Salutamassòreta

Salutamassòreta

Copyright

L'intero contenuto del sito, comprendente scritti, disegni, vignette, illustrazioni, fotografie non può essere né copiato né replicato su altri siti web, riviste, giornali, CD-ROM o altri tipi di supporto senza il consenso dell'Autore. L'autorizzazione deve essere richiesta per iscritto, via-posta elettronica, direttamente a francescodotti@alice.it e si ritiene accettata solo dopo esplicito assenso scritto dell'Autore.
Il silenzio, pertanto, non significa "assenso" e non dà diritto ad alcuna autorizzazione.
Grazie

The entire contents of the site, including writings, drawings, cartoons, illustrations, photographs can not be copied or replicated on other websites, magazines, newspapers, CD-ROM or other medium without the permission of the Author. The permit must be obtained in writing, via e-mail directly to francescodotti@alice.it and it is considered accepted only after explicit written consent of the Author.
The silence, therefore, does not mean "consent" and does not entitle it to any authorization.

Thanks

Thanks

Avvertenza

Alcuni testi o immagini inseriti in questo blog potrebbero essere tratti da internet e, pertanto, considerati di pubblico dominio. Qualora, però, la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'Autore, vogliate comunicarlo via email.
Saranno immediatamente rimossi.
L'Autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link, né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.
Creative Commons License
Tutte le opere e le immagini di questo blog sono pubblicate sotto una Licenza Creative Commons.

Pugni e Papi



Più chiaro di così!

Concordo col Santo Padre: non si possono tollerare le offese quando sono rivolte a dei simboli, tanto più se sono religiosi e appartengono ad altri. Naturalmente, l'iperbole papale del "pugno" non significa che si deve rispondere con la violenza, ma una reazione può essere compresa nel prezzo. Credo, umilmente, che un conto sia la libertà di espressione nella satira quando colpisce il potere e chi lo esercita, e un altro sia offendere la fede. Poi, da qui ad ammazzare in nome di un dio c'è una bella differenza, e la carneficina che quei fanatici hanno fatto, prima nella redazione di Charlie Hebdo e poi nel supermercato dove c'erano ebrei, è e resta soltanto uno sproporzionato, esecrabile, ingiustificabile atto criminale. Aggiungerei che se ridere degli altri può significare saper ridere di se stessi e delle proprie miserie, quando si toccano certe sensibilità un po' di attenzione in più non guasterebbe.
 

7 commenti:

Flo ha detto...

A mente fredda siamo tutti un po' meno charlie...
Non scherzo. Anch'io, passato lo choc e la reazione di pancia, ho cominciato a pensare a tanti se e ma...
Niente giustifica una carneficina, ovvio, ma un po' di rispetto non guasterebbe...

Mi sei mancato: bentornato Frasuà!
Flo

Cecco Dotti ha detto...

E non sarei il solo. Anche uno dei fondatori del giornale satirico pare non fosse sempre d'accordo sui contenuti pubblicati (fonte: http://www.corriere.it/esteri/15_gennaio_15/fondatori-charlie-charb-ce-l-ho-te-che-bisogno-c-era-c9885e92-9cc6-11e4-8bf6-694fc7ea2d25.shtml ). E considerata la sua "veneranda" età (un'ottantina d'anni) avrebbe meritato un ascolto più attento.
Grazie per la visita e il bentornato.
Finalmente a qualcuno manco :) :)
Ciao a presto,
Fransuà

Flo ha detto...

Ho fatto anch'io una vignetta (seeee vignetta... 'na cosa), passa a vederla ;-)

Tomaso ha detto...

Parole sante quelle del Papa, Franceco, peccato che qualcuno le abbia interpretate nol modo sbagliato.
Penso che i mostri del terrore non sapranno mai interpretare con chiarezza quelle frasi...
Caio e buon fine settimana caro amico.
Tomaso

Cecco Dotti ha detto...

Vignetta vista, e commentata. Mi è piaciuta perché semplice, spontanea ed essenziale. Non dovevi mica rappresentare la Piazza della Signoria del Bellotto!
Promossa!
Ciao Flo, da
Fransuà

Cecco Dotti ha detto...

Ciao Tomaso, grazie per la visita!
Sulle parole del Papa, come del resto sulle parole di un sacco di gente, come va di moda ultimamente, si sprecano altre parole. E si riempiono pagine di giornali e ore di trasmissioni televisive, a parlare del nulla. Come magari per qualcuno ho fatto anch'io.
Forse, secondo l'evangelico "porgi l'altra guancia", si aspettavano che dicesse: "se mi offendi la mamma ti do il permesso di offendermi anche il babbo"?
Ha ragione. Anzi, dirò di più: "Se qualcuno ti mette una pagliuzza in un occhio, allora tu mettigli una trave! Così impara!"
Ciao Tomaso e buona domenica,
Francesco

Flo ha detto...

Visto che sei tornato al lavoro, commenta questo http://www.nonhomaitempo.blogspot.it/2015/01/ma-sara-vero.html