Salutamassòreta

Salutamassòreta

Copyright

L'intero contenuto del sito, comprendente scritti, disegni, vignette, illustrazioni, fotografie non può essere né copiato né replicato su altri siti web, riviste, giornali, CD-ROM o altri tipi di supporto senza il consenso dell'Autore. L'autorizzazione deve essere richiesta per iscritto, via-posta elettronica, direttamente a francescodotti@alice.it e si ritiene accettata solo dopo esplicito assenso scritto dell'Autore.
Il silenzio, pertanto, non significa "assenso" e non dà diritto ad alcuna autorizzazione.
Grazie

The entire contents of the site, including writings, drawings, cartoons, illustrations, photographs can not be copied or replicated on other websites, magazines, newspapers, CD-ROM or other medium without the permission of the Author. The permit must be obtained in writing, via e-mail directly to francescodotti@alice.it and it is considered accepted only after explicit written consent of the Author.
The silence, therefore, does not mean "consent" and does not entitle it to any authorization.

Thanks

Thanks

Avvertenza

Alcuni testi o immagini inseriti in questo blog potrebbero essere tratti da internet e, pertanto, considerati di pubblico dominio. Qualora, però, la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'Autore, vogliate comunicarlo via email.
Saranno immediatamente rimossi.
L'Autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link, né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.
Creative Commons License
Tutte le opere e le immagini di questo blog sono pubblicate sotto una Licenza Creative Commons.

Saline di Molentargius


Alcuni giorni fa mi è capitato di passare nei pressi delle Saline di Cagliari, e in uno degli stagni che ivi numerosi abbondano non ho potuto fare a meno di fotografare questa mandria di fenicotteri bradi al pascolo. Evidentemente, in quanto totalmente privi di collo e di una gamba-zampa, erano di un modello a me sconosciuto, forse un prototipo sperimentale, e tale novità ha catturato la mia attenzione. Che avesse ragione Chichibio? Ai pòstumi l'ardua scemenza.



10 commenti:

Tomaso ha detto...

Caro Francesco, queste due foto documentano che in Sardegna ce ancora un angolo di natura.
Ciao e buona serata caro amico.
Tomaso

Flo ha detto...

Io li conosco bene, sono i fenicotteri di razza italiana: rosa perché romantici, con una zampa sola così non vanno lontano e con la testa nascosta sotto l'ala per non vedere lo scempio che li circonda.
Flo la postuma

Cecco Dotti ha detto...

Caro Tomaso, la Sardegna è una continua sorpresa!
Quando credi che in fondo "tutto il mondo sia paese", non appena giri l'angolo ecco che la Sardegna ti sorprende con le sue meraviglie.
E anche se a prima vista alcune immagini possono sembrare uguali, o simili tra loro, alla fine scopri sempre un particolare che le distingue. Bello!
Grazie per la visita e buona serata anche a te,
Francesco

Cecco Dotti ha detto...

Carissima Flo, buona sera anche a te e grazie infinite per la visita e l'acuta riflessione.
Meno male che lo stagno, dove questi magnifici volatili sono ormai di casa da almeno una cinquantina d'anni, riesce ancora a salvarsi. Poi, a differenza di noi, il fatto stesso che i fenicotteri non debbano avere a che fare con la politica la dice lunga su come trascorrano la loro esistenza...
Quindi, tutto sommato, direi che se la passano bene. Avrei forse qualche perplessità per l'unica zampa che tengono a bagno, e che alternano con l'altra.
Che lo facciano per rallentare i reumatismi?
Un caro saluto e a presto,
Fransuà Nadar Nicéphore Niepce

Angela Maria Russo ha detto...

bellissimi i fenicotteri e bellissime le foto.

Flo ha detto...

Orpo, non ti facevo così vecchio!
Flo

Cecco Dotti ha detto...

Ciao Angela, grazie!
Non te l'ho mai chiesto, ma se avessi bisogno di qualche foto per uno dei tuoi bellissimi acquerelli non hai che da chiedermela. Sarò felicissimo di mandartela.
Un caro saluto e a presto,
Francesco

Cecco Dotti ha detto...

In effetti, mia amabile Flo, oltre all'entelechismo mi sto dedicando con una certa soddisfazione anche alla metempsicosi. Ultimamente, utilizzando alcuni vecchi dagherròtipi di proprietà di un mio lontano parente, sono felicemente riuscito a reincarnarmi, nell'ordine, prima in un topo che frequentava lo studio di un collega di Nadar, poi nel gatto di Nicéphore Niepce e infine in una lamina di rame cosparsa di bitume. Credo di essere sulla strada buona!
Un caro saluto e torna presto!
Fransuà Daguerre

Angela Maria Russo ha detto...

grazie Francesco sei molto gentile, penso che ne approfitterò!

Cecco Dotti ha detto...

Ciao Angela, grazie per la visita!
Allora d'accordo: se trovi qualcosa che ti piace sul blog, dimmi qual è e te lo spedisco ad una buona definizione per email!
A presto e buona domenica delle Palme,
Francesco