Salutamassòreta

Salutamassòreta

Copyright

L'intero contenuto del sito, comprendente scritti, disegni, vignette, illustrazioni, fotografie non può essere né copiato né replicato su altri siti web, riviste, giornali, CD-ROM o altri tipi di supporto senza il consenso dell'Autore. L'autorizzazione deve essere richiesta per iscritto, via-posta elettronica, direttamente a francescodotti@alice.it e si ritiene accettata solo dopo esplicito assenso scritto dell'Autore.
Il silenzio, pertanto, non significa "assenso" e non dà diritto ad alcuna autorizzazione.
Grazie

The entire contents of the site, including writings, drawings, cartoons, illustrations, photographs can not be copied or replicated on other websites, magazines, newspapers, CD-ROM or other medium without the permission of the Author. The permit must be obtained in writing, via e-mail directly to francescodotti@alice.it and it is considered accepted only after explicit written consent of the Author.
The silence, therefore, does not mean "consent" and does not entitle it to any authorization.

Thanks

Thanks

Avvertenza

Alcuni testi o immagini inseriti in questo blog potrebbero essere tratti da internet e, pertanto, considerati di pubblico dominio. Qualora, però, la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'Autore, vogliate comunicarlo via email.
Saranno immediatamente rimossi.
L'Autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link, né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.
Creative Commons License
Tutte le opere e le immagini di questo blog sono pubblicate sotto una Licenza Creative Commons.

Equitalia "rottamata"

2 commenti:

Flo ha detto...

Massí massí: il principe di Salina diceva che "se vogliamo che tutto rimanga com'è, bisogna che tutto cambi" ... (o era Tancredi? Bah, mi sembra il principe ma il succo non cambia)
Non so tu, ma io sono davvero sconfortata e pessimista.

Cecco Dotti ha detto...

Mi sembra il primo (non era "Il Gattopardo"?)...
Come al solito, imbambolati dall'"Annunciatore Seriale", non ci resta che aspettare.
Se è vero quello che ha detto, e cioè il fatto che entrando a far parte dell'Agenzia dell'Entrate il dialogo con Equitalia dovrebbe essere più diretto e senza rimbalzelli di competenze da un'agenzia all'altra, che l'aggio verrà abolito e che resteranno solo "equi" interessi per i ritardati pagamenti, qualcosa di positivo sembra che ci sia. Poi, se gli cambiano solo il nome com'è avvenuto per le tasse (da Ici a Imu, da Tarsu a Tari e via dicendo) e si limitano a questo e basta, allora poveri noi! Perciò aspettiamo... d'altra parte che possiamo fare?
Ormai gli annunci superano di gran lunga le cose realmente fatte, tanto che abbiamo un'immagine del nostro Paese completamente distorta dalla realtà. Basta vedere quello che accade coi migranti. La pazienza della gente si sta esaurendo, e le prime avvisaglie di una contestazione, a volte anche portata al limite dello scontro fisico, comincia a manifestarsi apertamente. E' la storia della corda, che a forza di tirarla prima si allunga e poi si spezza.