Salutamassòreta

Salutamassòreta

Copyright

L'intero contenuto del sito, comprendente scritti, disegni, vignette, illustrazioni, fotografie non può essere né copiato né replicato su altri siti web, riviste, giornali, CD-ROM o altri tipi di supporto senza il consenso dell'Autore. L'autorizzazione deve essere richiesta per iscritto, via-posta elettronica, direttamente a francescodotti@alice.it e si ritiene accettata solo dopo esplicito assenso scritto dell'Autore.
Il silenzio, pertanto, non significa "assenso" e non dà diritto ad alcuna autorizzazione.
Grazie

The entire contents of the site, including writings, drawings, cartoons, illustrations, photographs can not be copied or replicated on other websites, magazines, newspapers, CD-ROM or other medium without the permission of the Author. The permit must be obtained in writing, via e-mail directly to francescodotti@alice.it and it is considered accepted only after explicit written consent of the Author.
The silence, therefore, does not mean "consent" and does not entitle it to any authorization.

Thanks

Thanks

Avvertenza

Alcuni testi o immagini inseriti in questo blog potrebbero essere tratti da internet e, pertanto, considerati di pubblico dominio. Qualora, però, la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'Autore, vogliate comunicarlo via email.
Saranno immediatamente rimossi.
L'Autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link, né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.
Creative Commons License
Tutte le opere e le immagini di questo blog sono pubblicate sotto una Licenza Creative Commons.

Legittima difesa


Dopo le quotidiane aggressioni commesse ai danni dei cittadini da parte di criminali incalliti e senza scrupoli, in fatto di legittima difesa e leggi che la regolamentano si pensa di allargare il criterio di giudizio per quanto riguarda il "grave turbamento psichico". A questo punto, visto il livello di garantismo esistente nel nostro Paese, verrebbe da chiedersi se gravemente turbato nella psiche lo sia chi subisce l'aggressione o chi la attua 😁😁(risatina sarcastica). 
E siccome, sempre nel nostro Paese, in fatto di giustizia "tutto può accadere", guardando la cosa dalla parte di chi delinque le ipotesi non mancano...
"E se mi scoprono dopo che gli ho sfondato la porta di casa e sto rubando?", potrebbe pensare il "ladro" (naturalmente presunto almeno fino al terzo grado di giudizio), che gravemente turbato per essere stato colto in flagrante potrebbe anche reagire con violenza. Le ipotesi non mancano, e sono variegate al caffè.

Perché nel caso in cui il ladro (tuttavia ancora da dimostrare) fosse armato - non solo delle buone intenzioni di compiere una rapina ma anche di un fucile o di una pistola -, e volesse trarre in inganno le vittime destinate, potrebbe anche suonare il campanello (senza videocitofono per motivi di privacy) e, qualificandosi, chiedere di entrare. "Chi è?" "Sono un ladro." "Ma... ladro ladro, oppure anche assassino e stupratore?" "Dipende dallo stato d'animo che avrò una volta entrato in casa." "Ma... è armato?" "Sì. E sono anche mascherato." "Come, mascherato?... Il Carnevale è finito da un pezzo... Mi auguro che non sia mascherato da Renzi, altrimenti non le apro! Anzi, venga direttamente domattina, ché tra un po' andiamo a cena e dopo c'è la pubblicità interrotta dalla partita!" 
Questo, se il ladro-ancora-da-dimostrare fosse armato. Ma se non lo fosse? Se l'aggressore-ladro-fino-a-prova-contraria intendesse limitare le offese al solo uso delle mani, in questo caso come dovrebbe reagire l'aggredito? Siccome per legge la difesa dev'essere proporzionata all'offesa, il derubando-vittima non potrà assolutamente sparare o accoltellare né tantomeno bastonare pesantemente il derubante-ladro... ché poi si fa presto a dire ladro se ancora non ha rubato nulla. Dovrà invece reagire ad armi pari, tirando prima un cazzotto d'avvertimento in aria (col pugno munito di tappino rosso per distinguerlo dal pugno vero) e poi, se riesce a schivare i primi due jab, il gancio al fegato e l'uppercut al mento, solo allora potrà colpire duro e mai sotto la cintura. Che diventa un problema se il presunto ladro ha le bretelle.
Perciò, colpire sì ma senza esagerare, e informandosi immediatamente delle condizioni di salute della "vittima" a terra con un "Come va? Ho colpito troppo duro? Le ho fatto male?", per dimostrare che nel suo gesto non v'era cattiveria alcuna, pena la squalifica e sei punti in meno sulla patente.
Insomma, tra pensieri forcaioli e Stato di diritto, le opinioni sulla legittima difesa si rincorrono. Senza né vincitori né vinti, ma solo portando scompiglio a destra e a sinistra, scissionisti e centro compresi, tra chi vorrebbe difendersi sparando a più non posso, e chi invece porgendo l'altra guancia. Una prece
fonti:
http://www.altalex.com/documents/news/2017/04/03/rapina-a-budrio-barista-ucciso-si-riapre-il-dibattito-sulla-legittima-difesa 
http://www.adnkronos.com/fatti/cronaca/2017/04/03/legittima-difesa-quando-diventa-reato-cosa-prevede-normativa-italiana_tj9tfMIii8ICL8CY0p36lL.html 
http://www.altalex.com/documents/news/2017/03/29/legittima-difesa 

4 commenti:

Flo ha detto...

😢

Tomaso ha detto...

Caro Francesco, è meglio prenderla sul ridere!!! Se anche è una cosa molto seria.
Ciao e buona giornata caro amico con un forte abbraccio e un sorriso:-)
Tomaso

Cecco Dotti ha detto...

Ciao Flo, con quella "faccina" hai detto tutto!
Anche se avrei preferito due righe in più... Pazienza, so che non si può avere tutto dalla Flo e così aspetto. Comunque sono contento che tu sia passata!
Buona notte, un abbraccio e alla prossima,
Francesco

Cecco Dotti ha detto...

Ciao Tomaso, io la prendo sempre sul ridere. Almeno fino a quando non mi entra qualcuno in casa. E siccome sono cintura nera di barzellette, visto che per legge non posso fare altro, cercherò almeno di far morire dal ridere i rapinatori!
Mi piacerebbe leggere i titoli dei giornali... "Uccide i ladri sparando cazzate! Sorpreso in piena notte da due malviventi che volevano derubarlo dei sudati risparmi, un allegro pensionato li stende con le barzellette. La procura apre un'inchiesta perché la difesa non era proporzionata all'offesa".
La prossima volta, per andare a pari, che facciamo: minacciamo noi di derubare i ladri?
Ciao Tomaso, un abbraccio anche a te e felice settimana,
Francesco