Salutamassòreta

Salutamassòreta

Copyright

L'intero contenuto del sito, comprendente scritti, disegni, vignette, illustrazioni, fotografie non può essere né copiato né replicato su altri siti web, riviste, giornali, CD-ROM o altri tipi di supporto senza il consenso dell'Autore. L'autorizzazione deve essere richiesta per iscritto, via-posta elettronica, direttamente a francescodotti@alice.it e si ritiene accettata solo dopo esplicito assenso scritto dell'Autore.
Il silenzio, pertanto, non significa "assenso" e non dà diritto ad alcuna autorizzazione.
Grazie

The entire contents of the site, including writings, drawings, cartoons, illustrations, photographs can not be copied or replicated on other websites, magazines, newspapers, CD-ROM or other medium without the permission of the Author. The permit must be obtained in writing, via e-mail directly to francescodotti@alice.it and it is considered accepted only after explicit written consent of the Author.
The silence, therefore, does not mean "consent" and does not entitle it to any authorization.

Thanks

Thanks

Avvertenza

Alcuni testi o immagini inseriti in questo blog potrebbero essere tratti da internet e, pertanto, considerati di pubblico dominio. Qualora, però, la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'Autore, vogliate comunicarlo via email.
Saranno immediatamente rimossi.
L'Autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link, né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.
Creative Commons License
Tutte le opere e le immagini di questo blog sono pubblicate sotto una Licenza Creative Commons.

Molentargius Quartu aria irrespirabile


Per correttezza d'informazione, alle 01:16 aggiungo un servizio di Videolina andato in onda ieri alle 20:15, in cui si parla delle misure straordinarie che il Prefetto di Cagliari, Tiziana Costantino, adotterà per l'emergenza causata dai fumi tossici provenienti dal Molentargius.
fonte:
http://www.videolina.it/articolo/tg/2000/01/01/emergenza_molentargius_la_prefettura_adotta_misure_straordinarie-78-646218.html 

In attesa che le richieste "urgenti" per un "tavolo tecnico" vengano espletate dagli organismi preposti, burocrazia permettendo, la popolazione di Quartu Sant'Elena aspetta... "saldata" in casa. 
Intanto, i fumi mefitici a base di monossido di carbonio, più i vari ed eventuali ossidi di azoto e soprattutto diossina provenienti dal Molentargius e dal suo "misterioso" contenuto sotterraneo continuano ad essere esalati. Sperando che nessuno si ammali, e confidando, per ora, solo nei venti (intesi come movimento di una massa d'aria). Ovvero, se arriva lo scirocco 👉 siamo salvi, se invece soffia il maestrale 👈 - o il ponente, o comunque venti provenienti dai quadranti nord occidentali -siamo fottuti!

in questo caso sta soffiando il maestrale...



 
A proposito degli inquinanti, e in particolar modo quelli "organici persistenti" tra i quali la diossina, vale la pena di ricordare che se n'era occupata anche la Convenzione di Stoccolma nel corso di un convegno tenutosi nel maggio del 2001 ed entrato in vigore il 17 maggio 2004, con l'obiettivo di eliminare e diminuire l'uso di alcune sostanze nocive per la salute umana. Perché le diossine, oltre ad essere tossiche, sono altamente cancerogene, e siccome tendono ad accumularsi nei tessuti viventi - soprattutto nei grassi - anche un'esposizione minima può recare seri danni. 
Tra l'altro, il tempo di dimezzamento della sua tossicità (emivita) nell'uomo varia più o meno da 6 a 11 anni. Perciò, fatevi due conti e nel frattempo raccomandatevi al... vento!😨

fonti:
https://www.vistanet.it/cagliari/blog/2017/09/19/fumo-aria-irrespirabile-quartu-sindaco-delunas-si-rivolge-alla-prefettura/  

2 commenti:

Tomaso ha detto...

Caro Francesco, foto e argomento molto interessante, purtroppo credo che non sia solo a Molentargius Quartu ma in tante parti e luoghi di tutto il mondo li in Sardegna una terra che tutti i turisti amano, è veramente un peccato.
Ciao e buona giornata con un forte abbraccio e un sorriso:-)
Tomaso

Cecco Dotti ha detto...

Ciao Tomaso, grazie per la visita!
Purtroppo è come dici tu: eventi simili non sono solo in Sardegna, ma in tutto il mondo. Stavo leggendo che in Pennsylvania, a Centralia, c'è una miniera sotterranea di antracite che brucia da oltre cinquant'anni! Col risultato che molti residenti hanno abbandonato il paese e si sono trasferiti altrove. Ora ci sono rimaste solo una decina di persone... Lo trovi qui: http://www.nationalgeographic.it/ambiente/2013/01/11/foto/la_miniera_di_carbone_di_centraliain_fiamme_da_pi_50_anni-1453942/2/
Tuttavia, dato che si vuole andare su Marte, prima di partire per altri Mondi proverei a risolvere qualche problema sulla Terra!
Un forte abbraccio anche a te e una buona giornata e a presto,
Francesco