Salutamassòreta

Salutamassòreta

Copyright

L'intero contenuto del sito, comprendente scritti, disegni, vignette, illustrazioni, fotografie non può essere né copiato né replicato su altri siti web, riviste, giornali, CD-ROM o altri tipi di supporto senza il consenso dell'Autore. L'autorizzazione deve essere richiesta per iscritto, via-posta elettronica, e si ritiene accettata solo dopo esplicito assenso scritto dell'Autore.
Il silenzio, pertanto, non significa "assenso" e non dà diritto ad alcuna autorizzazione.
Grazie

The entire contents of the site, including writings, drawings, cartoons, illustrations, photographs can not be copied or replicated on other websites, magazines, newspapers, CD-ROM or other medium without the permission of the Author. The permit must be obtained in writing, and it is considered accepted only after explicit written consent of the Author.
The silence, therefore, does not mean "consent" and does not entitle it to any authorization.

Thanks

Thanks

Avvertenza

Alcuni testi o immagini inseriti in questo blog potrebbero essere tratti da internet e, pertanto, considerati di pubblico dominio. Qualora, però, la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'Autore, vogliate comunicarlo via email.
Saranno immediatamente rimossi.
L'Autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link, né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.
Creative Commons License
Tutte le opere e le immagini di questo blog sono pubblicate sotto una Licenza Creative Commons.

Coso


Coso

Me l'immagino già cosa pensate... ora questo qui di sicuro oggi ci parla di «coso»... insomma, quello lì... che ha detto quello che ha detto e ha fatto quello che ha fatto, e poi così... all'improvviso. Anche se era per aria da tempo e molti si chiedevano "Che farà, «coso»?"... 😧
Invece no. Non vi dico nulla, e vi lascio nel dubbio. Che poi è lo stesso, anche se ve ne avessi parlato. Perché «coso», l'inaffidabile, è la falsità personificata; la bufala vivente; la contraddizione fatta persona; l'uomo che cento ne pensa e duecento ne fa male; l'uomo dei due pesi e una misura: la sua; la... la... ho finito gli elementi che lo caratterizzano sul piano concettuale. Ma fa listess. Perché «coso» è «coso», e ci siamo capiti. 😉
Buon pro gli faccia! 

2 commenti:

Tomaso ha detto...

Caro Francesco, dare un risposta a quel punto interrogativo, credo sia impossibile, oggi capire questa politica è impossibile.
Ciao e buona serata con un forte abbraccio e un sorriso:-)
Tomaso

CeccoDotti ha detto...

Ciao Tomaso, come va? E' da un po' che non ti sento.
Grazie per il passaggio su questo povero e solitario blog.
L'unica politica comprensibile di questi tempi è proprio quella che non riusciamo a comprendere!... 😉
Un forte abbraccio anche a te e felice settimana!🤗