Salutamassòreta

Salutamassòreta

Copyright

L'intero contenuto del sito, comprendente scritti, disegni, vignette, illustrazioni, fotografie non può essere né copiato né replicato su altri siti web, riviste, giornali, CD-ROM o altri tipi di supporto senza il consenso dell'Autore. L'autorizzazione deve essere richiesta per iscritto, via-posta elettronica, direttamente a francescodotti@alice.it e si ritiene accettata solo dopo esplicito assenso scritto dell'Autore.
Il silenzio, pertanto, non significa "assenso" e non dà diritto ad alcuna autorizzazione.
Grazie

The entire contents of the site, including writings, drawings, cartoons, illustrations, photographs can not be copied or replicated on other websites, magazines, newspapers, CD-ROM or other medium without the permission of the Author. The permit must be obtained in writing, via e-mail directly to francescodotti@alice.it and it is considered accepted only after explicit written consent of the Author.
The silence, therefore, does not mean "consent" and does not entitle it to any authorization.

Thanks

Thanks

Avvertenza

Alcuni testi o immagini inseriti in questo blog potrebbero essere tratti da internet e, pertanto, considerati di pubblico dominio. Qualora, però, la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'Autore, vogliate comunicarlo via email.
Saranno immediatamente rimossi.
L'Autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link, né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.
Creative Commons License
Tutte le opere e le immagini di questo blog sono pubblicate sotto una Licenza Creative Commons.

Referendum Lombardia Veneto



Domenica 22 ottobre, dalle 7 di mattina alle 23, i cittadini della Lombardia e del Veneto dovranno votare il referendum consultivo sull'autonomia regionale.
Non penso che con la vittoria del "Sì" si metta a rischio l'unità del Paese, e che Lombardia e Veneto passino alle dipendenze... dell'Impero austriaco. Anche perché la riforma del titolo V della Costituzione (e il Federalismo) già prevedono il riconoscimento delle autonomie locali, le quali hanno piena potestà legislativa e sono tenute a farsi carico dei bisogni dei propri cittadini. In fondo, è legittimo pensare che una maggiore autonomia delle strutture locali, considerate più controllabili in quanto più vicine ai cittadini rispetto a quelle statali, alla fine si possa tradurre in una maggior trasparenza e in un miglioramento dei servizi offerti.
L'importante, però, è che di questi bisogni se ne facciano realmente carico e che le imposte che paghiamo - tra addizionali Irpef, Irap e compartecipazione all'Iva - siano spese bene e non vadano dilapidate.

fonti:
http://www.repubblica.it/politica/2017/10/19/news/referendum_autonomie_lombardia_veneto-178724253/
http://www.tgcom24.mediaset.it/politica/referendum-lombardia-maroni-giusto-pagare-3-5-mln-per-la-sicurezza_3101644-201702a.shtml
http://www.ilsole24ore.com/art/notizie/2017-10-18/lombardia-obiettivo-trattenere-24-miliardi--214601.shtml?uuid=AEVgn7qC
http://www.linkiesta.it/it/article/2017/10/19/cinque-buone-ragioni-per-dire-no-ai-referendum-di-maroni-e-zaia/35898/


4 commenti:

Francesca ha detto...

Passo a salutare il mio simpatico amico ... spero che stai bene. Un abbraccio

Tomaso ha detto...

Caro Francesco, al referendum avrei dovuta andare pure io e mia moglie, ma ci abbiamo rinunciato a questo strapazzo di viaggio.Ciao e buon fine settimana con un forte abbraccio e un sorriso:-)
Tomaso

Cecco Dotti ha detto...

Ciao Francesca, ti ringrazio infinitamente del pensiero e della graditissima visita!
Dopo tanto tempo! :) :)
Per conquistarmi la simpatia degli amici come te faccio il possibile... come del resto cerco di fare per la salute. Anche se per la prima è molto più facile... ;)
Ti auguro un felice fine settimana, e ricambio l'abbraccio!
A presto,
Francesco

Cecco Dotti ha detto...

Ciao Tomaso, hai fatto bene perché non credo che anche dopo il referendum cambieranno molte cose... Siamo in Italia - e siamo italiani -, per questo sono così scettico!
Però, in certi casi, una maggiore autonomia non guasterebbe. L'importante è che a portarla avanti siano le persone serie, e che soprattutto lo facciano sempre nel nome e nell'interesse dei cittadini che rappresentano!
Un forte abbraccio, grazie per il passaggio gradito e buon fine settimana,
Francesco