Salutamassòreta

Salutamassòreta

Copyright

L'intero contenuto del sito, comprendente scritti, disegni, vignette, illustrazioni, fotografie non può essere né copiato né replicato su altri siti web, riviste, giornali, CD-ROM o altri tipi di supporto senza il consenso dell'Autore. L'autorizzazione deve essere richiesta per iscritto, via-posta elettronica, direttamente a francescodotti@alice.it e si ritiene accettata solo dopo esplicito assenso scritto dell'Autore.
Il silenzio, pertanto, non significa "assenso" e non dà diritto ad alcuna autorizzazione.
Grazie

The entire contents of the site, including writings, drawings, cartoons, illustrations, photographs can not be copied or replicated on other websites, magazines, newspapers, CD-ROM or other medium without the permission of the Author. The permit must be obtained in writing, via e-mail directly to francescodotti@alice.it and it is considered accepted only after explicit written consent of the Author.
The silence, therefore, does not mean "consent" and does not entitle it to any authorization.

Thanks

Thanks

Avvertenza

Alcuni testi o immagini inseriti in questo blog potrebbero essere tratti da internet e, pertanto, considerati di pubblico dominio. Qualora, però, la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'Autore, vogliate comunicarlo via email.
Saranno immediatamente rimossi.
L'Autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link, né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.
Creative Commons License
Tutte le opere e le immagini di questo blog sono pubblicate sotto una Licenza Creative Commons.

Trivelle 17 aprile referendum


Perché l'Italia - e il suo mare - non siano venduti ai petrolieri fino ad esaurimento scorte, ricordati che il 17 aprile si vota per impedire che l'attività estrattiva prosegua fino al completo esaurimento del giacimento dal quale si vuole estrarre il gas, o il petrolio, o quello che volete.

Dove e come si vota:
http://www.ilpost.it/2016/04/12/referendum-trivelle-informazioni-voto/ 




MA NON SOLO!

Per quanto concerne le garanzie di sicurezza e di salvaguardia ambientale che tuttavia vengono offerte, infine, fate attenzione perché ritengo che sia praticamente impossibile prevenire e prevedere ciò che potrebbe succedere sottoterra. Ovvero, come la nostra Terra reagirà, prima o poi, a tutte le violenze umane che per secoli ha dovuto tollerare. E se ormai fosse stanca sarebbe anche giusto, perbacco e poi per Giove!

Per capirci meglio, vi consiglio di dare un'occhiata a questo documento, che parla di "subsidenza". La parola misteriosa che indica, in poche parole, l'abbassamento della crosta terrestre.

fonte:
https://geograficamente.wordpress.com/2009/01/16/gas-estrazioni-in-alto-adriatico-il-rischio-della-subsidenza-vale-il-quantitativo-energetico-estraibile/ 

Ora, anche se questo abbassamento potrebbe essere dovuto a cause naturali: movimenti tettonici, ovvero dell'involucro che ricopre la nostra Terra che, è bene ricordarlo, non è completamente "piena"; attività sismiche più o meno profonde; compattazione e altri processi geologici dei vari strati di terreno, in buona parte è causato dalla sconsiderata opera dell'Uomo. Per fare qualche esempio banale: tutti i materiali da costruzione che estraiamo dal sottosuolo, le bonifiche idrauliche, l'eccessivo sfruttamento delle falde acquifere e qualcos'altro che adesso non mi viene in mente, che però comprende anche l'attività estrattiva di petrolio e gas, potrebbero essere tra i responsabili di questo lento ma inesorabile processo di abbassamento. In pratica, si scava sottoterra e si prende quello che ci serve per mettercelo sopra, col risultato che sotto ci resta un "buco" e sopra ci si mette un "peso". In questo modo la crosta si assottiglia e non è più in grado di sostenere il peso che vi grava. Per questo motivo, ma di sicuro anche per altri, ogni tanto nelle nostre città si aprono delle improvvise voragini che inghiottono quello che c'è sopra. 
Come il camion dell'immagine, sprofondato a causa della semplice rottura di un tubo dell'acqua in città. In questo caso l'acqua ha eroso il terreno sottostante e poi, a forza di scorrere, si è creata una strada lungo la quale lo ha portato via. Fino a quando è rimasta solo la "crosta" dell'asfalto, che sotto il peso del camion ha ceduto.
D'altra parte, se "gutta cavat lapidem" figuriamoci cosa può essere capace di fare con alcune manciate di terra!

 
Se per quanto riguarda l'attività estrattiva (petrolio e gas) quello che si piglia in genere viene sostituito da qualcosa che si mette al suo posto (dal "buco" si toglie il gas o il petrolio e si riempie d'acqua), non è però garantito che questo comportamento alla Terra possa risultare gradito. Siamo veramente così presuntuosi da conoscere proprio tutto ciò che la riguarda? Io penso di no, ma è quello che ci vogliono far credere. 
fonti:
http://www.focus.it/scienza/scienze/dove-napoli-sprofonda 
https://it.wikipedia.org/wiki/Tettonica_delle_placche 

Senza contare i metodi usati per queste estrazioni: uno di questi è l'Air Gun, che sarà anche utile ai petrolieri ma non trova per niente d'accordo chi nel mare ci vive e chi dal mare ricava da vivere. 
Dicesi Air Gun (in pratica un marchingegno che spara aria fortemente compressa sul fondo del mare), la tecnica usata per scoprire giacimenti sottomarini di gas o di petrolio che si basa sulla emissione di onde sonore dirette sul fondo del mare le quali, tornando indietro, a seconda del tempo impiegato per attraversarlo e opportunamente elaborate danno le informazioni sul contenuto degli strati attraversati.
fonte:
http://www.nopetroliopuglia.it/seznoamianto/123-prospezionegeosismicaairgun.html





6 commenti:

Flo ha detto...

Tu voti, abroghi l'articolo che consente il prolungamento delle "concessioni" e loro le trasformano in "permessi" o in "autorizzazioni" o in "nuove concessioni"... Da' retta a me: non servirà a niente :-(

Cecco Dotti ha detto...

In effetti, mia cara Lettrice di nome Flo, c'è questo rischio. Né più né meno com'è capitato col finanziamento pubblico ai partiti. Allora che fai: non vai a votare come ha suggerito Renzi? (vergogna! per lui che dà simili consigli)
A questo punto preferisco una chiara e netta presa di posizione e voto come mi pare, ma voto. E anche se il mio Sì non servirà a nulla, in ogni caso ho espresso il mio pensiero.
Per come la vedo io, che voterò Sì, se nonostante la vittoria dei Sì ci riproponessero in seguito le trivelle sotto mentite spoglie (vedi finanziamento ai partiti), mi auguro che questa volta il popolo, stanco d'esser preso per i fondelli, s'incazzi sul serio e scenda in piazza. Unito e in massa. Naturalmente senza usare la violenza. Anche se l'esasperazione - e non solo per le trivelle - potrebbe addirittura giustificarla. Perché come diceva Totò: "E' la somma che fa il totale".
Ti auguro una buona settimana, e... come va con Windows 10? Ti trovi bene? Io sì.
Ciao!

Flo ha detto...

IL popolo non è evidentemente stanco abbastanza. Poi sono tutti occupati a guardare l'isola dei Famosi e Quelli che il calcio.
Vorrei SOLO per fare un dispetto a Renzo!
A proposito di Renzo: hai letto i titoli sul Sole di stamattina? L'Italia ha agguantato il 4 posto in Europa per pressione fiscale!!! Vedi? Anche noi siamo capaci di scalare le classifiche :-(
Win10 va bene, grazie:-)
Oh, dimenticavo: ho comprato la reflex!!!! Alla fine ho scelto una nikon d3300... Sono felice come una bambina!!

luigi bluoso ha detto...

Carissimo Francesco, ammirevole, come sempre, il tuo impegno per la salvaguardia della nostra amata Terra. Dici benissimo che ad ognuno spetta la propria parte di responsabilità e quindi di iniziative. Che poi ci tocchi rimanere sempre "dominati" è proprio da vedere, perchè la storia "magistra" ci racconta ben altro, basti pensare ai "corsi e ricorsi" del buon Vico... perchè mai le strade e le piazze non dovrebbero ritornare ad essere luoghi di incontro e di libera rispettosa e quindi pacifica espressione della gente? Grazie ancora, buona settimana e buon voto!!!

Cecco Dotti ha detto...

Ciao Flo, ti rispondo con notevole ritardo - e me ne scuso - perché in questi giorni sto tentando un difficilissimo recupero di foto e diapositive che risalgono almeno a una trentina d'anni fa, se non di più...
Operazione lunga, ripetitiva e per questo noiosissima, ma che pare stia dando dei risultati apprezzabili. Anche se non sono il massimo...
Per la pressione fiscale, anche se lo dice il Sole, io me n'ero già accorto dai... chiari di Luna :)
Per i programmi Tv, stendo un velo pietoso. Anche se non basta.
Sono lieto che Win10 ti soddisfi. E sono anche contento per la tua reflex: la D3300 è una gran macchina!! Farai delle foto magnifiche!
W gli entusiasti, se ancora si entusiasmano!
Un caro saluto,
Frank

Cecco Dotti ha detto...

Ciao Luigi, anche a te rispondo con imperdonabile ritardo, e il motivo è lo stesso che ho spiegato a Flo: il salvataggio delle fotografie! Credo che potresti ricavarci un paio dei tuoi bellissimi acquerelli. Prova, poi me li farai vedere.
Terminata questa operazione "recupero", mi dedicherò al... salvataggio del nostro Mare! Grazie a te per le belle parole che mi dedichi. Ormai ci conosciamo da qualche annetto, e sai come la penso sull'ambiente e su tutto il resto. E proprio per questo mio carattere combattivo non intendo assolutamente arrendermi. E poi, scusa, non vivo su questa Terra anch'io? Perciò ho tutto il diritto di viverci nel miglior modo possibile. Per questo, fino al giorno della vigilia del voto, anche a costo di diventare noioso, mi ripeterò invitando a votare SI' chi vorrà farlo.
Ti abbraccio e ricambio l'augurio per una buona settimana,
Francesco