Salutamassòreta

Salutamassòreta

Copyright

L'intero contenuto del sito, comprendente scritti, disegni, vignette, illustrazioni, fotografie non può essere né copiato né replicato su altri siti web, riviste, giornali, CD-ROM o altri tipi di supporto senza il consenso dell'Autore. L'autorizzazione deve essere richiesta per iscritto, via-posta elettronica, direttamente a francescodotti@alice.it e si ritiene accettata solo dopo esplicito assenso scritto dell'Autore.
Il silenzio, pertanto, non significa "assenso" e non dà diritto ad alcuna autorizzazione.
Grazie

The entire contents of the site, including writings, drawings, cartoons, illustrations, photographs can not be copied or replicated on other websites, magazines, newspapers, CD-ROM or other medium without the permission of the Author. The permit must be obtained in writing, via e-mail directly to francescodotti@alice.it and it is considered accepted only after explicit written consent of the Author.
The silence, therefore, does not mean "consent" and does not entitle it to any authorization.

Thanks

Thanks

Avvertenza

Alcuni testi o immagini inseriti in questo blog potrebbero essere tratti da internet e, pertanto, considerati di pubblico dominio. Qualora, però, la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'Autore, vogliate comunicarlo via email.
Saranno immediatamente rimossi.
L'Autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link, né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.
Creative Commons License
Tutte le opere e le immagini di questo blog sono pubblicate sotto una Licenza Creative Commons.

Petrolio air gun Sardegna



BOMBE SISMICHE PER CERCARE IL PETROLIO IN SARDEGNA

Dopo l'approvazione da parte del Governo della legge contro i reati ambientali, pensare che si autorizzi il "bombardamento" sottomarino per cercare il petrolio in un mare, quello sardo, per vocazione dedito soprattutto alla pesca e al turismo, è inconcepibile. E' quello che è avvenuto con la cancellazione dalla legge contro gli ecoreati, "tanto voluta da Renzi e dalla sua maggioranza", dell'uso delle "bombe sismiche" (o tecnicamente "air gun") che d'ora in poi saranno consentite anche lungo le nostre coste. E nel caso il petrolio si trovasse dove lo cercano, dopo dovranno estrarlo. Operazione, questa, addirittura più rischiosa dell'air gun. Perché anche se per ristabilire la contropressione necessaria verrà pompata acqua (di mare) all'interno della sacca che conteneva il petrolio estratto, riempiendo i vuoti e limitando così l'abbassamento del fondo marino (subsidenza), le conseguenze di tali "manipolazioni geologiche" potrebbero essere nel tempo imprevedibili. Non vorrei che la Sardegna, che non è mai stata una zona sismica e il cui mare, rinomato per la bellezza e la purezza delle sue acque, non è inquinato, improvvisamente lo diventasse per colpa di scellerati programmi di estrazione petrolifera. 

E la Regione Sardegna col suo Presidente, cosa fa? Mi piacerebbe che i Sardi che lo hanno votato glielo chiedessero. Come mi piacerebbe che se lo ricordassero anche quando il 31 di maggio andranno a votare...
fonti:
http://www.repubblica.it/ambiente/2015/05/19/news/ecoreati-114768600/
http://www.ilfattoquotidiano.it/2015/02/20/petrolio-un-altro-airgun-in-sardegna/1441734/
http://lanuovasardegna.gelocal.it/regione/2015/05/06/news/l-airgun-cancellato-dalla-lista-degli-ecoreati-1.11370930
http://www.unionesarda.it/articolo/cronaca_sardegna/2015/05/05/ricerche_di_petrolio_ok_del_governo_pili_bombe_sismiche_nel_mare-6-417684.html
http://www.ilmanifestobologna.it/wp/2015/05/un-regalo-di-renzi-ai-petrolieri-in-sardegna-arrivano-le-bombe-sismiche-air-gun/
http://www.regione.sardegna.it/j/v/491?s=279644&v=2&c=27&t=1
http://www.centrometeoitaliano.it/scienza-e-tecnologia/gli-air-gun-in-sardegna-sono-dannosi-per-balene-e-delfini-25-06-2014-16254/
http://www.cagliaripad.it/news.php?page_id=17885

8 commenti:

Flo ha detto...

Non c'è pace

Cecco Dotti ha detto...

Purtroppo no!
Ora me ne vado a letto a leggermi un libro.
A domani e buona notte!

Tomaso ha detto...

Caro Francesco, la vignetta perla chiaro, non ce proprio niente da ridere, in caso mai si dovrebbe piangere!!!
Tomaso

Flo ha detto...

Mio cugino sostiene che non sono state le bombe sismiche, è stato lui che, facendo un bagnetto durante la sua ultima vacanza... ehmmm....

Strana gente i cugini!

luigi bluoso ha detto...

Caro Francesco, dunque continua imperterrita l'opera di profanazione... ormai mi vien da dire che all'uomo sapiens (quando mai?) si è sostituito l'uomo violento. Grazie comunque per la tua azione instancabile, coerente con l'impegno che ti connota e che spero spinga alla vigilanza e alla protesta seria e a quanto altro possibile le persone che hanno responsabilità politica (tutti, mi risponderai...). Chissà!!! Ciao e stammi bene. Luigi

Cecco Dotti ha detto...

Ciao Tomaso, purtroppo da noi le politiche a favore dell'ambiente (ma non solo quelle...) spesso si risolvono in chiacchiere e spot elettorali.
Che ci vuoi fare, finché trovano gente che ci crede e gli dà retta sarà sempre così.
Un caro saluto, grazie per la visita e buona giornata,
Francesco

Cecco Dotti ha detto...

Tuo cugino ha probabilmente ragione, cara Flo. A tale proposito, un'illustre studioso di questi fenomeni, il Prof. Arduino Labolla, docente di fisica applicata all'Università di Roccasecca di Sotto e inventore della notissima "scoreggia vestita", ha dimostrato che gli scarichi gassosi densi di materiale putrescente allo stato aeriforme combinandosi con altri elementi danno luogo al fenomeno conosciuto come eutrofizzazione. L'attento ricercatore, infatti, nei suoi molteplici esperimenti subacquei ebbe a notare che l'ingannevole presenza di elementi estranei all'interno del suo costume da bagno, invece di comunissime alghe, altro non erano che volgarissima merda!
Vedi cosa vuol dire studiare...
Grazie per il notevole intervento, e porgi i miei saluti a tuo cugino.
Con stima, affetto, simpatia e altre cose,
Fransuà (noto Gasdotto)

Cecco Dotti ha detto...

Carissimo Luigi, dopo 45 anni di Sardegna (parafrasando De André) non ho solo imparato il dialetto ma anche visto cose che non avrei mai voluto vedere. E quando mi è stata data la possibilità di denunciarle, anche se mi sono creato qualche nemico, l'ho fatto. Mi dispiace che un'Isola così bella debba patire offese spesso insanabili talvolta anche da chi ci è nato, ci vive e, forse, ci morirà. Peccato, perché meriterebbe molto più rispetto...
Però alcune cose, specialmente tra le ultime generazioni, stanno cambiando; e mi auguro che questo sentimento prenda finalmente il largo e si faccia strada la consapevolezza che certe ricchezze vanno mantenute e non consumate.
Grazie per il commento e per la tua sensibilità.
Un abbraccio,
Francesco