Salutamassòreta

Salutamassòreta

Copyright

L'intero contenuto del sito, comprendente scritti, disegni, vignette, illustrazioni, fotografie non può essere né copiato né replicato su altri siti web, riviste, giornali, CD-ROM o altri tipi di supporto senza il consenso dell'Autore. L'autorizzazione deve essere richiesta per iscritto, via-posta elettronica, direttamente a francescodotti@alice.it e si ritiene accettata solo dopo esplicito assenso scritto dell'Autore.
Il silenzio, pertanto, non significa "assenso" e non dà diritto ad alcuna autorizzazione.
Grazie

The entire contents of the site, including writings, drawings, cartoons, illustrations, photographs can not be copied or replicated on other websites, magazines, newspapers, CD-ROM or other medium without the permission of the Author. The permit must be obtained in writing, via e-mail directly to francescodotti@alice.it and it is considered accepted only after explicit written consent of the Author.
The silence, therefore, does not mean "consent" and does not entitle it to any authorization.

Thanks

Thanks

Avvertenza

Alcuni testi o immagini inseriti in questo blog potrebbero essere tratti da internet e, pertanto, considerati di pubblico dominio. Qualora, però, la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'Autore, vogliate comunicarlo via email.
Saranno immediatamente rimossi.
L'Autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link, né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.
Creative Commons License
Tutte le opere e le immagini di questo blog sono pubblicate sotto una Licenza Creative Commons.

Festa della Donna



Ditemi la verità: quant'è che sentiamo parlare di diritti delle donne... "senza distinzione di sesso" - come Costituzione recita -... o di occupazione e pari indipendenza economica rispetto agli uomini? Per non parlare della violenza maschile... 
Così anche quest'anno l'8 di marzo, tra mimose e pizzerie, si perpetua una delle ricorrenze a mio avviso più ipocrite e infarcite di retorica che ci potevamo inventare. Già, perché a parte le belle parole e le disparità tuttora esistenti con l'altro sesso, il mio, le nostre donne continuano ad essere picchiate, violentate, accoltellate, "sparate" e sfregiate con l'acido. A voi, uomini, la scelta! 
Tuttavia altre donne, che non sono uno "spreco di talenti" magari per meriti di "casta", hanno facoltà di disporre di risorse culturali, professionali, economiche e civili guadagnate senza fatica alcuna nelle stanze dei poteri. Queste sì senza disparità di trattamenti salariali, di pensioni, di cure mediche e di lavoro precario.
E allora evviva la parità dei diritti. Retoriche mimose per tutte, e... tanti auguri!


2 commenti:

Tomaso ha detto...

Caro Francesco, se si parlasse di mene e facessero vedere i fatti!!!! Allora si potremmo dire che tutto è cambiato!!!
Ciao e buona serata caro amico con un forte abbraccio e un sorriso:-)
Tomaso

Cecco Dotti ha detto...

Ciao carissimo! Tutto bene?
Mi fa piacere sentirti di nuovo in perfetta forma! :) :)
Hai ragione: si parla molto ma si conclude poco...
Eppoi le critiche, guarda caso, arrivano proprio da chi dovrebbe intervenire e invece non fa nulla!
Un caro saluto e un abbraccio, e se non ci sentiamo prima anche un felice fine settimana!
Ciao, Francesco