Salutamassòreta

Salutamassòreta

Copyright

L'intero contenuto del sito, comprendente scritti, disegni, vignette, illustrazioni, fotografie non può essere né copiato né replicato su altri siti web, riviste, giornali, CD-ROM o altri tipi di supporto senza il consenso dell'Autore. L'autorizzazione deve essere richiesta per iscritto, via-posta elettronica, direttamente a francescodotti@alice.it e si ritiene accettata solo dopo esplicito assenso scritto dell'Autore.
Il silenzio, pertanto, non significa "assenso" e non dà diritto ad alcuna autorizzazione.
Grazie

The entire contents of the site, including writings, drawings, cartoons, illustrations, photographs can not be copied or replicated on other websites, magazines, newspapers, CD-ROM or other medium without the permission of the Author. The permit must be obtained in writing, via e-mail directly to francescodotti@alice.it and it is considered accepted only after explicit written consent of the Author.
The silence, therefore, does not mean "consent" and does not entitle it to any authorization.

Thanks

Thanks

Avvertenza

Alcuni testi o immagini inseriti in questo blog potrebbero essere tratti da internet e, pertanto, considerati di pubblico dominio. Qualora, però, la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'Autore, vogliate comunicarlo via email.
Saranno immediatamente rimossi.
L'Autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link, né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.
Creative Commons License
Tutte le opere e le immagini di questo blog sono pubblicate sotto una Licenza Creative Commons.

Stazzo


Stazzo

Stamani, prima di pranzo, mi stavo aggirando furtivo nel mio studiolo, roso dai morsi della fame, quando tutt'ad un tratto ho scorto un foglio bianco abbandonato a se stesso tra il marasma che ivi regna sovrano. E sapete cosa ho fatto? Lo volete sapere?... Va bene, allora ve lo dico. Ho lestamente agguantato una matita grassa, anch'essa giacente dal foglio a un dipresso, e ho iniziato a scarabocchiare la prima cosa che mi è venuta in mente. Avrei voluto scarabocchiare la seconda, ma l'avevo già scarabocchiata il mese scorso. 
E così, con pochi, veloci e approssimativi tratti, ecco quello che n'è scaturito.
Oddìo... poteva anche venire meglio; ma quando uno non sa che stazzo fare bisogna accontentarsi. 
Un caro saluto genuflesso e a presto! 

Influencer


Influencer


L'"influencer" - parola il cui etimo evoca una fastidiosa malattia infettiva e contagiosa -, come lo stesso morbo oggidì è talmente popolare da riuscire a condizionare il comportamento e le scelte, anche politiche, di migliaia-milioni di utenti.
In pratica, come l'aviaria di qualche anno fa; perché anche nel caso di questo popolo di "condizionati comportamentali", sempre di "polli" si tratterebbe...
Me lo spiegava l'altra mattina il mio amico e collega
Lotario Foca, pittofotovignettista con un master in "Ordalìa degli Hashtag", durante l'assalto a un negozio di pale eoliche in strepitosa offerta su tutte le reti compresa quella del gas.
"Vedi, mi diceva, attraverso gli argomenti trattati sui social, l'inserimento di "parole-chiave", di specifici "filtri" e la risonanza dei "like" nei vari campi d'interesse dei followers, oggi si potrebbe pure far cadere un governo!"

Carta per acquerello Arches


Carta per acquerello Arches

Finalmente mi sono deciso a usare una "vera" carta per acquerello, al posto delle solite "ciofeche" che la mia proverbiale parsimonia, unita al timore di sprecare preziosi fogli, finora ha contraddistinto i miei lavori...
I risultati, anche se non sono quelli che avrei desiderato, ve li mostro qui sotto.

Carta per acquerello Arches

   

Festa della Liberazione



Quella della liberazione dal nazifascismo dovrebbe essere una festa che unisce tutti noi e il Paese intero, invece per colpa di alcuni scalmanati che continuano a farsi la "guerra" viene vissuto come un giorno che ci divide. Pazienza, vuol dire che nonostante gli anni non abbiamo capito nulla. 
Tra le altre cose, almeno per quanto mi riguarda, mi sono bell'e stufato dei tira e molla tra Lega e 5Stelle, aggravati dalla marea di chiacchiere inutili soprattutto in televisione dove tutti, ma proprio tutti, hanno qualcosa da dire. E se lo sparano addosso dandosi sulla voce con tale forza e prepotenza, che tu che ascolti alla fine non ci capisci nulla e cambi canale o spegni la tivvù!
In fondo, il 25 aprile è un giorno che appartiene alla Storia come tanti altri: le lotte tra Cesare e Pompeo... quelle tra Guelfi e Ghibellini... quelle tra le repubbliche marinare e quelle tra le varie signorie e gli Stati italiani di allora per la supremazia e l'espansione. Senza contare tutti gli altri conflitti per la conquista dell'Italia da parte delle potenze straniere, appoggiati ora dai Borgia ora dagli Sforza ora dai Medici, ma anche da qualche Papa...
Insomma, se andiamo bene a guardare in fatto di guerre non ci siamo fatti mai mancare nulla. 

E allora ve l'immaginate se oggi saltasse fuori qualche tifoso di Pompeo che se la piglia con gli egiziani perché il faraone Tolomeo aveva assassinato Pompeo? Oppure se dopo cinquecento anni, rispolverando Masaniello, a qualcuno saltasse il ticchio di prendersela con gli spagnoli per il loro dispotismo e le loro tasse? Perciò quello che è Storia, come la Resistenza, lasciamolo alla Storia. E festeggiamo questo giorno tutti insieme, serenamente e in amicizia, ricordandoci che - per citare un azzeccatissimo aforisma di Ennio Flaiano -: "In Italia i fascisti si dividono in due categorie: i fascisti e gli antifascisti". Più chiaro di così!
Perciò state tranquilli, fascisti non ce ne sono più e anche i nazisti li abbiamo esauriti. I comunisti, forse. Non li facciamo tornare evocando chissà quali divisioni e timori. 

fonti:
https://www.lagazzettadilucca.it/ce-n-e-anche-per-cecco-a-cena/2018/05/fascimo-e-antifascismo-lipocrisia-della-sinistra/ 

Poetto fiorito


Poetto fiorito

Poetto fiorito


Greta Thumberg


Greta Thumberg

Ma per cambiare il clima, bisogna essere per forza svedesi? 😕

Già... perché nonostante io sia toscano e non m'interessi essere ricevuto dal Papa, sono anni che me ne vado in giro a piedi o in bicicletta. Uso la macchina solo quando devo andare al supermercato a caricare vettovaglie (due volte al mese), e quando fa caldo non accendo il climatizzatore ma sudo e tengo i finestrini aperti. La stessa cosa faccio d'inverno, quando fa freddo, solo che non sudo e tengo i finestrini chiusi. Metto 20 euri di benzina a mesi alterni e ho percorso poco più di 18 mila km in sette anni! Ovvero, così vi facilito il conto, circa 2.600 km/anno, e 214/mese. 
L'altra mattina sono uscito per fare delle commissioni, a piedi, e lungo il tragitto ho incontrato tre o quattro automobilisti (cinque dei quali erano signore: per par condicio e quote rosa) seduti/e nei loro loculi a ruote che smanettavano col cellulare e col motore in moto! E magari sono tra quelli/e che s'incazzano sui social per le "bombe" d'acqua improvvise, le frane, le alluvioni o la lunga siccità, e per gli alberi che il vento sradica devastandogli il giardino. O gli decapita la casa, sempre il vento, mandandogli il tetto in frantumi.
Le città sono piene di rifiuti, che loro stessi abbandonano e che la municipalità a stento raccoglie, e le strade sono piene di macchine, quasi sempre con una sola persona a bordo, che vanno e vengono a tutte le ore. Ma dove vadano e da dove vengano non si sa... Però nessuno intende rinunciare a qualcosa per provare a cambiare.
E allora, di cosa stiamo parlando? 
  

Povera Italia


Povera Italia

Che nel nostro bistrattato Paese torni presto a vedersi un nuovo "Rinascimento", compresa quella crescita che tutti aspettiamo da anni ma che è lungi da venire, lo dubito sempre di più. E questo senza piangersi addosso. Basta vedere i risultati finora ottenuti da una politica cieca, chiacchierona e cialtrona, i cui fini ultimi - peraltro lontanissimi da quella resurrezione civile e culturale che la parte migliore del popolo aspetta - sono stati le personali ambizioni, le rissosità, i tradimenti, i fratricidi politici e gli "intrallazzi". 
Gli esempi non mancano, e sono sotto gli occhi di tutti, e il panorama che ci appare è assai squallido. Perciò non ci meravigliamo se il popolo, stanco e sfiduciato soprattutto di una sinistra che non ha mai guardato veramente dalla sua parte se non a parole, adesso è disposto a barattare il poco che ha a favore di chi si dichiara pronto ad assicurargli le condizioni fondamentali per una civile convivenza: primi fra tutti l'ordine e la sicurezza. Guardiamo quello che sono diventate le nostre città: sporche, abbandonate, i selciati sconnessi, con palazzi e monumenti tatuati di scritte, e dove ormai succede di tutto tra l'indifferenza di chi, spesso per l'ingarbugliata matassa di leggi variamente interpretabili, ha serie difficoltà nell'arbitraggio permettendo dispotismi e prepotenze.
E così nel Paese, tenuto in scacco da molti poteri ai quali s'è aggiunto il "baraccone" europeo, gli interessi collettivi fanno sempre più fatica ad avere la meglio su quelli "particolari" e sulle consorterie dei potenti di turno.
Concludo dicendo che se non facciamo in fretta a metterci una pezza, che più tempo passa e più dovrà essere larga, un nuovo Medioevo è alle porte. 

Ma state pur certi che questa volta entrerà senza bussare e senza chiederci il permesso...

fonti:
https://www.striscialanotizia.mediaset.it/video/ancora-droga-a-torino_49451.shtml 
https://www.striscialanotizia.mediaset.it/video/la-droga-a-ferrara_45768.shtml 
https://www.ilrestodelcarlino.it/bologna/commento/mafia-degrado-1.4420860 
https://www.lastampa.it/2018/11/30/cultura/museo-italia-il-degrado-di-un-patrimonio-straordinario-BWUEnnOehiuyyqwOxu38IM/pagina.html
https://www.huffingtonpost.it/2018/02/19/degrado-illegalita-e-conflitto-sociale-non-ce-sviluppo-senza-il-rilancio-delle-periferie_a_23365398/
https://www.osservatoreitalia.eu/guerra-civile-mafia-nigeriana-sbarchi-senza-controllo-povera-italia/ 
https://www.skuola.net/storia-contemporanea/italia-degrado-politico.html

Torre Maura Roma


Torre Maura Roma
Integrare, almeno secondo me, significa attuare in modo serio e organico quei processi culturali che, col giusto tempo naturalmente, consentono all'individuo d'inserirsi in un dato ambiente in modo da essere in armonia con l'insieme che lo circonda, rispettandone leggi e regole. 
Però non si fa dall'oggi al domani, e neppure isolando e ghettizzando chi vorremmo integrare, con la scusa del "rispetto delle diversità e del multiculturalismo". E della "solidarietà"
Troppo comodo...

fonti:
https://www.ilfattoquotidiano.it/2019/04/03/roma-da-dove-nasce-la-rivolta-contro-i-rom-a-torre-maura/5082858/ 
https://www.ilfattoquotidiano.it/2018/07/26/roma-sgombero-del-campo-rom-camping-river-famiglie-separate-alloggi-solo-per-una-decina-cosi-molte-hanno-rinunciato/4519135/ 
https://www.ilmessaggero.it/roma/news/torre_maura_rom_roma_ultime_notizie-4408700.html 
https://www.ilmessaggero.it/roma/news/torre_maura_roma_rom_oggi_ultime_notizie-4408697.html 

Santa Teresa di Gallura panorama


Santa Teresa di Gallura panorama

L'altro giorno, approfittando della bella giornata di pioggia e del ritorno del maltempo, ho rifatto un salto in Gallura. Per l'esattezza, in quel ridente paese che per anni mi ha visto assiduo frequentatore di spiagge e campagne piene di stazzi, pancrazi e fiori a mazzi. 
E dove, novello Andreuccio da Perugia, assiso nel chiassetto della casa che s'intravede a destra sotto al campanile intento a deporre di pranzi e cene tepidette salme, ogni dì rimiravo Bonifacio e le sue Bocche. 
Così, fattomi carico degli strumenti pittorici adatti alla bisogna, tra tuoni, fulmini e carmina burana, ho dipinto questo veloce acquerello.
Che oggi mostro, implorando la di voi indulgenza. Tanti saluti a casa!
   

Opinioni e verità


Opinioni e verità


A tale proposito, mi sovvengono un paio di proverbi arabi che la dicono lunga...
"Onesto è colui che accorda il proprio pensiero alla Verità. Disonesto è colui che accorda la Verità al proprio pensiero".
"Il frutto della pace è appeso all'albero del silenzio".
E scusate se è poco...


fonti:
https://aforismi.meglio.it/proverbi-arabi.htm 

Pesce d'aprile


Pesce d'aprile

Ecco che, con aprile, pure il "nuovo" il governo ricomincia coi vecchi (brutti) scherzi... E, se la notizia fosse vera, non è il solito "pesce d'aprile" come si conviene da secoli per festeggiare la fine dell'inverno e l'ingresso nella primavera. No. Anzi, sì... solo che i "pesci", in questo caso tonni, sono ancora una volta i pensionati che con i nuovi prelievi subiranno una nuova mattanza. 
Già... perché nonostante ci abbiano fatto le palle a dadini assicurandoci che le tasse non sarebbero aumentate, se la notizia è vera, ci risiamo con la rivalutazione delle pensioni e le nuove percentuali delle quali tutti noi dovremmo tener conto. Non solo, perché coloro che nei mesi precedenti hanno percepito qualche euro in più a giugno li dovranno restituire all'Inps...

E poi, per effetto della "nuova legge di bilancio 2019" (ce n'è sempre una nuova... 😡), tra conferme e smentite per confonderci le idee, ci sono gli aumenti delle tasse locali per quanto riguarda la casa. 
Com'è possibile? direte voi... Se anche questo non è un "pesce d'aprile" è semplice: basta non applicare più il blocco degli aumenti e consentire ai Comuni di fare quel che gli pare. Non è poi così difficile...
fonti:
https://www.lettera43.it/it/articoli/economia/2019/03/31/tassa-casa-imu-tasi/230672/
https://www.guidafisco.it/tasse-casa-iuc-tari-tasi-imu-1031
https://www.riscotel.it/cms/it/433-tributi-locali-via-il-blocco-degli-aumenti
https://www.guidafisco.it/tassa-unica-sulla-casa-legge-di-bilancio-aliquota-nuova-imu-2156

Buon appetito! 😟

fonti:
https://www.money.it/pensioni-oggi-arriva-Quota-100-rivalutazione-assegni
http://www.ilgiornale.it/news/economia/oggi-tagliano-pensioni-cos-cambiano-assegni-1672031.html 
https://rep.repubblica.it/pwa/generale/2019/03/31/news/pensioni_da_oggi_l_adeguamento_all_inflazione_ma_gli_assegni_saranno_piu_leggeri-222988977/
https://www.termometropolitico.it/1409417_2019-04-01-rivalutazione-pensioni-2019-ricalcolo-aprile.html