Salutamassòreta

Salutamassòreta

Copyright

L'intero contenuto del sito, comprendente scritti, disegni, vignette, illustrazioni, fotografie non può essere né copiato né replicato su altri siti web, riviste, giornali, CD-ROM o altri tipi di supporto senza il consenso dell'Autore. L'autorizzazione deve essere richiesta per iscritto, via-posta elettronica, direttamente a francescodotti@alice.it e si ritiene accettata solo dopo esplicito assenso scritto dell'Autore.
Il silenzio, pertanto, non significa "assenso" e non dà diritto ad alcuna autorizzazione.
Grazie

The entire contents of the site, including writings, drawings, cartoons, illustrations, photographs can not be copied or replicated on other websites, magazines, newspapers, CD-ROM or other medium without the permission of the Author. The permit must be obtained in writing, via e-mail directly to francescodotti@alice.it and it is considered accepted only after explicit written consent of the Author.
The silence, therefore, does not mean "consent" and does not entitle it to any authorization.

Thanks

Thanks

Avvertenza

Alcuni testi o immagini inseriti in questo blog potrebbero essere tratti da internet e, pertanto, considerati di pubblico dominio. Qualora, però, la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'Autore, vogliate comunicarlo via email.
Saranno immediatamente rimossi.
L'Autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link, né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.
Creative Commons License
Tutte le opere e le immagini di questo blog sono pubblicate sotto una Licenza Creative Commons.

Marina al vento



Nuova tempera pre-natalizia di una marina a caso, con barca anonima e gabbiani finti, dipinta in movimento tra la camera e il salotto. 
Il fatto è che se sto fermo e seduto fumo un sacco di sigarette... per giunta, se non mi muovo, mi si gonfiano le caviglie, mi fanno male gli occhi, mi viene la tosse, vado a letto tardi, dormo poco perché mi sveglio presto e poi non riprendo più sonno. Così mi alzo con le palle che mi girano e con un cerchio alla testa (sarà l'orbita delle palle?...) e ciondolo per la casa trascinando la mia stanca esistenza da una stanza all'altra, sbadigliando per tutta la mattina senza voglia di far nulla.
Poi penso che faccio una vita inutile e che dovrei partire per il mio primo giro del mondo in Vespa senza sponsor, dal quale, ahi me lasso!, non farò più ritorno perché la morte mi coglierà in viaggio dopo aver forato tutte le ruote, finito la benzina, smagnetizzato il volano, rotto il filo della frizione, persa la regolazione dell'anticipo, intasato il catetere e finiti anche i pannoloni per l'incontinenza.
Crollato esausto sulle sabbie del deserto dei Tartari, dopo aver succhiato l'ultima stilla d'acqua dalla polverosa borraccia, verrò punto alla carotide da cotanto infame quanto velenosissimo scorpione del deserto che non mi lascerà scampo. Me ne andrò, come il Faust tra le braccia della sua Margherita in mezzo a schiere di cherubini trombanti (cioè che suonano le loro trombe, che avevate capito?) pensando all'attimo fuggente, al Patto di stabilità, a banca Etruria e al blocco delle pensioni sotto i duemila euro.

Un caro saluto e ci risentiamo quando rientro...

Mezzi pubblici e sicurezza



Continuano le aggressioni al personale in servizio sui mezzi pubblici, e così si corre ai ripari per tentare di aumentare la sicurezza dei conducenti e degli stessi passeggeri.
fonti:
http://tg24.sky.it/cronaca/2017/12/19/aggressioni-bus-roma-atac-spray-peperoncino-per-autisti.html
http://www.ilgiornale.it/news/cronache/roma-pericolosa-cabine-rinforzate-e-spray-peperoncino-sui-1475740.html
http://roma.corriere.it/notizie/cronaca/17_dicembre_19/agenti-bus-spray-peperoncino-l-autista-replica-non-servono-f1dd0da6-e4ef-11e7-99b2-e4b972c90c1d.shtml

(Ironico e sarcastico) Naturalmente, per legge, su ogni mezzo pubblico dovranno essere esposti cartelli chiaramente visibili, in almeno tre lingue, che avvisino gli eventuali aggressori dei rischi che corrono. Con l'avvertenza d'indossare, prima di salire a bordo, i regolamentari occhiali protettivi a norma di legge. Inoltre, per non turbare gli aggressori, nei cartelli dovrà anche essere indicato il contenuto dello spray (che non deve superare i 20 ml e che non deve avere una gittata superiore a mt 3), che al suo interno non vi siano sostanze cancerogene, tossiche, chimiche, corrosive e infiammabili ma esclusivamente naturali, che la percentuale di oleoresin capsicum non superi il 10%, con una concentrazione max di capsaicinoidi totali pari al 2%.

(Vero) Come del resto stabilisce, in materia di strumenti di autodifesa, il D.M. n° 103 del maggio 2011 e, in materia di sicurezza pubblica, il testo dell'art. 3, comma 32, della legge 15 luglio 2009, n. 94 che recita:
"Il Ministro dell'interno, con regolamento da emanare nel termine di sessanta giorni dalla data di entrata in vigore della presente legge, di concerto con il Ministro del lavoro, della salute e delle politiche sociali,  definisce le caratteristiche tecniche degli strumenti di autodifesa, di cui all'articolo 2, terzo comma, della legge 18 aprile 1975, n. 110, che nebulizzano un principio attivo naturale a base di oleoresin capsicum, e che non abbiano l'attitudine a recare offesa alla persona".   

Felice Natale e, forse, anche Buon Anno! 

Fiume Liri



Sempre più deluso dalla politica, ho ripreso a dipingere con maggior lena. Per le vignette, in questa Italia che ogni giorno che passa diventa sempre più ridicola e si barcamena tra gli anatemi dei social e quelli di chi ci governa, c'è sempre tempo. Perché tanto non cambia nulla, non illudetevi. Continueremo a pagare le tasse per alimentare tutti quei "baracconi" che negli anni hanno messo in piedi per sistemare amici e sodali, ai quali si sono aggiunti quelli europei; non ci restituiranno mai i soldi che ci devono perché "mancano le coperture", tra il generale e sempre più diffuso disagio sociale nonostante ci rassicurino che "la ripresa c'è". Forse intendono quella... per il culo, il nostro, che non è mai cessata. E qui non cito le "fonti", perché è quello che penso e sono le mie opinioni.
Così ieri sera ho tirato fuori i "ferri" del mestiere dal cassetto dov'erano conservati, e ispirandomi a una vecchia foto che avevo scattato alcuni anni fa ho dipinto questa tempera, modificando alcuni particolari. Il fiume è il Liri, dalle parti di Sora, nel frusinate. Comunque, "sviste" a parte, non prendetelo come... prodotto finito. E' solo un'esercitazione, come tutte le altre, che però mi auguro serva a spazzar via la ruggine accumulata nel tempo sulla punta dei pennelli, e su quel poco di manualità acquisita negli anni e in parte dimenticata.
Buona domenica! 

La Nonna




Ieri sera ho trovato una vecchia foto della mia nonna materna, e ho provato a disegnarla. Così ho preso il carboncino, una matita grassa, dei gessetti, una bottiglietta di tempera nera (per intenderci, di quelle che usano gli imbianchini per fare i colori), un tubetto di tempera bianca, un pennellino e la solita acqua per diluire il diluibile e fondere il fondente (o il fondibile)...
Non è certo il massimo, ma questo è il risultato. Se vi piace, bene; sennò andatevi a vedere la nonna disegnata da qualcun altro.
Buon fine settimana a tutti, nonni e nonne compresi!

Finestra



Una modestissima finestra, con le persiane aperte e della biancheria stesa ad asciugare al vento. Sul davanzale, un paio di vasi con dei fiori rinsecchiti. Pennino e china, leggermente acquerellato...

Molentargius, fuochi e fumi








I campionamenti effettuati al suolo dall'Arpas nella discarica sotterranea di Molentargius, andata a fuoco la scorsa estate, hanno rivelato la presenza di numerosi contaminanti tutti pericolosi per la salute.
Anche se ultimamente i dati sulla qualità dell'aria sembrano essere nella norma, per evitare di essere asfissiati di nuovo con il prossimo incendio attendiamo con viva trepidazione la bonifica del sito. I cui tempi tuttavia non paiono essere brevi.

fonti:
http://www.youtg.net/v3/index.php/top-news/4206-piombo-arsenico-e-idrocarburi-a-molentargius-veleni-industriali-dentro-il-parco-protetto
http://www.unionesarda.it/articolo/cronaca/2017/11/30/molentargius_metalli_pesanti_sulla_superficie_della_discarica-68-671599.html
http://www.unionesarda.it/articolo/cronaca/2017/10/25/quartu_bonifiche_a_molentargius_i_tempi_non_saranno_brevi-68-659425.html

Infine, per gli amanti della chimica e della salute, alcune informazioni sui "presunti" inquinanti "apparentemente" rinvenuti. 

Il Tallio: viene utilizzato prevalentemente per la produzione di insetticidi, fuochi artificiali, veleno per topi, vetro e nell'industria elettronica e farmaceutica. Ma si può trovare anche negli escrementi dei piccioni o all'interno della zona del Molentargius interessata dagli incendi dell'estate scorsa. E' tossico per inalazione o ingestione, esposto all'aria si ossida e sembra piombo, e Agata Christie lo ha utilizzato come arma del delitto in alcuni suoi romanzi... 
La concentrazione max di esposizione permessa a lungo termine non deve superare gli 0,1 mg/m³.

fonti:
http://tg24.sky.it/cronaca/2017/10/03/tallio-cosa-e-avvelenamenti.html
http://www.corriere.it/salute/17_ottobre_13/tallio-che-cos-perche-pericoloso-c3994434-aff5-11e7-9acf-3e6278e701f3.shtml?refresh_ce-cp

L'Arsenico: nei suoi composti, trova impiego per la fabbricazione di insetticidi, erbicidi, pannelli fotovoltaici, circuiti integrati, vetro o nel legno trattato con arsenocromato di rame come antitarlo, e in alcune leghe. Siccome il legno così trattato è ancora in circolazione, se viene bruciato nel caminetto la sua combustione concentra i suoi composti nelle ceneri e nei fumi dispersi nell'aria. E' anche un comune inquinante del carbone (centrali elettriche a carbone, fonderie e cementifici). Naturalmente è estremamente dannoso per l'organismo e appare evidente che un'alimentazione a base di arsenico è altamente sconsigliata... 💀

fonti:
https://it.wikipedia.org/wiki/Arsenico

Il Piombo: usato per costruire tubazioni, smalti per vasellame e vernici, munizioni, batterie, leghe per saldatura, benzine (piombo tetraetile) e saldature delle serpentine di distillazione di vinacce casalinghe.
Il suo avvelenamento si chiama saturnismo.

fonti:
http://www.pianetachimica.it/mol_mese/mol_mese_2016/04_Avvelenamento_da_Piombo/Avvelenamento_da_Piombo.htm
https://it.wikipedia.org/wiki/Piombo

Il Rame: in giuste dosi, pare che sia l'unico che fa bene perché serve per la crescita e lo sviluppo del corpo umano. Altrimenti, siccome è un metallo pesante, a seconda della quantità accumulata e di come entra nel corpo può provocare avvelenamento.

fonti:
http://www.ing.unitn.it/~colombo/metalli_pesanti/intro.html
http://it.intoxication-stop.com/otravlenie-medyu_html_default.htm
https://it.wikipedia.org/wiki/Rame
https://www.mr-loto.it/alimentazione/rame-proprieta.html

Gli Idrocarburi a lunga catena (C>12): difficilissimi da spiegare e da riassumere perché sono tantissimi, tutti pericolosi e tossici e, tra le tante altre amenità, comprendono i bitumi, gli asfalti, le benzine, il metano, l'etano, il propano... ecc. 
E per stasera mi fermo qui! 😊

fonti:
http://www.msdmanuals.com/it-it/casa/lesioni-e-avvelenamento/avvelenamento/avvelenamento-da-idrocarburi
http://www.corriere.it/salute/dizionario/idrocarburi_inquinamento_da_e_tossicologia_degli/index.shtml
http://www.my-personaltrainer.it/alimentazione/idrocarburi-aromatici-policiclici.html

L'Italia è finita: andate in pace



ITALIA: EUTANASIA DI UNA NAZIONE

Anche se ormai lo dicono tutti, vi sarete accorti anche voi che da alcuni anni, convinta che sia diventato inutile, sempre meno gente va a votare. Ma non solo, perché a questa lunga schiera si sono aggiunti nel frattempo anche coloro che pensano che l'Italia non sia più un Paese democratico. Infatti, a che serve votare se poi la politica, quella con la "p" minuscola, non risponde al mandato ricevuto dagli elettori, e le promesse fatte in ogni campagna elettorale - sempre esagerate - non vengono mantenute? 

Per non parlare della giustizia e della certezza del diritto e delle pene, che leggi farraginose infarcite di cavilli procedurali e di pedanti rimandi alla fine rendono inapplicabile anche qualsiasi logico criterio di giudizio. Vedi il caso della dottoressa aggredita, che ha denunciato con tre mesi di ritardo la violenza subìta rispetto ai sei necessari perché il reato sia perseguibile penalmente.
fonti:
https://www.ilmattino.it/primopiano/cronaca/bari_dottoressa_violentata_guardia_medica_denuncia_presentata_troppo_tardi_scarcerato_l_aggressore-3403690.html
http://it.blastingnews.com/cronaca/2017/12/solo-in-italia-violenta-un-medico-in-servizio-scarcerato-in-due-settimane-002204789.html
http://www.iltempo.it/cronache/2017/12/02/news/la-dottoressa-violentata-denuncia-in-ritardo-scarcerato-l-aggressore-1039160/
http://www.tgcom24.mediaset.it/cronaca/puglia/bari-la-dottoressa-violentata-denuncio-troppo-tardi-scarcerato-l-aggressore_3109974-201702a.shtml

Poi ci sono le tasse (ma che ve lo dico a fare?), sempre in agguato, che invece di essere restituite sotto forma di servizi al cittadino (altrimenti a chi?) in genere sono servite - e servono - alla moltiplicazione d'incarichi e poltrone spesso inutili.
E le emergenze, sempre emergenti... che mi chiedo come mai, dato che siamo un Paese terremotabile e calamitoso, le casette da distribuire non le preparano prima e le mettono da parte. Magari provando anche a risparmiare sul prezzo. Così quando capita che servono ce le hanno già pronte, e la gente non deve aspettare degli anni per avere un tetto sulla testa. Però sembra che per Natale arriveranno...
fonti:
http://www.affaritaliani.it/cronache/scandalo-casette-terremoto-centro-italia-spesi-quasi-7mila-euro-a-mq-502546.html
http://www.lastampa.it/2017/11/06/italia/cronache/arriva-linverno-nelle-zone-terremotate-due-famiglie-su-tre-senza-casette-GY2h42C3M4gDaM0mEvcnkJ/pagina.html
http://www.corriere.it/cronache/17_dicembre_03/terremoto-casette-sono-ritardo-commissario-paola-de-micheli-27186b62-d7a0-11e7-b38f-bb89c6f43bbd.shtml
http://www.iltempo.it/cronache/2016/11/05/news/terremoto-a-l-aquila-il-miracolo-delle-case-di-silvio-berlusconi-1023255/

E ancora la scuola, passando dalla famiglia per i social, gli smartphone, l'animalismo acritico e le ecoutopie sull'impazzimento del clima, chi più chi meno diventati collettivo di un'ignoranza arrogante sempre più funzionale al "regime", che consente ai mediocri di allearsi coi propri simili...
Insomma, oggi ci sentiamo italiani solo se ci qualifichiamo ai mondiali di calcio. Amen!




 
Concludo citando il mio amico Jacopo di Antignano (oggi anch'egli allezzito, ma con la "gei" iniziale poiché nobili genere natus), quando mi telefona:
"Caro Cecco, ciànno fatto du' palle 'osì! Gira e rigira, ogni volta que' brodi ce lo rifilano in culo senza neanche levacci le mutande! E ci tocca anche sta' zitti!"