Salutamassòreta

Salutamassòreta

Copyright

L'intero contenuto del sito, comprendente scritti, disegni, vignette, illustrazioni, fotografie non può essere né copiato né replicato su altri siti web, riviste, giornali, CD-ROM o altri tipi di supporto senza il consenso dell'Autore. L'autorizzazione deve essere richiesta per iscritto, via-posta elettronica, direttamente a francescodotti@alice.it e si ritiene accettata solo dopo esplicito assenso scritto dell'Autore.
Il silenzio, pertanto, non significa "assenso" e non dà diritto ad alcuna autorizzazione.
Grazie

The entire contents of the site, including writings, drawings, cartoons, illustrations, photographs can not be copied or replicated on other websites, magazines, newspapers, CD-ROM or other medium without the permission of the Author. The permit must be obtained in writing, via e-mail directly to francescodotti@alice.it and it is considered accepted only after explicit written consent of the Author.
The silence, therefore, does not mean "consent" and does not entitle it to any authorization.

Thanks

Thanks

Avvertenza

Alcuni testi o immagini inseriti in questo blog potrebbero essere tratti da internet e, pertanto, considerati di pubblico dominio. Qualora, però, la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'Autore, vogliate comunicarlo via email.
Saranno immediatamente rimossi.
L'Autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link, né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.
Creative Commons License
Tutte le opere e le immagini di questo blog sono pubblicate sotto una Licenza Creative Commons.

Via Francigena



Ecco qua un altro pezzo di Toscana preso da quelle foto che ho trovato... ecc... ecc... studio... casino... ecc. ecc... Ma non è una tempera. Bensì un acquerello dipinto su carta per acquerello, con colori per acquerello e pennelli da imbianchino. Embè, che c'è di strano... non posso usare i pennelli da imbianchino? Comunque, pennelli a parte, quello ritratto è un vecchio casale di campagna, anche questo fotografato dalle parti di Siena o di Radicòfani, durante una visita che feci alcuni anni fa al mio vecchio compagno di scuola e di merende Ghino di Tacco. La fattura è velocissima: neanche il tempo di far asciugare completamente i colori e finire che sbocciassero i papaveri (infatti ne ho aggiunto qualcuno in più che nella realtà non c'era), perché dovemmo ripartire subito in quanto ci era giunta notizia che i conti di Santa Fiora, incazzatissimi per il ferimento di Jacopino da Guardavalle ad opera di Ghino, erano già sulle nostre tracce. Così, presa la via Francigena, ci unimmo ai pellegrini che scendevano verso Roma mischiandoci tra la folla.

2 commenti:

Flo ha detto...

Viene voglia di prendere la bici e andare...

Cecco Dotti ha detto...

Ciao Flo, è vero!
Lo sai quante volte ci ho pensato, e poi ho sempre rimandato?
Grazie! Anche per l'interessamento per il mio occhio sinistro (ma non... bieco ☺), il cui problema ho risolto con qualche goccia di collirio antiallergico. Il giorno dopo mi era passato tutto!
Però dopo le feste una capatina dall'oculista la farò senz'altro.
Un caro saluto e a presto,
Fransuà