Salutamassòreta

Salutamassòreta

Copyright

L'intero contenuto del sito, comprendente scritti, disegni, vignette, illustrazioni, fotografie non può essere né copiato né replicato su altri siti web, riviste, giornali, CD-ROM o altri tipi di supporto senza il consenso dell'Autore. L'autorizzazione deve essere richiesta per iscritto, via-posta elettronica, direttamente a francescodotti@alice.it e si ritiene accettata solo dopo esplicito assenso scritto dell'Autore.
Il silenzio, pertanto, non significa "assenso" e non dà diritto ad alcuna autorizzazione.
Grazie

The entire contents of the site, including writings, drawings, cartoons, illustrations, photographs can not be copied or replicated on other websites, magazines, newspapers, CD-ROM or other medium without the permission of the Author. The permit must be obtained in writing, via e-mail directly to francescodotti@alice.it and it is considered accepted only after explicit written consent of the Author.
The silence, therefore, does not mean "consent" and does not entitle it to any authorization.

Thanks

Thanks

Avvertenza

Alcuni testi o immagini inseriti in questo blog potrebbero essere tratti da internet e, pertanto, considerati di pubblico dominio. Qualora, però, la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'Autore, vogliate comunicarlo via email.
Saranno immediatamente rimossi.
L'Autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link, né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.
Creative Commons License
Tutte le opere e le immagini di questo blog sono pubblicate sotto una Licenza Creative Commons.

Cagliari da Molentargius



Dipinto qualche giorno fa, con le mani in tasca perché faceva molto freddo.
Tra l’altro, questo è uno dei miei primi acquerelli con l’eco. Me ne sono accorto subito dopo averlo dipinto, quando un signore che passava di lì per caso mentre dipingevo ha esclamato: “Perbacco… acco… accoacco! Ma questa è Cagliari vista da Molentargius… argius… argiusgiusus!”

E così mi ha sùbito còlto il desìo compositìvo:

"Città inerpicàta sul còlle di tufi maestri
che cèli orizzonti nascósti tra muri maldestri,
dai ciòttoli sparsi di vicoli strétti
odo esili passi ruzzolando canèstri.
Beàto beòta allegrotto e servétta acerbétta
che inarchi le póppe sculando pedestre
tra tufi maestri e muri maldestri
nell'ombrosa frescura di vicoli stretti
io passo rombante in motocicletta!"

Il Poeta


6 commenti:

Tomaso ha detto...

E bravo il nuovo pittore!!!
Bello veramente l'acquarello caro Francesco.
Tomaso

Cecco Dotti ha detto...

Grazie, mio caro Tomaso! Bisogna tenere allenato non solo la penna, ma anche il pennello!
Comunque, ne ho faati di migliori...
Ciao!

Flo ha detto...

Fossi così brava! Invece no: uso il pennello con la grazia di un triceràtopo e finisce che m'innervosisco
Sob, che dura vita@

Cecco Dotti ha detto...

Se s'innervosisse il triceràpodo sarebbe peggio! :)

luigi bluoso ha detto...

Ciao Poeta, avrai pensato che sono finito sepolto sotto la neve... e invece eccomi qui! Il tuo acquerello mostra segni che conosco ma forse quell'eco mi scombina un po' la comprensione e quindi anche la visione, o viceversa. Passo più avanti. Ciao.

Cecco Dotti ha detto...

Ciao Luigi carissimo!
Se avessi saputo che eri sepolto sotto la neve, mi sarei travestito da Sanbernardo (con regolamentare botticella di graspa appesa al collo!) e sarei corso a salvarti!
Lo sai che mi diverto a scherzare su tutto, e così scrivo quello che mi passa per la testa in qualsiasi momento :)
Grazie per la visita, anche se questo acquerello non meritava davvero che ti scomodassi. Diciamo che è il solito... allenamento; un test di prova per vedere dove sono rimasto. Il guaio è che poi non so dove andare :)
Un abbraccio e a presto,
Francesco