Salutamassòreta

Salutamassòreta

Copyright

L'intero contenuto del sito, comprendente scritti, disegni, vignette, illustrazioni, fotografie non può essere né copiato né replicato su altri siti web, riviste, giornali, CD-ROM o altri tipi di supporto senza il consenso dell'Autore. L'autorizzazione deve essere richiesta per iscritto, via-posta elettronica, direttamente a francescodotti@alice.it e si ritiene accettata solo dopo esplicito assenso scritto dell'Autore.
Il silenzio, pertanto, non significa "assenso" e non dà diritto ad alcuna autorizzazione.
Grazie

The entire contents of the site, including writings, drawings, cartoons, illustrations, photographs can not be copied or replicated on other websites, magazines, newspapers, CD-ROM or other medium without the permission of the Author. The permit must be obtained in writing, via e-mail directly to francescodotti@alice.it and it is considered accepted only after explicit written consent of the Author.
The silence, therefore, does not mean "consent" and does not entitle it to any authorization.

Thanks

Thanks

Avvertenza

Alcuni testi o immagini inseriti in questo blog potrebbero essere tratti da internet e, pertanto, considerati di pubblico dominio. Qualora, però, la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'Autore, vogliate comunicarlo via email.
Saranno immediatamente rimossi.
L'Autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link, né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.
Creative Commons License
Tutte le opere e le immagini di questo blog sono pubblicate sotto una Licenza Creative Commons.

Poetto Cagliari alba


L'altra mattina mi sono svegliato prima del solito, e invece di accendere la radiolina restando a poltrire tra le lenzuola qualche ora in più, mi sono fiondato giù dal catafalco dove avevo deposto lo scheletro la sera prima deciso a farmi una bella passeggiata. "Stamani voglio uscire all'alba e assistere al miracolo del sol levante!", mi sono detto guardando fuori dalla finestra il buio che ancora avvolgeva la città mentre i primi giapponesi facevano capolino tra le cime degli alberi che ornano la piazza. Così, terminate le abluzioni e indossati gli appositi pantaloncini da ciclista col cavallo imbottito, sollievo della prostata e dell'intero apparato riproduttivo, senza far neppure colazione ho ingurgitato al volo due cucchiaiate di miele che mi avrebbero dato sufficienti energie per pedalare almeno fino a Oristano, e inforcando il mio fedele cavallo d'acciaio mi sono lanciato in strada direttamente dal balcone per non tardare all'appuntamento col mio astro nascente. Pedalando di buona lena, in meno di un quarto d'ora sono arrivato al mare proprio mentre il sole si affacciava da dietro Monte Casteddu. E ho iniziato a fotografare...   


Naturalmente col passare delle ore il sole s'è alzato e, prima di rientrare a casa, mi sono fatto il solito giro all'interno delle saline, che sono sempre belle da vedere a seconda della luce che le inonda.




Infine, prima di rientrare, ho voluto sperimentare sulla spiaggia la tenuta in curva dei nuovi copertoni della mia lussuosa mountain bike, e devo dire che visti così fanno una bellissima impressione. 
Ciao a tutti, e buona notte al secchio!

2 commenti:

Flo ha detto...

Ho sempre amato le foto "geometriche": file ordinate di tronchi o di libri, file di biscotti, frattali di microscopiche creature... L'impronta delle ruote sulla sabbia, benché imperfetta, è molto bella

Cecco Dotti ha detto...

Anch'io certe volte mi soffermo ad osservare le geometrie che incontro e, se ho con me un buon teleobiettivo, inquadro cercando di tagliare il superfluo. Ciò accade soprattutto per le architetture cittadine, o le file di alberi e anche di libri.
Ma non ho mai pensato di fotografare biscotti e tantomeno... frattaglie.
Questa delle ruote m'è venuta così, osservando la luce radente e le ombre nette, e per questo m'è piaciuta.
Grazie per l'apprezzamento (meglio se fosse stato di terreno) che ho molto gradito.
Ciao!