Salutamassòreta

Salutamassòreta

Copyright

L'intero contenuto del sito, comprendente scritti, disegni, vignette, illustrazioni, fotografie non può essere né copiato né replicato su altri siti web, riviste, giornali, CD-ROM o altri tipi di supporto senza il consenso dell'Autore. L'autorizzazione deve essere richiesta per iscritto, via-posta elettronica, direttamente a francescodotti@alice.it e si ritiene accettata solo dopo esplicito assenso scritto dell'Autore.
Il silenzio, pertanto, non significa "assenso" e non dà diritto ad alcuna autorizzazione.
Grazie

The entire contents of the site, including writings, drawings, cartoons, illustrations, photographs can not be copied or replicated on other websites, magazines, newspapers, CD-ROM or other medium without the permission of the Author. The permit must be obtained in writing, via e-mail directly to francescodotti@alice.it and it is considered accepted only after explicit written consent of the Author.
The silence, therefore, does not mean "consent" and does not entitle it to any authorization.

Thanks

Thanks

Avvertenza

Alcuni testi o immagini inseriti in questo blog potrebbero essere tratti da internet e, pertanto, considerati di pubblico dominio. Qualora, però, la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'Autore, vogliate comunicarlo via email.
Saranno immediatamente rimossi.
L'Autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link, né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.
Creative Commons License
Tutte le opere e le immagini di questo blog sono pubblicate sotto una Licenza Creative Commons.

Caldo torrido e siccità



Ogni anno, d'estate, la solita solfa: "Fa caldo!" Bella scoperta: siamo d'estate... E così anche noi - intendo io e colei che da 47 estati mi vive accanto, e con me suda -, soffriamo stoicamente il caldo ma non ci lamentiamo: sudiamo, e siamo felici così. D'altra parte, abbiamo sempre sudato; e quando proprio non ne potevamo più, accendevamo un ventilatorino e ci sembrava d'essere sulle Dolomiti! Altri, invece, che il caldo sembrano proprio non sopportarlo, li incontro spesso seduti in macchina, fermi sotto il sole, col telefonino in mano e il motore in moto. Col condizionatore "a manetta"! 
Ma porca puttana, dico io, perché non ti metti all'ombra, esci da quella cazzo di macchina, così eviti d'inquinarci l'aria - che già fa schifo - e rendi un servizio non solo a te stesso ma anche a quella comunità che ti ha accettato e della quale fai parte? 
Pensaci un po', coglione! 😡😡 
 

2 commenti:

Tomaso ha detto...

Caro Francesco, per noi anziani ci vuole mille attenzioni per evitare il peggio, perciò usciamo quasi mai fin che il caldo è passato.
Ciao e buon fine settimana con un forte abbraccio e un sorriso:-)
Tomaso

Cecco Dotti ha detto...

Ciao Tomaso, grazie per la visita!
E' vero, noi anziani bisogna stare molto attenti... Io, per fortuna è come se avessi una specie di "regolatore" interno: e quando arriva l'estate, indipendentemente dai soliti consigli sulla dieta da seguire che ormai tutti distribuiscono a piene mani sui vari media, ho sempre mangiato pochissimo (frutta e verdura e proteine vegetali), bevuto molta acqua (niente alcolici, solo un po' di vino annacquato) e fumato di meno. L'unica cosa che mi dispiace è che vado a letto molto tardi (dopo l'una di notte) e mi sveglio prestissimo (prima delle sei), col risultato che dormo poco e mi viene sonno di pomeriggio...
Per il caldo, infine, anche se lo abbiamo da diversi anni non accendiamo mai il condizionatore. Usiamo invece solo un paio di ventilatori, più che sufficienti per... "spostare" l'aria. Tutto qui. E anche in macchina, pur avendolo, credo di aver usato il climatizzatore un paio di volte in occasione di un lungo viaggio estivo. Ma solo per un po', perché l'aria condizionata non la sopporto e preferisco di gran lunga quella "naturale" che arriva dal finestrino aperto! D'altra parte, se ci pensi bene, faceva caldo anche quando eravamo più giovani e non c'erano i condizionatori... E nonostante tutto siamo arrivati alla nostra età! ;) :)
Senza contare l'inquinamento che deriva dall'uso sconsiderato di certe attrezzature.
E poi ci lamentiamo se cambia il clima e il pianeta si surriscalda!
Oggi sto scrivendo un sacco...
Un abbraccio affettuoso, buon fine settimana e alla prossima!
Francesco