozi o supermercati, ambulatori medici, farmacie, ospedali vicini e servizi pubblici decenti. C'erano solo una scuola, la chiesa e un paio di negozietti di generi alimentari che vendevano un po' di tutto, compreso il vino sfuso, in una piazza fangosa quando pioveva. Oggi, a distanza di oltre sessant'anni, quella zona è diventata residenziale, hanno aperto negozi, cartolerie, supermercati, poliambulatori, due cliniche, un paio di scuole, il teatro, dei bei giardini. E c'è anche la pista ciclabile! Insomma, non manca nulla. Però, se la città nel frattempo è migliorata e oggi quelle abitazioni valgono certamente di più, la pensione dei genitori del mio amico è rimasta sempre la stessa. Anzi, siccome era arrivata a superare di tre volte quella minima (circa 1500 euri al mese), ma non avevano né vitalizi né indennità di funzione e neppure indennità accessorie o rimborsi, e soprattutto non erano parlamentari, col blocco delle perequazioni attuato dai precedenti governi che hanno "salvato il Paese" per diversi anni non hanno neppure preso gli adeguamenti al costo della vita. 
fonte:
http://www.ilfattoquotidiano.it/2014/07/28/la-riforma-fornero-davanti-alla-consulta-dubbi-sulladeguamento-delle-pensioni/1075176/ 

Ora, ammettiamo che i genitori del mio amico oggi fossero ancora vivi, quanto dovranno pagare con i nuovi estimi catastali? Oppure, ammettiamo che nel frattempo fossero morti e che la casa l'avesse ereditata il mio amico, operaio da 1200 euri al mese, monoreddito e con un paio di figli a carico oltre alla moglie che è casalinga, quanto dovrà pagare il "fortunato" erede? Senza contare i conseguenti aumenti delle imposte di registro sul passaggio di proprietà.
A questo punto, al di là degli "algoritmi", c'è da sperare che l'Agenzia delle Entrate (quasi sempre dolorose) e i Comuni tengano conto, oltre che "dell'andamento del mercato immobiliare", anche dei redditi delle persone che vivono situazioni di questo tipo. Inoltre, lasciando perdere il mio amico e parlando in generale, va considerato che in questi ultimi anni c'è stato un vero e proprio crollo del mercato immobiliare. E allora, con gli "algoritmi", si terrà conto anche di questo "insignificante" particolare, oppure si tirerà dritto procedendo col rullo compressore?
Non vorranno mica una rivolta popolare?

fonti: 

http://www.liberoquotidiano.it/news/economia/11719890/Riforma-del-Catasto--ecco-quanto.html
http://www.ilgiornale.it/news/economia/riforma-catasto-citt-citt-ecco-chi-rischia-1042796.html
http://www.ilgiornale.it/news/politica/nuovo-agguato-casa-1042976.html
http://www.ilgiornale.it/news/interni/ecco-trucco-stangare-casa-964909.html


Aggiungo, dietro suggerimento di un'amica (ingegnere), che ringrazio, questo link che riguarda i pannelli fotovoltaici posizionati sul tetto:

http://mobile.ilsole24ore.com/solemobile/main/art/tecnologie/2014-02-17/fotovoltaico-tetto-il-fisco-vale-come-stanza-piu-e-va-accatastato-175132.shtml?uuid=ABAkzCx 

4 commenti:

Tomaso ha detto...

Caro Francesco, lo ho pensato anche io che abbiano trovato un sistema per tassare ancora la casa.
Ciao e buona serata e facciamoci coraggio.
Tomaso

Flo ha detto...

Fransuà, hai dimenticato questohttp://mobile.ilsole24ore.com/solemobile/main/art/tecnologie/2014-02-17/fotovoltaico-tetto-il-fisco-vale-come-stanza-piu-e-va-accatastato-175132.shtml?uuid=ABAkzCx

Un povero diavolo che pensa così di ridurre le spese si ritrova cornuto e mazziato :(

Ne usciremo mai?

Bisous

Cecco Dotti ha detto...

Ciao Tomaso, figurati se i nostri... "tassisti pensatori" si lasciavano scappare questa ghiotta occasione!
Ormai, sta finendo anche il coraggio...
Un caro saluto e buona serata anche a te,
Francesco

Cecco Dotti ha detto...

Ciao carissima! Grazie per l'intervento e il link suggerito (già aggiunto).
Pensa che per non pagare tasse in più, c'è chi demolisce il tetto di case e capannoni industriali e addirittura demolisce anche i muri: in pratica, butta giù tutto! Che tristezza!
A questo, ci hanno portato le sanguisughe che ci governano; e
per uscirne bisognerebbe solo fuggire lontano!
Un abbraccio, grazie della graditissima visita e buona notte,
Fransuà