Salutamassòreta

Salutamassòreta

Copyright

L'intero contenuto del sito, comprendente scritti, disegni, vignette, illustrazioni, fotografie non può essere né copiato né replicato su altri siti web, riviste, giornali, CD-ROM o altri tipi di supporto senza il consenso dell'Autore. L'autorizzazione deve essere richiesta per iscritto, via-posta elettronica, direttamente a francescodotti@alice.it e si ritiene accettata solo dopo esplicito assenso scritto dell'Autore.
Il silenzio, pertanto, non significa "assenso" e non dà diritto ad alcuna autorizzazione.
Grazie

The entire contents of the site, including writings, drawings, cartoons, illustrations, photographs can not be copied or replicated on other websites, magazines, newspapers, CD-ROM or other medium without the permission of the Author. The permit must be obtained in writing, via e-mail directly to francescodotti@alice.it and it is considered accepted only after explicit written consent of the Author.
The silence, therefore, does not mean "consent" and does not entitle it to any authorization.

Thanks

Thanks

Avvertenza

Alcuni testi o immagini inseriti in questo blog potrebbero essere tratti da internet e, pertanto, considerati di pubblico dominio. Qualora, però, la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'Autore, vogliate comunicarlo via email.
Saranno immediatamente rimossi.
L'Autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link, né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.
Creative Commons License
Tutte le opere e le immagini di questo blog sono pubblicate sotto una Licenza Creative Commons.

Epitelioma







So già che penserete qualcosa, tipo: «E ora, questo diavolo d'un Ceccodotti, che si sarà inventato? Che è quel siluro di vetro con quella "cosa" rosa immersa in un liquido che si vede nelle fotografie?» Semplice, miei Egr. Amiche e Eccellent.me Amici, quella "cosa" rosa è un pezzo della mia schiena, e quella che la contiene non è un siluro ma una provetta. Mentre quella macchia scura di colore marroncino al centro è il nevo (o neo, o epitelioma) che il chirurgo mi ha asportato. Praticamente, un neo da asporto: come le pizze. 
Una volta rimosso chirurgicamente dopo una anestesia locale, ho portato il "neo-pizza" a far analizzare (esame istologico) ed è risultato essere un carcinoma 4 stagioni. Praticamente un tumore maligno della mia adorata pellaccia, causato da anni di incosciente esposizione ai raggi solari e da un paio d'insolazioni che ricordo di aver preso in gioventù. Siccome era piuttosto grandetto (segno che si trovava lì da tempo) il chirurgo, per sicurezza e per evitare eventuali infiltrazioni, s'è mantenuto largo e anche profondo (quella "roba" giallina che si vede nell'ultima foto è il grasso sottocutaneo) e così mi ha tagliato un bel pezzo di cotenna! E per capire quanto grande sia basta fare il confronto con le dita che reggono il "siluro-provetta". 
E adesso? Che ne avremmo fatto? Buttarlo via con l'umido della differenziata ci sembrava male, e così in un primo momento la mia Signora aveva pensato a una bella grigliata mista di epitelioma e salsiccia, ma ricordandomi che ho una scarpa da risuolare le ho detto che sarebbe stato meglio conservarlo per tale scopo. Siccome in questi giorni sono tornato a visita di controllo e il dermatologo me ne ha trovati almeno altri quattro, tutti da togliere, è assai probabile che con tutta la pelle che mi toglierà adesso, più quella che mi aveva già tolto prima, mi ci potrò fare, ora che l'estate è iniziata, addirittura un bel paio di sandali alla moda. E soprattutto originali!
Scherzi a parte, fatevi controllare periodicamente i nei e state molto attenti a come prendete il sole, specialmente nelle ore più calde (dalle 11 alle 16), e chiedete consigli al vostro dermatologo. Buona estate a tutti! 
Ah, dimenticavo, se dovesse capitare che non mi sentite più... diciamo per tutto il mese di luglio, vorrà dire che sono morto. E vi ringrazio da adesso per tutto il tempo che mi avete dedicato. Almeno un po' spero di avervi fatto divertire...
A presto... forse...
   

4 commenti:

Tomaso ha detto...

Ha parte la foto strana, che ci ha incuriosito!!!
Il resto ci quello che dici facciamo le scaramanzie rimani ha farmi compagnia!!!
Dimmi cosa farei io senza di te!!!, tieni sempre duro caro Francesco!!!

Flo ha detto...

Non dire vaccate e curati.
Un abbraccio forte e sincero e buona pedalata ;-)
Flo (che ha in testa varie e colorite espressioni idiomatiche con un sacco di z al loro interno)

Cecco Dotti ha detto...

Caro Tomaso, ti ricordi la vecchia trasmissione televisiva della Rai, "Telematch" (Enzo Tortora, Silvio Noto e Renato Tagliani, anno 1957-58), all'interno della quale c'era un gioco: "L'oggetto misterioso", e la gente doveva indovinare cosa fosse? Ecco, inizialmente stavo pensando a qualcosa di simile anch'io, ma poi com'è mio solito mi sono lasciato andare... :-)
Tranquillo, caro amico, qui dove sono ci sto benissimo e non ho alcuna intenzione di cambiare... domicilio!
Ti ringrazio per le condoglianze anticipate e ti abbraccio con ancor maggiore affetto,
Francesco

Cecco Dotti ha detto...

Mia carissima Flo, leggo che ti sei trattenuta a stento dal mandarmi a quel paese, in compagnia di molte z, e ti ringrazio per lo sforzo sostenuto. Figurati che ieri ho spedito a mia figlia un link dove si parla di cremazioni, e anche lei ha avuto la tua stessa reazione. Soprattutto quando, nella successiva email, ho aggiunto che invece di essere... "caramellato" a puntino mi sarei accontentato di essere... parzialmente cremato! :-)
Scherzi a parte, stamani mi hanno visitato in ospedale, e siccome non c'è urgenza mi opereranno a settembre. Ed è quello più "rognoso", anche se ancora piccolo, perché è all'interno del padiglione auricolare, proprio nella piega, e quindi poco visibile. Gli altri quattro, situati tra il tronco e il collo, invece me li asporteranno ambulatorialmente la prossima settimana. Probabilmente la causa di tutto, oltre al sole, è da imputarsi a un calo delle difese immunitarie. La storia qui si farebbe lunga, perché dovrei tirare in ballo la varicella (presa in tarda età dai figli), e l'herpes zoster conseguente che mi colpì l'occhio. E anche se prontamente curato e nonostante non abbia avuto conseguenze, l'herpes, che ormai fa parte del mio midollo spinale, potrebbe sempre recidivare...
Il corpo umano, se si nasce sani (e io lo nacqui, come diceva Totò), è davvero una macchina perfetta; purtroppo siamo noi stessi a guastarlo con stili di vita sbagliati e spesso incoscienti.
Grazie per l'abbraccio sincero, che contraccambio, e ti terrò informata... sui fatti. :-)
A presto e buona serata (qui si boccheggia dal caldo),
Fransuà L'Épithélioma